Eidgenössisches Starkstrominspektorat ESTI

ESTI: orveglianza e controllo efficaci nel settore degli impianti elettrici a bassa tensione

Fehraltorf (ots) - Nel 2013 l'Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI ha esaminato 262 casi a causa di possibili violazioni dell'ordinanza sugli impianti elettrici a bassa tensione (OIBT), dai quali sono risultate 183 denunce all'Ufficio federale dell'energia UFE. L'ESTI si impegna per un utilizzo sicuro dell'elettricità. Tra i suoi compiti vi è la sorveglianza e il controllo nel settore degli impianti elettrici a bassa tensione.

Chi esegue, modifica, ripara e controlla tali impianti, deve avere un'autorizzazione d'installazione o un'autorizzazione di controllo dell'ESTI. L'obbligo di autorizzazione è motivato dalla pubblica sicurezza (tutela delle persone e dei beni dai rischi dell'elettricità). Chi installa o controlla senza autorizzazione e chi contravviene agli obblighi connessi con un'autorizzazione, è perseguibile penalmente. Contravviene in particolare agli obblighi connessi con un'autorizzazione chi non esegue o esegue in modo manifestamente scorretto i controlli o consegna al proprietario impianti elettrici con difetti pericolosi; inoltre, chi mette a disposizione di terzi la sua autorizzazione d'installazione o di controllo.

L'ESTI ha trattato 262 casi per possibili violazioni dell'OIBT. Ne sono risultate 183 denunce all'UFE; 102 per aver eseguito lavori d'installazione senza autorizzazione, 5 per aver effettuato controlli senza autorizzazione e 75 per violazioni dell'obbligo del titolare dell'autorizzazione. Il 36 per cento delle denunce per aver eseguito lavori d'installazione senza autorizzazione riguardavano persone o imprese con domicilio rispettivamente sede in uno Stato dell'UE.

Contatto:

Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI
Servizio giuridico
Iris Zanetti, 044 956 13 72
Luppmenstrasse 1, 8320 Fehraltorf
info@esti.admin.ch
www.esti.admin.ch


Ces informations peuvent également vous intéresser: