Fondo svizzero per progetti di protezione dell'infanzia

Studio dell'OMS: maltrattamento dei bambini problema grave anche in Europa

Basel (ots) - Nella regione europea, oltre 18 milioni di bambini di età inferiore ai 18 anni sono maltrattati. Nel 90 per cento dei casi, il maltrattamento rimane inosservato. Con queste cifre, l'Ufficio Regionale per l'Europa dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) vuole dare l'allarme sulla base di uno studio che, grazie al Fondo svizzero per progetti di protezione dell'infanzia, è ora diffuso anche in tre lingue nazionali svizzere e dovrebbe trovare spazio all'interno del dibattito politico.

Il maltrattamento dei bambini è ancora un argomento tabù, sulla cui diffusione esistono solo pochi dati affidabili. In un nuovo studio, tuttavia, l'Ufficio Regionale per l'Europa dell'Organizzazione Mondiale della Sanità elenca cifre significative: secondo le stime, sono più di 18 milioni i bambini di età inferiore ai 18 anni vittima di maltrattamento in Europa. Il maltrattamento dei bambini è definito nel rapporto dell'OMS come l'abuso fisico, sessuale, psicologico e/o la trascuratezza dei bambini di età inferiore ai 18 anni. Il rapporto, pubblicato nel 2013, presuppone inoltre che il 90 per cento di tutti i casi di maltrattamento rimangano inosservati.

Per garantire che i risultati del rapporto, finora disponibile solo in inglese, trovino la propria strada anche nella politica e nella prassi svizzera, il Fondo svizzero per progetti di protezione dell'infanzia si è assunto l'onere delle spese per la traduzione e la pubblicazione della sintesi del documento in lingua tedesca, francese e italiana, nonché della diffusione della sintesi. Ludwig Gärtner, vicedirettore dell'Ufficio federale delle assicurazioni sociali, spiega così l'iniziativa del Fondo svizzero per progetti di protezione dell'infanzia da lui presieduta: «Grazie a questo studio, per la prima volta ci troviamo di fronte a dati attendibili sulla portata e sulle conseguenze del maltrattamento dei bambini in Europa. Il gran numero di casi non rilevati, documentati tra l'altro anche in uno studio svizzero su scala nazionale, rende evidente il crescente bisogno di investimenti e di iniziative per la prevenzione del maltrattamento dei bambini in Svizzera».

Numerose vittime e ingenti danni economici

In Europa, almeno 850 bambini sotto i 15 anni muoiono ogni anno per effetto del maltrattamento. I bambini sotto i 18 anni, attualmente circa 190 milioni, sono vittima di diversi tipi di maltrattamento: il 29,1 % dei bambini ha sperimentato abusi psicologici, il 22,9 % abusi fisici e il 13,4 % delle ragazze ha subito abusi sessuali. Secondo il rapporto, i maschi sono stati vittima di abusi sessuali in misura minore (5,7 %).

Il maltrattamento dei bambini non ha solo conseguenze devastanti sulla vita delle vittime, ma provoca anche costi sociali ed economici nell'ordine di dieci miliardi di euro all'anno. Il maltrattamento dei bambini può portare a disturbi mentali come depressione, ansia, disturbi alimentari, disturbi del comportamento, tentativi di suicidio, autolesionismo, così come all'uso di droghe. Senza trascurare l'impatto sulla carriera scolastica, che risulta in qualifiche più basse e in prospettive occupazionali sfavorevoli.

Conclusioni per la Svizzera

Il rapporto mostra anche che una gran parte dei casi di maltrattamento dei bambini potrebbero essere evitati mediante un approccio di salute pubblica. Secondo il Fondo Svizzero per progetti di protezione dell'infanzia, gli insegnamenti che emergono dal rapporto devono in futuro essere presi maggiormente in considerazione anche in Svizzera, in particolare nell'ambito del dibattito sulla sanità pubblica. «Desideriamo stimolare un dibattito. In futuro, non si potrà più discutere di politica sanitaria senza tenere in considerazione le urgenti misure necessarie per la prevenzione del maltrattamento dei bambini», commenta Ludwig Gärtner.

All'indirizzo http://www.kinderschutzfonds.ch/attivita/progetti-in-corso sono disponibili per il download i seguenti documenti: - Ufficio Regionale per l'Europa dell'OMS: European report on preventing child maltreatment, Copenhagen 2013 (disponibile solo in lingua inglese, http://ots.ch/HWZKW) - Sintesi del rapporto in italiano, francese o tedesco

Il Fondo svizzero per progetti di protezione dell'infanzia si è posto l'obiettivo di individuare, promuovere e diffondere approcci auspicabili ed efficaci nel campo della prevenzione della violenza sui bambini. Il fondo è stato istituito dall'Ufficio federale delle assicurazioni sociali e da due fondazioni, la UBS Optimus Foundation e la Oak Foundation, e sarà attivo fino alla fine del 2014. I fondatori intendono coordinare le loro attività anche in futuro. http://www.kinderschutzfonds.ch

Per maggiori informazioni si prega di contattare:


Vanda Mathis, Office Manager presso il Fondo svizzero per progetti di
protezione dell'infanzia
E-mail: vanda.mathis@kinderschutzfonds.ch
Telefono: 079 935 90 25


Ces informations peuvent également vous intéresser: