SBV Schweiz. Baumeisterverband

Società Svizzera degli Impresari-Costruttori: Occasione persa per la detrazione fiscale delle costruzioni sostitutive

Zurigo (ots) - La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC) è rimasta delusa dalla decisione del Consiglio degli Stati che ha rifiutato la detrazione fiscale per le costruzioni sostitutive. Le detrazioni accettate per le decostruzioni sono certo un passo verso la buona direzione, ma non sono sufficienti. Tutto sommato, la Camera alta si è lasciata sfuggire un'opportunità importante per l'aumento dell'efficienza energetica, l'addensamento delle costruzioni e la crescita del gettito fiscale.

In Svizzera, quasi la metà del consumo energetico concerne il parco immobiliare. Se tutte le case fossero costruite secondo l'attuale standard tecnico, il consumo diminuirebbe di un terzo. Inoltre, le costruzioni sostitutive sono indispensabili per raggiungere gli obiettivi della Strategia energetica 2050. Inoltre, esse sono imprescindibili per l'addensamento secondo criteri di pianificazione del territorio. Infatti, è possibile creare spazi abitativi per più persone, senza bisogno di dotare i terreni delle infrastrutture necessarie. L'addensamento, quindi, permette l'insediamento di un numero maggiore di contribuenti su ogni lotto e, dunque, introiti fiscali più elevati - di conseguenza, non si tratta di una diminuzione come pensa a torto il Consiglio degli Stati.

Contatto:

Gian-Luca Lardi, presidente centrale SSIC
Mobile: +41/79/226'19'64
E-Mail: gllardi@baumeister.ch

Benedikt Koch, direttore SSIC
Tel.: +41/79/622'09'40
E-Mail: bkoch@baumeister.ch

Martin A. Senn, vicedirettore SSIC
Responsabile Politica + comunicazione
Mobile: +41/79/301'84'68
E-Mail: msenn@baumeister.ch


Plus de communiques: SBV Schweiz. Baumeisterverband

Ces informations peuvent également vous intéresser: