SBV Schweiz. Baumeisterverband

Votazione federale - Dopo il SÌ alla LPT: la Società degli impresari costruttori chiede un'applicazione oculata

Zurigo (ots) - La Società svizzera degli impresari costruttori è delusa per il SÌ popolare alla revisione della legge sulla pianificazione del territorio. Rispetta comunque il palese disagio di ampie cerchie della popolazione per lo sviluppo territoriale intervenuto negli ultimi anni. Purtroppo lo schieramento del NO non è riuscito a spiegare alla maggioranza dell'Elettorato che la revisione della LPT non è incentrata sulla tutela del paesaggio, bensì sull'introduzione di nuovi strumenti burocratici quali l'obbligo di declassare zone edificabili e tasse sul plusvalore. La Società degli impresari costruttori si attende che il Consiglio federale applichi queste novità con oculatezza.

L'attuazione della revisione della legge sulla pianificazione del territorio deve tener conto della volontà della maggioranza dell'Elettorato, senza pregiudicare i diritti già acquisti dei proprietari fondiari. L'applicazione non deve spingersi tanto in là da penalizzare, con declassamenti di aree edificabili o addirittura espropriazioni, regioni che da decenni gestiscono con parsimonia le proprie riserve di terreno. I declassamenti di terreni edificabili e gli obblighi di edificazione devono, se proprio, essere disposti in stretta collaborazione e d'intesa con le autorità locali. Il principio supremo che regge l'applicazione deve sempre essere la salvaguardia della certezza del diritto.

Contatto:

Werner Messmer, presidente centrale SSIC
Mobile: +41/79/445'77'89
E-Mail: werner.messmer@messmer.ch

Daniel Lehmann, direttore SSIC
Mobile: +41/79/129'11'52
E-Mail: dlehmann@baumeister.ch

Matthias Engel, portavoce
E-Mail: mengel@baumeister.ch
Mobile: +41/78/720'90'50



Plus de communiques: SBV Schweiz. Baumeisterverband

Ces informations peuvent également vous intéresser: