Curafutura

Il Consiglio federale è attento alle preoccupazioni degli assicurati e dei pazienti
L'intervento sulle tariffe frena l'aumento dei premi senza compromettere l'assistenza ai pazienti.

Bern (ots) - Il Consiglio federale ha deciso di ridurre le tariffe mediche ambulatoriali dal 2018 per un importo di 470 milioni di franchi. La misura permetterà di contenere l'aumento dei premi all' 1,5 per cento. Con la decisione odierna il Consiglio federale non dà pieno seguito all'annuncio fatto in primavera e prevede uno sgravio inferiore a quanto auspicato. A fronte delle misure proposte lo scorso autunno per un totale di 600 milioni di franchi, curafutura ritiene comunque che l'intervento sia un importante risultato parziale del suo impegno a favore degli assicurati. Ora più che mai si impone la revisione totale del tariffario TARMED, del tutto superato, che dovrebbe permettere di evitare futuri interventi statali sulle tariffe.

In data odierna il Consiglio federale ha adeguato la struttura del tariffario delle prestazioni mediche ambulatoriali (TARMED). Grazie ai risparmi decisi, pari a 470 milioni di franchi, nel 2018 i premi dovrebbero aumentare di circa il 2,5-3,5 per cento anziché del 4-5. L'intervento del Consiglio federale si è reso necessario poiché l'anno scorso i partner tariffali non sono riusciti ad accordarsi su una revisione condivisa del tariffario, ormai obsoleto e lacunoso.

L'intervento sulle tariffe è una tappa intermedia verso la revisione del TARMED

L'intervento contempla numerose misure che curafutura aveva proposto al Consiglio federale lo scorso autunno. Nella versione posta in consultazione, l'Esecutivo è andato però ben oltre quanto proposto da curafutura scatenando una pioggia di proteste da parte dei medici e degli ospedali. Secondo curafutura, è positivo il fatto che alcune delle riserve formulate siano state accolte. Pius Zängerle, direttore dell'associazione, commenta: «Per gli assicurati e i pazienti è fondamentale che tutti i partner tariffali considerino l'intervento del Consiglio federale un'occasione per portare avanti insieme e in un clima costruttivo la revisione del TARMED, necessaria da tempo. La nostra associazione si impegnerà come sempre in modo attivo e pragmatico per sviluppare ulteriormente il sistema sanitario svizzero affinché sia al passo con i tempi e risponda al meglio alle esigenze degli assicurati e dei pazienti.»

Risparmi nei settori medico-specialistici e rafforzamento dei fornitori di prestazioni di base

curafutura ritiene realistico il potenziale di risparmio di 470 milioni di franchi previsto con l'intervento sulle tariffe. I suoi membri terranno conto delle misure decise nel calcolo dei premi 2018. Va sottolineato inoltre che l'intervento statale avrà effetti molto diversificati e non comprometterà in alcun modo il buon livello dell'assistenza medica ambulatoriale in Svizzera. Se da un lato saranno corrette soprattutto le tariffazioni eccessive delle prestazioni tecniche, dall'altro tutti i settori medico-specialistici trarranno vantaggio da una rivalutazione delle prestazioni di base (ad es. colloqui). Ne risulterà inoltre un miglioramento per i medici di famiglia e i pediatri. Il rafforzamento dell'assistenza medica di base è assolutamente nell'interesse degli assicurati e dei pazienti.

Rispetto delle regole del gioco e controllo rigososo delle fatture

L'attuazione delle misure di risparmio previste dipende dal rispetto da parte di tutti gli attori coinvolti delle regole del gioco contemplate dalla LAMal. Bisogna tener testa ai propositi - nemmeno tanto velati -espressi gli scorsi mesi e settimane da alcuni gruppi di medici specialisti di voler aggirare le misure con stratagemmi «creativi». Occorre che gli assicurati possano controllare in modo rigoroso le fatture e i pazienti abbiano la possibilità e siano disposti a verificare le prestazioni fatturate dai medici e dagli ospedali. A questo proposito Pius Zängerle osserva: «Oggi i medici e gli ospedali si sottraggono sempre più all'obbligo previsto dalla legge di inviare spontaneamente ai pazienti una copia della fattura. Così facendo, privano i pazienti delle informazioni necessarie per verificare i trattamenti effettivamente somministrati e la loro durata.»

curafutura è formata dagli assicuratori-malattia CSS, Helsana, Sanitas e CPT.

curafutura si impegna per un sistema sanitario fondato sulla solidarietà e organizzato in modo concorrenziale.

Nella sua Carta curafutura si dichiara favorevole alla concorrenza nel sistema sanitario svizzero quale presupposto di qualità e innovazione. Per conseguire una regolazione moderata del sistema in armonia con una governance efficace e un finanziamento sostenibile, curafutura punta su una forte collaborazione tariffaria con i fornitori di prestazioni. Tutto ciò a beneficio della qualità e dell'efficienza nell'assistenza medica.

La Carta dei valori completa di curafutura può essere consultata su http://www.curafutura.ch/ueber-uns/werte-charta/

Contatto:

Pius Zängerle, Direttore
Telefono: 031 310 01 84; mobile: 079 653 12 60;
pius.zaengerle@curafutura.ch

Rob Hartmans, Comunicazione
Telefono: 031 310 01 85; mobile: 079 254 03 66;
rob.hartmans@curafutura.ch



Plus de communiques: Curafutura

Ces informations peuvent également vous intéresser: