Mobilitätsakademie / Académie de la mobilité / Accademia della mobilità

carvelo: l'iniziativa svizzera sulle bici cargo

Bern (ots) - Giovedì 18 giugno 2015, l'Accademia della mobilità, in collaborazione con il fondo di sostegno Engagement Migros, lancia carvelo, l'iniziativa svizzera sulle bici cargo. L'iniziativa promuove l'utilizzo delle bici cargo elettriche e non elettriche in Svizzera. Il fulcro è costituito dalla piattaforma www.carvelo.ch con informazioni e servizi utili per testare, noleggiare, condividere o acquistare questo mezzo di mobilità innovativo.

Il 18 giugno 2015 prende il via carvelo, l'iniziativa svizzera sulle bici cargo. Alla presenza della consigliera comunale Ursula Wyss (PS), dei consiglieri nazionali Jean-François Steiert (PS), Jürg Grossen (PVL), Aline Trede (Verdi) Christian Wasserfallen (PLR) e del consigliere agli Stati Stefan Engler (PPD) l'Accademia della mobilità e il fondo di sostegno Engagement Migros lanciano il primo progetto pilota carvelo nella cornice della Waisenhausplatz di Berna: la nuova serie della cargo bike bernese per il trasporto di merci e bambini (in breve «CaKi-Bike»). Nove bici cargo del marchio «Butchers & Bicycles» verranno consegnate per tre mesi alle prime famiglie partecipanti al progetto.

La piattaforma carvelo.ch

Al centro dell'iniziativa c'è la piattaforma www.carvelo.ch sulla quale tutti coloro che preferiscono trasportare attivamente persone e merci, per fini privati o commerciali, sul sellino e all'aria aperta, trovano informazioni esaustive e indipendenti sui prodotti (compresi gli elenchi dei concessionari), argomentazioni utili, testimonianze e notizie in merito alle attività in corso sulle bici cargo. Viene inoltre messa a disposizione una vasta gamma di servizi che consente di condividere, invece che di acquistare, una bici cargo all'insegna del motto: «utilizzare invece di possedere».

Progetto pioniere della sostenibilità

Molti trasporti, per i quali oggi viene impiegata l'auto, possono essere tranquillamente effettuati anche con le bici cargo. I paesi pionieri come i Paesi Bassi o la Danimarca hanno lanciato questa tendenza. carvelo si propone l'obiettivo di radicare in Svizzera l'utilizzo delle bici cargo tramite modalità d'uso classiche e collaborative promuovendo a tale scopo il necessario processo informativo, lo sviluppo del mercato e l'accettazione a livello politico. «L'iniziativa sulle bici cargo carvelo mostra concretamente che è possibile effettuare molti trasporti con le bici e spesso in modo più comodo, più rapido e più efficiente rispetto all'auto. Vengono così poste le basi per mettere in pratica, su più vasta scala, l'idea legata alle bici cargo», afferma Stefan Schöbi, responsabile di Engagement Migros.

Anche l'Accademia della mobilità si impegna con carvelo in un nuovo ambito tematico. «Gli scenari che avevamo disegnato per il mondo dei trasporti elettrici e allo stesso tempo collaborativi li trasponiamo ora sulle bici cargo. In tal senso promuoviamo il mutamento strutturale del sistema svizzero dei trasporti verso una mobilità sana e post-fossile nella vita quotidiana, che diverta giovani e anziani facendo al contempo risparmiare», sostiene Jörg Beckmann, direttore dell'Accademia della mobilità.

Progetti piloti integrati

In collaborazione con vari attori privati e pubblici, nell'ambito dei progetti piloti carvelo vengo-no testati anche concreti campi di applicazione delle bici cargo: l'utilizzo privato nel quartiere della propria città, l'uso nelle flotte aziendali nonché l'integrazione nella pianificazione globale dei trasporti urbani. Un progetto pilota è la nuova serie della bici cargo per il trasporto di merci e bambini. Nell'ambito di questo progetto verrà messa a disposizione di alcune famiglie sele-zionate di Berna, per un periodo di tre mesi, una e-cargo bike del marchio «Butchers & Bicy-cles». L'unica condizione posta è che la cargo bike venga condivisa con altre due famiglie.

Sull'Accademia della mobilità

L'Accademia della mobilità si occupa dal 2008 di modalità di mobilità innovative e sostenibili creando, oltre i confini dell'associazione, uno spazio esente da preconcetti per pensare e agire creativamente nel mondo dei trasporti. In particolare, essa persegue con i propri pro-grammi tre grandi tendenze nel settore dei trasporti: la decarbonizzazione del trasporto individuale motorizzato grazie alla sua elettrificazione, la deprivatizzazione di mezzi di mobilità individuali nel contesto della Share Economy nonché la demotorizzazione dei trasporti urbani e il ritorno alla bici. www.mobilityacademy.ch

Sul fondo di sostegno Engagement Migros

Con il fondo di sostegno Engagement Migros, il Gruppo Migros sostiene su base volontaria progetti nei campi della cultura, della sostenibilità, dell'economia e dello sport. I progetti vengono finanziati da aziende operanti nei settori del commercio, dei servizi finanziari e dei viaggi utilizzando fondi corrispondenti al dieci percento dei dividendi annualmente versati da tali aziende. Il fondo di sostegno poggia sulla responsabilità del Gruppo Migros nei confronti della società e integra l'attività promozionale del Percento culturale Migros. www.engagement-migros.ch

Contatto:

Jörg Beckmann, direttore dell'Accademia della mobilità, e-mail: 
joerg.beckmann@tcs.ch, telefono: 079 619 79 80

Stefan Schöbi, responsabile di Engagement Migros, e-mail:
stefan.schoebi@mgb.ch, telefono: 044 277 22 19

L'attuale materiale fotografico dell'evento di lancio carvelo si
potra' scaricare il 18 giugno 2015 a partire dalle ore 15.30:
www.carvelo.ch/presse


Ces informations peuvent également vous intéresser: