SBV Schweiz. Baumeisterverband

Votazione federale - Società Svizzera degli Impresari-Costruttori: la SSIC dice Sì alla Riforma III dell'imposizione delle imprese

Zurigo (ots) - La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori raccomanda agli aventi diritto di voto di accettare la Riforma III dell'imposizione alle imprese. La Riforma è un compromesso equilibrato che adempie agli standard internazionali senza minacciare l'attrattività della piazza economica svizzera. Solo il Sì evita perdite di gettito fiscale dell'ordine di grandezza di miliardi di franchi. La votazione si terrà il 12 febbraio.

La Riforma III adottata dal parlamento contribuisce a una maggiore equità nel settore della fiscalità: tutte le imprese saranno in futuro tassate in egual misura - indipendentemente dal fatto che le relative PMI o grandi società siano attive solo in Svizzera o anche a livello internazionale. In questo modo la Riforma fiscale assicura 175'000 posti di lavoro che altrimenti sarebbero direttamente minacciati.

La Riforma III assicura inoltre i posti di lavoro in molte aziende integrate nel tessuto locale, dato che le imprese attive a livello internazionale sono dei committenti importanti per il settore della costruzione e per molti altri settori. Oltre a ciò anche ditte attive a livello locale approfittano delle aliquote cantonali più basse della tassa sugli utili, rese possibili dalla Riforma.

Contatto:

Gian-Luca Lardi, presidente centrale SSIC
Mobile: +41/79/226'19'64
E-Mail: gllardi@baumeister.ch

Benedikt Koch, direttore SSIC
Mobile: +41/79/622'09'40
E-Mail: bkoch@baumeister.ch

Martin A. Senn, vicedirettore SSIC
Responsabile Politica + comunicazione
Mobile: +41/79/301'84'68
E-Mail: msenn@baumeister.ch