SBV Schweiz. Baumeisterverband

Società Svizzera degli Impresari-Costruttori: Giornata della costruzione - il presidente Lardi mira a proteggere gli impresari onesti tramite una tessera di riconoscimento

Lucerna (ots) - La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC) vuole aumentare l'efficacia dei controlli sui cantieri tramite una tessera di riconoscimento multisettoriale. «Con il badge sui cantieri, identificheremo le rarissime pecore nere nel nostro settore e proteggeremo i numerosi impresari onesti». L'ho ha confermato il presidente centrale Gian-Luca Lardi davanti a un migliaio di partecipanti alla giornata della costruzione a Lucerna. Principale relatore a questo importantissimo evento della SSIC e della HG Commerciale è stato il Consigliere federale Alain Berset che ha presentato la riforma "Previdenza per la vecchiaia 2020".

La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC) s'impegna a fondo affinché vengano rispettati, da tutte le parti coinvolte, i salari minimi e le condizioni di lavoro in vigore sui cantieri. Gian-Luca Lardi ha presentato un sistema di badge che consente di ottimizzare i controlli nel settore. Secondo il presidente centrale, il progetto è a buon punto: «siamo riusciti con l'edilizia secondaria, le imprese generali, la Syna e i Quadri dell'Edilizia Svizzera, nonché con i committenti pubblici e la Seco ad elaborare una soluzione sostenuta da tutti.» ha dichiarato Lardi. «Con il badge sui cantieri, vogliamo identificare le rarissime pecore nere e proteggere i numerosi impresari onesti».

Consigliere federale Berset: superare gli ostacoli legati alla previdenza per la vecchiaia

Il Consigliere federale Alain Berset ha sottolineato l'importanza della stabilità sociale per la Svizzera. La previdenza per la vecchiaia rappresenta, infatti, vero e proprio fondamento della sicurezza sociale. La riforma "Previdenza per la vecchiaia 2020" è una soluzione equilibrata che potrebbe essere accettata dalla maggioranza; essa garantisce il livello delle rendite e, inoltre, si estende all'AVS, nonché alla previdenza professionale. Il capo del Dipartimento federale dell'interno ha rilevato che, negli ultimi due decenni, non è più stato possibile imporre un qualsiasi cambiamento. Pertanto, una riforma è necessaria, visto che il deficit di finanziamento sarà in forte aumento e la generazione del baby-boom andrà in pensione nei prossimi anni.

Opposizione a iniziative irresponsabili

«Noi impresari sappiamo che la struttura demografica può perdere rapidamente il proprio equilibrio. Lo abbiamo appena constatato nel nostro stesso sistema di pensionamento anticipato, il PEAN». Con questa osservazione, il presidente centrale della SSIC Gian-Luca Lardi ha affrontato l'argomento della previdenza per la vecchiaia. «Dobbiamo assolutamente essere in grado di controllare in fretta i costi dell'AVS. Non si può tollerare che le giovani generazioni, che non hanno ancora il diritto di voto, debbano pagare più tardi i debiti dell'AVS». Secondo il presidente centrale, l'iniziativa dei sindacati "AVSplus", sulla quale si voterà il 25 settembre, è paragonabile ad un'irresponsabile azione kamikaze. La Svizzera, infatti, dovrebbe dedicarsi seriamente alla questione della previdenza per la vecchiaia.

Nella sua relazione, Lardi ha anche messo in guardia contro il secondo progetto della sinistra sul quale il popolo si dovrà esprimere il 25 settembre 2016. «L'iniziativa per un'economia verde ha come scopo un ordine economico ecologico, i cui obiettivi sono del tutto irrealistici. Un'approvazione di questa iniziativa porterebbe ad una forte limitazione della competitività dell'economia svizzera» ha dichiarato Lardi.

Cogliere l'opportunità della digitalizzazione

Il presidente Lardi, nella sua relazione relativa al punto della situazione, ha rilevato che ogni impresa e tutto il relativo ramo deve considerare le novità digitali e i tool moderni come un'importante opportunità da cogliere. «Non dobbiamo avere paura della robotizzazione, perché nelle nostre imprese, anche in futuro, sarà necessario il lavoro fisico. I posti di lavoro si modificheranno, ma non spariranno. Non vi lasciate impressionare da tali scenari pessimisti; cogliamo invece quest'opportunità, essendo innovativi nel nostro lavoro» ha detto Lardi. Il Building Information Modeling (BIM) non porterà a una rivoluzione dei lavori edili, ma modificherà i modelli commerciali del settore, rafforzando l'efficacia dei processi di costruzione.

MATERIALE FOTOGRAFICO DA SCARICARE: 
(sarà messo online durante la manifestazione) 
Il Consigliere federale Alain Berset alla giornata della costruzione:
http://ots.ch/cDiSJ 
Il presidente centrale della SSIC Gian-Luca Lardi alla giornata della
costruzione: 
http://ots.ch/7enUz 
Un'immagine della giornata della costruzione:
http://ots.ch/QAuaB 

Contatto:

Gian-Luca Lardi, presidente centrale SSIC
Mobile: +41/79/226'19'64
E-Mail: gllardi@baumeister.ch

Benedikt Koch, direttore SSIC
Tel.: +41/79/622'09'40
E-Mail: bkoch@baumeister.ch

Martin A. Senn, vicedirettore SSIC
Responsabile Politica + comunicazione
Mobile: +41/79/301'84'68
E-Mail: msenn@baumeister.ch


Plus de communiques: SBV Schweiz. Baumeisterverband

Ces informations peuvent également vous intéresser: