Comitato NO all'inganno sulla vignetta

Votazione federale 24.11.2013: La vignetta a 100 franchi è un inganno

Berna (ots) - Per il Comitato "NO a una vignetta ingannevole", anche dopo l'odierna conferenza stampa del Consiglio federale, non c'è nessun nuovo argomento rilevante che giustifichi l'aumento a 100 franchi del prezzo della vignetta autostradale. Ancora una volta il Consiglio federale e i Cantoni suscitano speranze alle cittadine e ai cittadini su cosa sarà realizzato con il massiccio aumento del contrassegno autostradale, senza però dare chiare risposte sui concreti progetti stradali che saranno davvero costruiti.

Non è oggettivamente comprensibile che nonostante i 3,8 miliardi di franchi giacenti ancora nella cassa stradale, il Consiglio federale faccia dipendere la definizione della rete stradale (decreto) dall'aumento del prezzo della vignetta. Il Consigliere nazionale Felix Müri ribadisce: "Questo legame non è appropriato; pertanto intendo risolverlo con la mia iniziativa parlamentare. Il completamento della rete autostradale può essere fatto senza l'aumento del prezzo della vignetta."

Gli argomenti messi in campo dai fautori dell'aumento della vignetta, danno l'illusione che con la maggiore entrata improvvisamente si può finanziare tutti i progetti infrastrutturali della rete stradale. Questo è un inganno. I Cantoni sono sollevati di 100 milioni di franchi senza che gli automobilisti sappiano come questa somma sarà utilizzata. Si tratta quindi di un aumento occulto delle tasse.

Sull'utilizzo dei fondi, è previsto semplicemente d'impiegare 200 milioni di franchi l'anno per l'ampliamento delle tratte acquisite. Per il momento saranno realizzate solo le circonvallazioni di La Chaux-de-Fonds, Le Locle e Naefels già quasi pronte a essere realizzate e per la cui costruzione la Confederazione prevede di spendere 1,2 miliardi di franchi. Il loro uso non sarà in seguito nemmeno sottoposto al pedaggio autostradale.

Per contro, con i proventi dell'aumento della vignetta, non sarà investito nemmeno un franco né per le tratte veramente problematiche, con oltre 20.000 ore di code, né per la Glatttalautobahn o per la circonvallazione di Morges.

Secondo il Comitato "NO a una vignetta ingannevole", l'unica soluzione sostenibile è propositiva è la creazione di un Fondo stradale, alimentato con tutte le entrate provenienti dalle imposte e dalle tasse pagate dagli automobilisti. Ciò porrà la condizione che assicura il finanziamento per un lungo periodo per realizzare l'ampliamento della rete autostradale nazionale. Senza tale Fondo, in futuro, non ci saranno garanzie sull'utilizzo dei fondi stradali.

Contatto:

Comitato "NO a una vignetta ingannevole"
Tel. 079 581 14 23
Dr. Avv. Carlo Vitalini
V. Presidente nazionale e Presidente della Sezione TI del TCS
Cell. 079 621 65 33
e-mail: c.vitalini@studio.vitalini.ch



Plus de communiques: Comitato NO all'inganno sulla vignetta

Ces informations peuvent également vous intéresser: