SBV Schweiz. Baumeisterverband

Società degli Impresari-Costruttori contro la clausola di salvaguardia

Zurigo (ots) - La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori si oppone all'attuazione della clausola di salvaguardia per il contingentamento dell'immigrazione dall'UE. Il rodato sistema di reclutamento di forza lavoro straniera ne risulterebbe stravolto e ostacolato dalla burocrazia per un solo anno, senza pertanto frenare sensibilmente l'immigrazione.

«La clausola di salvaguardia è un placebo», sostiene Werner Messmer, Presidente della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori. «Una politica sostenibile deve invece riuscire a spiegare alla popolazione l'importanza vitale che la libera circolazione di persone svolge per la creazione di valore nel nostro paese.» Molti settori dipendono da un accesso senza complicazioni al mercato del lavoro UE. Ciò vale anche per il settore dell'edilizia primaria, in cui oltre il 60% degli occupati proviene dall'estero.

La SSIC comprende il disagio di ampie fasce della popolazione di fronte alla libera circolazione di persone, ma l'applicazione della clausola di salvaguardia per frenare l'immigrazione è solo fumo negli occhi: il contingentamento può essere infatti adottato solo fino a maggio 2014. Secondo le regole di calcolo prestabilite, le cifre del contingentamento sono solo minimamente inferiori rispetto all'immigrazione comunque attesa. Inoltre, l'ostacolo dei contingenti può essere facilmente aggirato ripiegando sui permessi di dimora di minore durata.

In aggiunta, l'UE contesta in parte la facoltà della Svizzera di attuare la clausola di salvaguardia. In un modo o nell'altro, Berna rischia una controversia con Bruxelles per una misura che comunque ha scarsa efficacia. Inutilmente, come afferma Werner Messmer, Presidente della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori: «Credo sia meglio spiegare alla nostra popolazione perché la clausola di salvaguardia è inutile, piuttosto che spiegare a Bruxelles la sua utilità.»

Contatto:

Werner Messmer, presidente centrale SSIC
Mobile: +41/79/445'77'89
E-Mail: werner.messmer@messmer.ch

Daniel Lehmann, direttore SSIC
Mobile: +41/79/129'11'52
E-Mail: dlehmann@baumeister.ch

Martin A. Senn, vicedirettore SSIC
Responsabile Politica + comunicazione
Tel: +41/44/258'82'60
Mobile: +41/79/301'84'68
E-Mail: msenn@baumeister.ch


Plus de communiques: SBV Schweiz. Baumeisterverband

Ces informations peuvent également vous intéresser: