SBV Schweiz. Baumeisterverband

Società Svizzera degli Impresari-Costruttori: Il no all'imposta sull'energia è un sostegno chiaro a favore della piazza industriale svizzera

Zurigo (ots) - Secondo la Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC), il massiccio rifiuto dell'iniziativa "Imposta sull'energia invece dell'IVA" è da interpretare come un sostegno chiaro da parte dell'elettorato a favore della piazza industriale svizzera. I settori economici energivori, come l'edilizia principale, sarebbero stati confrontati con oneri insostenibili in seguito all'introduzione di una eccessiva imposta sull'energia.

La SSIC continua ad impegnarsi a fondo per il rafforzamento dell'efficienza energetica. Dato che la metà dell'energia richiesta concerne gli immobili, le misure più adatte e più durature sono da prendere nel campo degli edifici commerciali e delle abitazioni. Inoltre, la Società Svizzera degli Impresari-Costruttori lotta senza tregua per la promozione delle costruzioni di sostituzione con alta efficienza energetica, che consentono risparmi energetici sensibilmente maggiori rispetto ai risanamenti. Questo emerge chiaramente se si tiene conto dell'energia grigia nel bilancio energetico.

Contatto:

Gian-Luca Lardi, presidente centrale SSIC
Mobile: +41/79/226'19'64
E-Mail: gllardi@baumeister.ch

Daniel Lehmann, direttore SSIC
Mobile: +41/79/129'11'52
E-Mail: dlehmann@baumeister.ch

Martin A. Senn, vicedirettore SSIC
Responsabile Politica + comunicazione
Mobile: +41/79/301'84'68
E-Mail: msenn@baumeister.ch


Plus de communiques: SBV Schweiz. Baumeisterverband

Ces informations peuvent également vous intéresser: