SBV Schweiz. Baumeisterverband

Votazione federale - Società Svizzera degli Impresari-Costruttori: No alla gabbia d'oro

Zurigo (ots) - La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori consiglia di respingere l'iniziativa sull'oro. Questa limita enormemente la capacità d'azione della Banca nazionale e distrugge la sua credibilità. Inoltre rende completamente inutili le riserve d'oro della Banca nazionale. Si vota il 30 novembre.

L'iniziativa popolare federale "Salvate l'oro della Svizzera" impone alla Banca nazionale svizzera di non vendere più il suo oro. Un'arma tuttavia diventa inutile quando non la si può più usare. È proprio quello che accadrebbe se la Banca nazionale non potesse più guidare i mercati vendendo il proprio oro. L'oro, disponile per un valore di 40 miliardi di franchi, diventerebbe inutile: riservato a un puro investimento che non produce profitti e soggetto a forti oscillazioni di valore. Sarebbe come se un'impresa edile mettesse sotto chiave le sue macchine da costruzione perché "troppo preziose" per poter essere usate.

Un'altra limitazione enorme della capacità d'azione è la richiesta che la Banca nazionale mantenga almeno il 20% dei suoi attivi in oro. Per la soglia minima di 1.20 CHF/EUR, oltre ai suoi massicci acquisti in valuta, la Banca nazionale avrebbe dovuto acquistare anche assurde quantità d'oro. Ciò non sarebbe stato possibile, pertanto ne sarebbe conseguita una deflazione con grave crisi delle esportazioni.

Contatto:

Silvan Müggler
Responsabile Politica economica SSIC
Tel.: +41/44/258'82'62
E-Mail: smueggler@baumeister.ch

Matthias Engel, portavoce SSIC
Tel.: +41/44/258'82'44
E-Mail: mengel@baumeister.ch



Plus de communiques: SBV Schweiz. Baumeisterverband

Ces informations peuvent également vous intéresser: