Stiftung ombudscom

Relazione annuale 2015 dell'Organo di conciliazione delle telecomunicazioni

Bern (ots) - Nell'anno preso in esame si sono rivolte a ombudscom in totale 6'443 persone (2014: 6'534). Ciò significa che, mensilmente, hanno consultato l'Organo di conciliazione 537 clienti. Ne sono derivati 1'413 casi (2014: 1'178) e 5'030 richieste(2014: 5'356). In paragone all'anno precedente questi dati corrispondono ad una leggera diminuzione di circa l'1.5%. Per le procedure di conciliazione può invece essere riscontrato in paragone all'anno 2014 con 1'178 casi un notevole aumento di 235 casi.

Anche per il 2015 il motivo di ricorso che risulta il più frequentemente invocato è quello della stipulazione contrattuale indesiderata tramite telefono (27% oppure 1'744 casi e richieste).L'Ombudsman Dr. Oliver Sidler rammenta a tale proposito: "Sorprende il fatto che in diversi casi sono state contattate dai fornitori di servizi di telecomunicazione interessati persone anziane con l'intenzione di accaparrarsi nuova clientela. Nelle relative richieste di conciliazione le/i clienti rispettivamente i loro rappresentanti legali sono rimasti sconcertati da tale pratica.Infatti le persone che si sono rivolte a ombudscom non sarebbero state informate in modo trasparente sull'eventuale cambio di operatore così come sui dettagli come ad esempio la durata contrattuale. Nell'ambito delle procedure di conciliazione sono stati inoltrati solo pochi esemplari delle registrazioni dei contratti avvenuti per colloquio telefonico. Questo era da ricondurre al fatto che di regola i fornitori, dopo la richiesta di presa di posizione, annullavano il contratto e le spese a carico del cliente.

L'organo ufficiale di conciliazione delle telecomunicazioni, su incarico dell'Ufficio federale delle comunicazioni, funge da intermediario tra le/i clienti e i fornitori di servizi di telecomunicazione o i fornitori di servizi a valore aggiunto nell'ambito di controversie di diritto civile.

Contatto:

Oliver Sidler, 031 310 11 77, info@ombudscom.ch
https://www.ombudscom.ch/it


Ces informations peuvent également vous intéresser: