SBV Schweiz. Baumeisterverband

Votazione federale - Società Svizzera degli Impresari-Costruttori: dopo il sì alla strategia energetica, il Consiglio federale e il Parlamento devono mantenere le promesse

Zurigo (ots) - La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC) si rammarica per l'approvazione della nuova legge sull'energia e si augura che ora il Consiglio federale e il Parlamento mantengano le promesse fatte durante la campagna.

La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori ritiene corretto l'intento di fondo della strategia energetica 2050. L'aumento dell'efficienza energetica è auspicabile sia per la popolazione che per l'economia. Ora bisogna augurarsi che gli obiettivi di riduzione e sviluppo previsti dalla nuova legge possano essere realizzati senza compromettere la sicurezza di approvvigionamento e senza gravare sull'economia svizzera con elevati prezzi energetici e tasse di incentivazione sproporzionate.

Il Consiglio federale e il Parlamento sono ora tenuti a mantenere le promesse fatte nella campagna. In particolare i costi complessivi per le famiglie, come dichiarato dalla consigliera federale competente, non devono superare i 40 franchi l'anno. Inoltre dopo l'uscita dal nucleare, deve essere trovata una soluzione sicura per l'approvvigionamento energetico che sia basata su un'energia di banda affidabile e che contemporaneamente acceleri la diminuzione delle emissioni di CO2 del parco centrali.

Contatto:

Gian-Luca Lardi, presidente centrale SSIC
Mobile: +41/79/226'19'64
E-Mail: gllardi@baumeister.ch

Benedikt Koch, direttore SSIC
Mobile: +41/79/622'09'40
E-Mail: bkoch@baumeister.ch



Plus de communiques: SBV Schweiz. Baumeisterverband

Ces informations peuvent également vous intéresser: