SBV Schweiz. Baumeisterverband

Società Svizzera degli impresari-Costruttori: Decisioni avvedute del Consiglio degli Stati sulle abitazioni secondarie

Zurigo (ots) - La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori è lieta che il cammino della legge sulle abitazioni secondarie possa ora proseguire ed accoglie favorevolmente le avvedute decisioni del Consiglio degli Stati. A due anni e mezzo dall'approvazione del nuovo articolo sulle abitazioni secondarie, nelle regioni turistiche l'insicurezza è divenuta insostenibile. Il taglio dei posti di lavoro nel settore dell'edilizia procede a pieno ritmo.

Rispetto al disegno del Consiglio federale, il Consiglio degli Stati considera coerentemente la tutela delle abitazioni soggette al diritto precedente, conformemente all'iniziativa. Sarà così possibile trasformare le abitazioni esistenti ed ampliarle moderatamente. Era questo l'obiettivo dell'iniziativa sulle abitazioni secondarie, che mirava a proibire la costruzione di letti freddi nelle zone verdi, mentre i suoi promotori non erano contrari allo sviluppo edile verso l'interno e alla densificazione. Sarebbe dunque sleale da parte dei promotori contrastare nel Consiglio nazionale la saggia decisione del Consiglio degli Stati. Inoltre risulterebbe pretenzioso consentire a tutti gli abitanti dell'Altopiano di trasformare e ampliare le loro abitazioni esistenti, negando tuttavia lo stesso diritto agli abitanti dei cantoni montani e turistici.

Contatto:

Martin A. Senn, vicedirettore SSIC
Responsabile Politica + comunicazione
Mobile: +41/79/301'84'68
E-Mail: msenn@baumeister.ch

Matthias Engel, portavoce SSIC
E-Mail: mengel@baumeister.ch
Mobile: +41/78/720'90'50



Plus de communiques: SBV Schweiz. Baumeisterverband

Ces informations peuvent également vous intéresser: