SBV Schweiz. Baumeisterverband

La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori interrompe le trattative salariali

Zurigo (ots) - Il Comitato centrale della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori ha deciso unanimemente d'interrompere le trattative salariali in corso con i sindacati Unia e Syna. La Società non è disponibile a riprendere le trattative finché Unia continuerà a verificare le aziende edili, di propria iniziativa e unilateralmente, mediante il suo cosiddetto "Servizio di analisi del rischio". Tale servizio elude il controllo paritetico comune, da parte di lavoratori e datori di lavoro, delle condizioni lavorative sancite dal contratto collettivo di lavoro, minando il consolidato partenariato sociale.

La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori è dunque solidale con un'alleanza di 15 rami legati al settore edilizio che, in una lettera comune indirizzata a Unia, definisce anch'essa il "Servizio di analisi del rischio" un attacco al partenariato sociale. Conseguentemente la Società non è disposta a proseguire con Unia le trattative salariali tra le parti sociali, fintanto che il sindacato terrà in funzione questo suo "Servizio".

Questa decisione è maturata anche a seguito delle molteplici azioni condotte da Unia, prima e durante le trattative salariali, presso le sedi delle aziende aderenti alla SSIC, disturbando il lavoro e mettendo a rischio la sicurezza dei lavoratori.

Contatto:

Werner Messmer, presidente centrale SSIC
Mobile: +41/79/445'77'89
E-Mail: werner.messmer@messmer.ch

Daniel Lehmann, direttore SSIC
Mobile: +41/79/129'11'52
E-Mail: dlehmann@baumeister.ch

Martin A. Senn, vicedirettore SSIC
Responsabile Politica + comunicazione
Mobile: +41/79/301'84'68
E-Mail: msenn@baumeister.ch



Plus de communiques: SBV Schweiz. Baumeisterverband

Ces informations peuvent également vous intéresser: