Eidgenössisches Starkstrominspektorat ESTI

ESTI: Un anno di procedura di dichiarazione per prestatori di servizi provenienti da Paesi dell'UE/AELS

Fehraltorf (ots) - Dal 1° settembre 2013 l'Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI è responsabile di verificare le qualifiche professionali dei prestatori di servizi provenienti da Paesi dell'UE/AELS, che intendono esercitare in Svizzera una professione regolamentata nel ramo delle installazioni elettriche (elettricista, controllore elettricista, installatore elettricista) durante 90 giorni lavorativi al massimo per anno civile.

I prestatori di servizi devono dapprima inoltrare una dichiarazione tramite il sistema online della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione SEFRI. Successivamente l'ESTI controlla se le loro qualifiche professionali sono conformi alle disposizioni della direttiva 2005/36/CE. Se l'ESTI arriva alla conclusione che le qualifiche professionali sono sufficienti, informa il prestatore di servizi che è abilitato ad esercitare la professione in Svizzera. Allo stesso tempo l'ESTI rilascia al prestatore di servizi l'autorizzazione d'installazione necessaria per svolgere tale attività professionale.

Se le qualifiche professionali differiscono in misura significativa dai requisiti applicabili in Svizzera per praticare la professione regolamentata e se le differenze in questione possono costituire un pericolo per la salute pubblica o la sicurezza, il prestatore di servizi ha la possibilità di sostenere una prova attitudinale presso l'ESTI. L'esame può essere ripetuto soltanto una volta.

Questa regolamentazione garantisce che solo prestatori di servizi provenienti da Paesi dell'UE/AELS con qualifiche sufficienti siano abilitati ad eseguire in Svizzera lavori su impianti elettrici a bassa tensione.

Entro un anno dall'entrata in vigore della procedura di dichiarazione l'ESTI ha verificato in circa 80 casi le qualifiche professionali dei prestatori di servizi provenienti da un Paese dell'UE. Circa 50 casi riguardavano prestatori di servizi provenienti dalla Germania. Gli altri prestatori di servizi provenivano - in ordine decrescente di frequenza - dall'Italia, dall'Austria, dai Paesi Bassi e dalla Francia. Le qualifiche professionali sono state per lo più considerate sufficienti dall'ESTI. In dieci casi l'ESTI ha predisposto una prova attitudinale, che è stata superata in un solo caso, nell'ambito di una ripetizione della prova. Cinque candidati hanno rinunciato a portare a termine la prova attitudinale e quattro candidati non l'hanno superata.

Contatto:

Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI
Servizio giuridico
Luppmenstrasse 1, 8320 Fehraltorf
Iris Zanetti, 044 956 13 72
info@esti.admin.ch, www.esti.admin.ch



Ces informations peuvent également vous intéresser: