Porsche Schweiz AG

Le nuove Porsche 911 Turbo e 911 Turbo S

Le nuove Porsche 911 Turbo e 911 Turbo S
911 Turbo S e 911 Turbo S Cabriolet / Testo complementare con ots e su www.presseportal.ch/fr/nr/100050872?langid=4 / L' utilizzo di quest'immagine è gratuito per scopi redazionali. Pubblicazione sotto indicazione di fonte: "obs/Porsche Schweiz AG"

Un document

Stoccarda (ots) - All'inizio del 2016, in occasione del North American International Auto Show di Detroit, Porsche presenta un'ulteriore punta di diamante della propria gamma di prodotti: i modelli top di gamma della serie 911 - 911 Turbo e 911 Turbo S - si distinguono per un aumento della potenza di 15 kW (20 CV), un design affinato e un equipaggiamento più ricco. I modelli sono disponibili sin dall'inizio nelle versioni Coupé e Cabriolet. Il motore biturbo a sei cilindri da 3,8 litri di cilindrata del 911 Turbo eroga ora 397 kW (540 CV). Questo incremento di potenza è possibile grazie a canali di aspirazione modificati nella testata cilindri, a nuovi iniettori e a una maggiore pressione del carburante. Grazie al nuovo turbocompressore con compressore più grande, la 911 Turbo S sprigiona ora 427 kW (580 CV). Porsche continua a essere l'unica casa automobilistica a proporre il turbocompressore con turbine a geometria variabile in abbinamento a motori a benzina.

Una novità per i motori, inoltre, è la cosiddetta funzione Dynamic Boost, che concorre a migliorare ulteriormente la risposta. Rimane così invariata la pressione di sovralimentazione in fase di cambio del carico - dunque quando si rilascia brevemente l'acceleratore. Di conseguenza viene interrotta soltanto l'iniezione di carburante mentre la valvola a farfalla rimane aperta. Così il motore reagisce praticamente senza ritardi alla nuova accelerazione. In modalità Sport e Sport Plus questa funzione è molto più evidente rispetto alla modalità Normal.

In linea di principio le nuove vetture sportive a elevate prestazioni raggiungono performance di marcia mozzafiato a fronte di un consumo di carburante ancora più contenuto: in 2,9 secondi la 911 Turbo S Coupé scatta a 100 km/h. La velocità massima di 330 km/h è più elevata di dodici km/h rispetto al passato. La 911 Turbo raggiunge la soglia dei 100 km/h in 3,0 secondi, la velocità massima è di 320 km/h, cinque km/h in più rispetto al modello precedente. I modelli Coupé consumano ora soltanto 9,1 l/100 km, mentre i modelli Cabrio 9,3 l/100 km. Ciò equivale per tutte le varianti a una riduzione di 0,6 litri ogni 100 chilometri. Il motivo è la gestione elettronica perfezionata di motore e cambio con curve caratteristiche del cambio rielaborate.

Di serie: pacchetto Sport Chrono con interruttore Mode e pulsante Sport Response

Il nuovo volante sportivo GT di 360 millimetri di diametro, il cui design è mutuato dalla 918 Spyder, adotta di serie il cosiddetto interruttore Mode, costituito da un anello che ruota progressivamente consentendo di selezionare i quattro programmi Normal, Sport, Sport Plus e Individual. L'impostazione Individual permette al guidatore di configurare e salvare la configurazione individuale della vettura. Un'ulteriore novità del pacchetto Sport Chrono è il pulsante Sport Response nel centro dell'interruttore Mode. Come avviene nel mondo delle competizioni sportive, con un tasto il motore e il cambio vengono impostati così da far registrare la migliore risposta possibile. Ciò consente alla vettura di accelerare in modo ottimale fino a 20 secondi, ad esempio per un sorpasso. Una spia avente forma di timer nella strumentazione informa il conducente del trascorrere del tempo. La funzione Sport Response può essere richiamata ogni qualvolta si voglia e da ogni programma di marcia.

Il Porsche Stability Management (PSM) dei modelli 911 Turbo dispone ora di una nuova modalità Sport PSM: premendo brevemente il tasto PSM nella consolle centrale il sistema commuta su una modalità particolarmente sportiva, e ciò a prescindere dal programma di marcia scelto. La modalità Sport PSM, inseribile separatamente, adotta uno spostamento molto più marcato della soglia di intervento del PSM rispetto a quanto avveniva nel modello precedente in modalità Sport Plus, e consente così - ad esempio sul circuito - un ulteriore avvicinamento al settore limite. L'accensione della spia di avvertimento PSM e un'indicazione nella strumentazione segnalano che la stabilizzazione durante la marcia grazie al PSM è limitata nel caso specifico. Dietro le quinte, però, il PSM rimane sempre attivo anche in modalità Sport del PSM. Il PSM può essere disattivato completamente, come di consueto, premendo a lungo il tasto PSM.

911 Turbo S con equipaggiamento completo improntato alla dinamica di marcia

L'autotelaio dei nuovi modelli 911 Turbo con PASM di serie enfatizza ulteriormente il divario tra performance e comfort. La 911 Turbo S, inoltre, vanta un equipaggiamento completo improntato alla dinamica di marcia: il sistema di stabilizzazione attiva dei movimenti di rollio PDCC è di serie come l'impianto frenante in ceramica PCCB. Tra i nuovi optional per tutti i modelli 911 Turbo rientrano l'assistente per i cambi di corsia basato su sensori radar e un sistema di sollevamento per l'asse anteriore con il quale, a velocità ridotte, si può ingrandire di 40 millimetri l'altezza libera dal suolo sotto lo spoiler.

Design affinato con nuovi tratti caratteristici La nuova generazione della 911 Turbo riprende ovviamente i tratti essenziali del design pronunciato degli attuali modelli Carrera, integrati dalle tipiche peculiarità della 911 Turbo. Il muso dalla forma reinterpretata con airblade laterali e le luci anteriori a LED sottili, dai contorni ben disegnati con doppio profilo e in abbinamento alle lamelle supplementari nella presa d'aria centrale, suggerisce un'illusione ottica di maggiore larghezza della parte anteriore della vettura. Nella vista laterale la vettura sportiva performante rivela nuovi cerchi da 20 pollici. Nella 911 Turbo S, ad esempio, adesso sono sette anziché dieci le doppie razze sfoggiate dai cerchi con dado centrale. Nuove sono anche le dimensioni dei cerchi della 911 Turbo: con dimensioni di 9 J x 20 per i cerchi anteriori e 11,5 J x 20 per quelli posteriori, i nuovi cerchi sono più larghi di mezzo pollice. Corrispondono pertanto ai cerchi della 911 Turbo S. Come nei modelli Carrera, le nuove maniglie delle porte si presentano ora prive di guscio in plastica. Interamente modificata anche la coda. Di primo acchito saltano all'occhio le luci posteriori tridimensionali con luci freni a quattro punti e illuminazione Aura, riprese dalla gamma 911 Carrera. Sia il design delle bocchette di deflusso per l'impianto di scarico in coda sia quello dei doppi terminali di scarico è stato modificato di conseguenza. Anche la griglia sul portellone posteriore è stata disegnata ex novo e ora si suddivide in tre parti: a destra e a sinistra con lamelle disposte in senso longitudinale, in mezzo con un coperchio separato per l'aspirazione ottimizzata di aria del motore.

Nuovo Porsche Communication Management con navigazione online

Con il passaggio generazionale, anche il sistema di infotainment PCM di nuova concezione con navigazione online fa il proprio ingresso tra le dotazioni di serie dei modelli 911 Turbo. Riconoscibile dallo schermo multitouch, perfettamente integrato nella consolle centrale e con pregevole superficie in vetro, grazie al modulo Connect Plus di serie adotta numerose funzioni Connectivity nuove e ampliate. La navigazione, inoltre, attinge in tempo reale alle attuali informazioni sul traffico. Percorsi e località possono essere visualizzati con l'ausilio di immagini a 360 gradi e immagini satellitari. Ora il sistema elabora anche le voci immesse tramite grafia manuale. Inoltre, anche i telefoni cellulari e gli smartphone si possono integrare in modo più rapido, semplice e completo tramite WLAN, Bluetooth o via cavo. Funzioni selezionate della vettura possono essere gestite adesso anche a distanza. Il Soundsystem Bose è di serie come nei modelli precedenti, a richiesta è disponibile un impianto Burmester.

Lancio sul mercato e prezzi

La nuova Porsche 911 Turbo può essere ordinata a partire da subito e giungerà sul mercato svizzero dalla fine di gennaio 2016 ai seguenti prezzi inclusivi di IVA ed equipaggiamento specifico per il Paese:

   911 Turbo: CHF 209'200
   911 Turbo Cabriolet: CHF 225'100 
   911 Turbo S: CHF 246'600 
   911 Turbo S Cabriolet: CHF 262'500 

Il Porsche Swiss Package comprende per i modelli 911 Turbo e 911 Turbo Cabriolet i seguenti optional senza sovrapprezzo: servosterzo plus, sedili riscaldabili, pacchetto luci design, radio digitale e Porsche Dynamic Light System Plus (PDLS+). Per 911 Turbo S e 911 Turbo S Cabriolet gli optional servosterzo plus, sedili riscaldabili, pacchetto luci design, radio digitale e TV tuner sono compresi nel Porsche Swiss Package. I clienti svizzeri, inoltre, possono avvalersi di un'estensione della garanzia (2 + 2).

Previa registrazione, nella Porsche Newsroom (http://newsroom.porsche.de) è disponibile materiale fotografico mentre i giornalisti accreditati possono usufruire della banca dati Porsche (https://presse.porsche.ch).

911 Turbo: consumo combinato 9,1 l/100 km, urbano 11,8 l/100 km, extraurbano 7,5 l/100 km; emissioni di CO2 212 g/km; classe di efficienza: G

911 Turbo Cabriolet: consumo combinato 9,3 l/100 km, urbano 12,1 l/100 km, extraurbano 7,6 l/100 km; emissioni di CO2 216 g/km; classe di efficienza: G

911 Turbo S: consumo combinato 9,1 l/100 km, urbano 11,8 l/100 km, extraurbano 7,5 l/100 km; emissioni di CO2 212 g/km; classe di efficienza: G

911 Turbo S Cabriolet: consumo combinato 9,3 l/100 km, urbano 12,1 l/100 km, extraurbano 7,6 l/100 km; emissioni di CO2 216 g/km; classe di efficienza: G

Contatto:

Ufficio stampa e relazioni pubbliche
Dott.ssa Christiane Lesmeister
Telefono +41 41 487 91 16
E-mail christiane.lesmeister@porsche.ch



Plus de communiques: Porsche Schweiz AG

Ces informations peuvent également vous intéresser: