LTV Gelbe Seiten AG

Elenchi truffa: Decisione del Tribunale contro B und P

Zürich (ots) - Il tribunale commerciale del Cantone di Zurigo vieta un formulario d'offerta che induce in errore, che è stato inviato alle aziende in modo massiccio e senza che siano stati richiesti per la stipulazione di contratti d'inserzione. B und P Dienstleistungen GmbH (www.ch-telefon.ch) viola da lungo il diritto alla concorrenza con la spedizione dei suoi formulari per l'iscrizione in un elenco telefonico online. Nel processo che ha visto contrapposte la LTV Pagine Gialle SA e la B und P Dienstleistungen GmbH (www.ch-telefon.ch), in data 31 maggio 2010 il Tribunale commerciale del Cantone di Zurigo ha emesso la sentenza che era ansiosamente attesa da tempo. Per molti anni B und P ha spedito in modo massiccio a clienti commerciali formulari d'offerta non richiesti per l'iscrizione in un elenco telefonico online. Tale formulario non contiene alcuna indicazione del fatto che si tratta di un'offerta per la stipulazione di un contratto e non della conferma di un ordine già trasmesso. La modalità di presentazione e i dati del cliente già prestampati danno inoltre l'impressione che esista già un rapporto contrattuale e che debba soltanto essere verificato il buono stampa. Le disposizioni contrattuali essenziali come prestazione, durata del contratto e prezzo, non si trovano in alcun passaggio di testo stampato nel quale sono contenute solitamente le condizioni commerciali generali. Inoltre non è chiara la provenienza del formulario. Pertanto, nel corso dell'anno numerosi clienti commerciali hanno rispedito il formulario firmato, non sapendo che in questo modo stipulavano un contratto oneroso per un'iscrizione in un elenco telefonico incompleto. Molti clienti non hanno quindi pagato le fatture di B und P, cosa che ha portato a processi e procedure di esecuzione. B und P non si è lasciata impressionare né dai titoli negativi a caratteri cubitali sui media, né da una decisione della Commissione per la lealtà e ha continuato imperterrita nella sua attività di acquisizione. La LTV ha tentato di porre un freno alla pratica commerciale della B und P citandola in giudizio nel marzo 2009 per violazione della legge federale sulla concorrenza sleale. Ora il Tribunale commerciale di Zurigo ha accolto l'istanza della LTV e ha vietato alla B und P, con minaccia di differimento dei suoi organi responsabili al giudice penale per reato di contravvenzione, di utilizzare il suo formulario d'offerta per la stipulazione di contratti d'inserzione nel suo elenco telefonico online, finora spedito massicciamente benché non richiesto, e segnatamente con o senza indirizzo prestampato. Il Tribunale commerciale ha motivato sostanzialmente la sua decisione affermando che il formulario in questione a causa della sua presentazione esterna complessiva comporta il pericolo di suscitare in un numero notevole di destinatari medi non prevenuti l'impressione che esista già un rapporto contrattuale riguardante l'iscrizione nell'elenco, per il quale deve essere verificata e confermata l'esattezza dei dati. Inoltre può indurre l'impressione che l'iscrizione sia gratuita. La struttura del formulario mira intenzionalmente a distogliere il lettore medio dal fatto che si tratta di un'offerta per un nuovo contratto a titolo oneroso. La sentenza è immediatamente esecutiva. Ciò significa che, con effetto immediato, la B und P non può più utilizzare il formulario in questione. Tuttavia la B und P può presentare un ricorso cantonale per nullità presso il Tribunale di cassazione e/o un ricorso in materia civile al Tribunale federale. Entrambe le istanze possono pertanto produrre d'ufficio un effetto sospensivo. Con questa sentenza del Tribunale commerciale la LTV ha aperto una falla nell'onestà dell'attività che ruota attorno agli annuari telefonici. In base alle chiare affermazioni del Tribunale commerciale, in futuro sarà più facile provare la colpevolezza di editori di elenchi telefonici poco seri. Inoltre, i clienti truffati potranno essere tutelati meglio contro crediti non giustificati di editori di annuari telefonici sospetti. ots Originaltext: LTV Gelbe Seiten AG Internet: www.presseportal.ch Contatto: Christiane Büring, Tezcan Sahin Marketing & Business Development Thurgauerstrasse 40 Postfach 8052 Zürich Tel.: +41/44/308'68'68 Fax: +41/44/308'67'74 E-Mail: Buering.Christiane(at)ltv.ch E-Mail: Sahin.Tezcan(at)ltv.ch Internet: http://www.ltv.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: