Pro Juventute

Pro Juventute lancia una campagna nazionale di mobilitazione per rivendicare più spazio adatto ai bambini

Zurigo/Berna (ots) - La più grande organizzazione svizzera per l'infanzia e la gioventù avverte: In Svizzera ci sono sempre meno spazi liberi adatti ai bambini. Secondo un recente studio comparativo per la Germania, 4 bambini su 10 non trovano più spazi ricreativi per giocare liberamente e senza custodia vicino a casa. Valori empirici dimostrano che in Svizzera la situazione è identica. La mancanza di spazi adatti, dove i bambini possono sfogarsi e fare le loro esperienze, incide negativamente sullo sviluppo infantile. Il problema: oggigiorno gli spazi pubblici sono spesso zona vietata per i bambini. Il parco giochi e il cortile della scuola sono chiusi, per paura di eventuali pericoli s'impedisce ai bambini di uscire, inoltre nella pianificazione comunale le esigenze dei più piccoli finiscono nel dimenticatoio. Il problema è ancora più grave per i bambini di famiglie socialmente svantaggiate che spesso vivono in zone prive di parchi o giardini adatti per giocare. Oggi mercoledì sulla Piazza federale a Berna Pro Juventute lancia, insieme a 300 bambini, la campagna nazionale per l'infanzia "Spazi liberi - più posto per noi! Anche i bambini hanno il diritto di forgiare il nostro mondo", con la quale si rivendicano più spazi accessibili e a misura dei bambini. Fa parte della campagna anche l'app gratuita per bambini «Più spazio per te!» con la quale i bambini possono scoprire l'ambiente che li circonda.

Con la richiesta "Spazi liberi - più posto per noi! Anche i bambini hanno il diritto di forgiare il nostro mondo", la fondazione Pro Juventute avvia oggi sulla Piazza federale di Berna la sua campagna di mobilitazione e di sensibilizzazione nazionale. Per quest'occasione oltre 300 bambini hanno dato inizio a una caccia al tesoro in tutta la Svizzera, che permetterà di indirizzare i bambini di ogni cantone a luoghi adatti a loro negli spazi pubblici. «Questa iniziativa sulla Piazza federale vuole essere un'esortazione», spiega il direttore di Pro Juventute Robert Schmuki. «Le lezioni importanti della vita non s'imparano nell'aula scolastica, ma fuori nel cortile o sul tragitto casa-scuola». Per questo i bambini hanno bisogno di luoghi adatti negli spazi pubblici.» L'iniziativa di Pro Juventute sottolinea anche l'urgenza della questione. A questo proposito il Dr. Sven Goebel, Caposettore Spazi ricreativi & Partecipazione di Pro Juventute: «Si tende a sottovalutare la portata degli effetti negativi. Per un sano sviluppo psico-fisico e sociale dei bambini gli spazi liberi sono assolutamente fondamentali. I bambini sviluppano capacità come la resistenza, l'agilità, la coordinazione, la percezione, il saper affrontare dei conflitti, l'autostima e l'empatia soltanto se hanno a disposizione degli spazi liberi, dove possono giocare all'aria aperta e fare le loro esperienze.» Secondo Pro Juventute l'offerta di questi spazi liberi è sempre più a rischio. I motivi sono da ricercare in una cultura del divieto sempre più intensa, in un crescente bisogno di sicurezza e nella mancanza da parte dei comuni di considerare le esigenze dei bambini e dei giovani nella pianificazione del territorio. Secondo un recente studio per la Germania , 4 bambini su 10 non trovano più spazi ricreativi per giocare liberamente e senza custodia vicino a casa. Valori empirici dimostrano che in Svizzera la situazione non è diversa. Con la campagna nazionale per i bambini ,Più spazio' Pro Juventute vuole dare ai bambini accesso a più spazi pubblici e sensibilizzare i cittadini al problema. I giovani, i genitori, gli insegnanti e gli esperti trovano maggiori informazioni e approfondimenti a riguardo sulla piattaforma online www.projuventute.ch/spazio

La mancanza di spazi liberi ha gravi conseguenze per lo sviluppo infantile

Per spazi liberi s'intendono posti pubblici e privati all'esterno ma anche in edifici, liberamente accessibili ai bambini. Questi spazi diventano sempre più rari a causa della frammentazione urbana, dell'aumento del traffico, dell'urbanizzazione, dei divieti d'accesso a luoghi pubblici e del forte bisogno di sicurezza. Con ripercussioni negative sullo sviluppo infantile. Oggi circa un quinto degli scolari della Svizzera è in sovrappeso . Molti bambini non riescono più ad afferrare una palla, a tenersi in equilibrio su un muretto o ad arrampicarsi su di un albero. Il 77% di tutti gli incidenti infantili è da ricollegare ai deficit della coordinazione motoria. Sven Goebel aggiunge: «I bambini che possono usufruire degli spazi adatti per muoversi in libertà, per vivere la loro creatività e per fare le loro esperienze, attraversano importanti tappe di crescita dove rafforzano la loro autostima, sviluppano un sano rapporto con il loro corpo e dove imparano a relazionarsi con altri bambini. Se questi spazi diminuiscono o come in alcuni quartieri addirittura spariscono, le conseguenze per lo sviluppo infantile sono molteplici e incisive.

Spazio libero - un diritto dei bambini

Con la campagna avviata oggi, Pro Juventute rivendica un diritto ancorato nella Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia (articolo 31): il diritto al gioco e ad attività ricreative. Per questo ci vogliono spazi pubblici adeguati e una pianificazione, una creazione e una manutenzione che tengano conto delle esigenze dei bambini. I bambini dovrebbero poter prendere parte attivamente alla creazione di questi luoghi. Da molti anni Pro Juventute s'impegna per offrire ai bambini degli spazi liberi, dove possono fare le loro esperienze e sviluppare le loro capacità. Con l'attuale campagna di mobilitazione e sensibilizzazione per rivendicare più spazi liberi per i bambini la fondazione si ricollega a una lunga tradizione: i parco giochi Robinson e la consulenza per parco giochi iniziati nel 1950.

La app per bambini «Più spazio per te!»

La app per bambini «Più spazio per te!» è stata realizzata da Pro Juventute in collaborazione con il centro specializzato SpielRaum di Berna e lo sviluppatore di videogiochi svizzero Matthias Sala, presidente della Swiss Game Developpers Association (SGDA). La app sollecita i bambini a scoprire il loro ambiente circostante per sviluppare in modo ludico e interattivo una maggiore consapevolezza di luoghi adatti negli spazi pubblici. I bambini possono inserire i luoghi pubblici in una mappa della Svizzera e valutarli positivamente o negativamente secondo i loro criteri di idoneità. In questo modo si creerà una mappa della Svizzera contenente luoghi adatti ai bambini come utile fonte d'informazione per i bambini stessi, ma anche per i genitori e le persone di riferimento. Da subito la app «Più spazio per te!» può essere scaricata gratuitamente.

Blinkert, B. et al. (2015): Raum für Kinderspiel! Berlino 
Stamm, H. / M. Lamprecht / D. Wiegand (2014): Promozione Salute 
Svizzera - Monitoraggio Peso corporeo sano 2014. Berna. 
Kambas, A. / P. Antiniou / G. Xanthi / R. Heikenfeld / K. Taxildaris 
/ G. Godolias (2004): Unfallverhütung durch Schulung der 
Bewegungskoordination bei Kindergartenkindern. Deutsche Zeitschrift 
für Sportmedizin, anno 55, quaderno n. 2,  pagina 44-47 
Materiale da scaricare, informazioni sulla campagna e approfondimenti
sul tema spazi liberi

- App «Più spazio per te!» da scaricare:
Apple App Store: http://ots.ch/FeNjU 
Google Play Store: http://ots.ch/mbPwJ 
   - Informazioni sulla app per bambini, genitori, insegnanti ed 
     esperti: 
  http://ots.ch/PVIgA
   - Materiale fotografico sulla campagna e sulla app per bambini da 
     scaricare: 
  http://ots.ch/82oEc
   - Spot della campagna da scaricare: http://ots.ch/Se9GO
   - Piattaforma della campagna: www.projuventute.ch/spazio
   - Approfondimenti sul significato degli spazi liberi per lo 
     sviluppo infantile: 
  http://ots.ch/Odhf9 

Contatto:

Pro Juventute, Irene Meier, Responsabile Public Affairs,  
Responsabile aggiunta Comunicazione,
Tel. 044 256 77 36, 079 501 24 23, e-mail:
irene.meier@projuventute.ch

Pro Juventute, Ingo Albrecht, Responsabile Comunicazione
Tel. 044 256 77 39, e-mail: ingo.albrecht@projuventute.ch


Ces informations peuvent également vous intéresser: