SBV Schweiz. Baumeisterverband

Società Svizzera degli impresari-Costruttori: La SSIC elegge Gian-Luca Lardi quale nuovo presidente centrale

L'impresario-costruttore ticinese Gian-Luca Lardi sarà il nuovo presidente centrale della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC). L'assemblea generale l'ha eletto in occasione della Giornata della costruzione, a Kreuzlingen (27 giugno 2014). Il poschiavino Lardi succederà il 1o gennaio 2015... plus

Zurigo (ots) - L'impresario-costruttore ticinese Gian-Luca Lardi sarà il nuovo presidente centrale della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC). L'assemblea generale l'ha eletto in occasione della Giornata della costruzione, a Kreuzlingen. Il poschiavino Lardi succederà il 1o gennaio 2015 all'ex consigliere nazionale Werner Messmer.

Gian-Luca Lardi (44 anni) è impresario-costruttore a Lugano. Dal 2007, l'Ingegnere civile dipl. ETH è alla testa della società CSC Impresa Costruzione SA e dal 2013 è anche amministratore delegato del suo consiglio di amministrazione; inoltre, da cinque anni, è delegato della SSIC e porta-voce del Forum delle imprese interregionali. Lardi è sposato e vive con la moglie e le due figlie (in età scolare) a Rovio, che si erge in collina, sopra il Lago di Lugano. Lardi fa parte del consiglio comunale del suo comune (villaggio) quale rappresentante del PLR.

«Mi sta a cuore ringraziare tutti i membri dell'associazione per la loro fiducia» ha dichiarato, dopo la sua elezione, Gian-Luca Lardi al gran numero di presenti (circa 1000) al Bodensee-Arena, a Kreuzlingen TG. Come presidente centrale, Lardi intende fissare priorità ben precise: «Uno dei principali compiti della SSIC consisterà nel migliorare le condizioni quadro economiche del settore. Questo è nell'interesse di tutti, dato che il nostro ramo crea molti posti di lavoro, non solo nei principali agglomerati, ma anche nelle regioni periferiche del nostro paese. Altri rami, che hanno influenzato l'agenda politica degli ultimi anni, a mio parere, non generano uno stesso volume di impieghi.»

Secondo Gian-Luca Lardi, i negoziati previsti nel 2015, in vista del rinnovo del Contratto nazionale mantello (CNM) per l'edilizia principale, costituiranno un'importante attività della SSIC. «Noi, membri della SSIC, siamo sempre stati a favore del nostro contratto collettivo di lavoro che è da ogni parte considerato come un CCL esemplare. Però, non appare molto opportuno focalizzarsi sull'allargamento delle prestazioni, finché non sia stabilito un effettivo sistema di applicazione del CNM a livello nazionale.» E confida in un inizio dei prossimi negoziati per il CNM 2016 secondo una cultura del dialogo propria del partenariato sociale. «Sarei sorpreso se i salari dovessero rappresentare un problema, considerando che attualmente i nostri salari minimi sono nettamente superiori a quello minimo rivendicato dai sindacati, in occasione dell'ultima votazione federale» dichiara Lardi. Attualmente, il salario minimo di un muratore e di un costruttore stradale, titolare dell'attestato federale di capacità (AFC), ammonta a 5600 franchi (x13) e quello di un lavoratore non qualificato è di 4600 franchi (x13). In Svizzera, il salario medio di un muratore e di un costruttore stradale AFC è quasi di 6000 franchi, mentre quello di un lavoratore non qualificato è di 4900 franchi circa.

Messmer: le attività della SSIC devono focalizzarsi di più sulla politica

Werner Messmer, presidente centrale uscente, nel suo ultimo discorso dove ha fatto il punto della situazione, ha accennato all'incremento del carico amministrativo con il quale deve confrontarsi ogni impresa di costruzione e tutta l'economia. «Con una regolamentazione eccessiva che si sta rafforzando, stiamo per distruggere il nostro sistema economico liberale» ha avvertito Messmer. Perciò, è importante che le associazioni di categoria, come la SSIC, si impegnino a favore di condizioni politico economiche favorevoli, facendo attenzione a svolgere le attività in questione in modo più autonomo rispetto ai partiti borghesi. Secondo Messmer, le attività della SSIC devono focalizzarsi maggiormente sulla politica. «Per questa ragione, dobbiamo cercare alleati, coalizzarci con altre associazioni e ciò allo scopo di essere considerati membri affidabili e credibili delle nostre associazioni mantello.

La Giornata della costruzione (nell'ambito della quale si tengono le assemblee generali della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori e della HG Commerciale) si è svolta venerdì 27 giugno al Bodensee-Arena, a Kreuzlingen; alla manifestazione hanno partecipato un migliaio di persone. La Giornata della costruzione ha accolto come relatori ospiti Jean-François Rime, presidente dell'Unione svizzera delle arti e mestieri, Valentin Vogt, presidente dell'Unione svizzera degli imprenditori, nonché Kaspar Schläpfer, Consigliere di Stato del cantone Turgovia, capo del dipartimento dell'interno e dell'economia pubblica.

Foto di Gian-Luca Lardi in qualità stampa: http://ots.ch/J9ROw

Curriculum di Gian-Luca Lardi: http://ots.ch/ZHrHE

Contatto:

Werner Messmer, presidente centrale SSIC
Mobile: +41/79/445'77'89
E-Mail: werner.messmer@messmer.ch

Gian-Luca Lardi
Mobile: +41/79/226'19'64
E-Mail: dlehmann@baumeister.ch

Daniel Lehmann, direttore SSIC
Mobile: +41/79/129'11'52
E-Mail: dlehmann@baumeister.ch

Martin A. Senn, vicedirettore SSIC
Responsabile Politica + comunicazione
Mobile: +41/79/301'84'68
E-Mail: msenn@baumeister.ch



Plus de communiques: SBV Schweiz. Baumeisterverband

Ces informations peuvent également vous intéresser: