Eidgenössisches Starkstrominspektorat ESTI

Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI: Spine svizzere parzialmente isolate per una maggiore sicurezza

Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI: Spine svizzere parzialmente isolate per una maggiore sicurezza
Spine parzialmente isolate di tipo 11 (a 2 poli) e 12 (a 3 poli). / Testo complementare con ots e su www.presseportal.ch. L' utilizzo di quest'immagine è gratuito per scopi redazionali. Pubblicazione sotto indicazione di fonte: "obs/Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI".

Fehraltorf (ots) - Con la nuova "norma svizzera ASE 1011:2009" per spine e prese, quale novità principale vengono introdotte spine parzialmente isolate del tipo 11 (a 2 poli, 10 A) e del tipo 12 (a 3 poli, 10 A).

In tal modo viene aumentata la protezione dal contatto al momento di inserire/estrarre spine parzialmente isolate in/da prese del tipo 12 (senza colletto di protezione).

Nella fattispecie, in materia di immissione sul mercato l'Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI ha preso la seguente decisione per il passaggio alla nuova generazione delle spine parzialmente isolate di tipo 11 e 12:

Dopo il 31.12.2012 in Svizzera le vecchie spine del tipo 11 e 12 non possono più essere fabbricate né importate. Per gli apparecchi elettrici fabbricati o importati a partire dal 01.01.2013 si devono utilizzare le nuove spine del tipo 11 e 12 con spinotti parzialmente isolati (figura).

Tutti gli apparecchi esistenti muniti di vecchie spine del tipo 11 e 12 devono essere ritirati dal commercio e dai negozi entro il 31.12.2016.

Dopo il 31.12.2016 le prese del tipo 12 (senza colletto di protezione) non possono più essere immesse sul mercato, né installate e quindi neppure spostate nelle installazioni esistenti.

Contatto:

Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI
Sorveglianza di mercato
Luppmenstrasse 1
8320 Fehraltorf
Tel.: +41/44/956'12'30
Peter Fluri
E-Mail: mub.bs.info@esti.ch



Plus de communiques: Eidgenössisches Starkstrominspektorat ESTI

Ces informations peuvent également vous intéresser: