Fondazione Monte Verità

Al Monte Verità apre il cantiere delle visioni - Presentazione nazionale del progetto miliare "Monte Visione"

    Zurigo (ots) - Pietra miliare nell'ambito del rilancio culturale della collina asconese. La Fondazione Monte Verità ha dato avvio al progetto di recupero e restauro di Casa Anatta, del percorso museale e dell'esposizione ideata da Harald Szeemann. Come già fecero i fondatori della comunità del Monte Verità il nuovo progetto è stato presentato durante un simbolico percorso attraverso la Svizzera. Presenti, a nome del comitato di patrocinio, Ruth Dreifuss e David Streiff.

    La Fondazione Monte Verità, nel corso degli ultimi sei anni, ha messo in atto un processo di apertura culturale del suo centro. Diverse le iniziative realizzate, inserite quali tappe di un percorso di valorizzazione, salvaguardia del patrimonio architettonico e storico, di promozione della natura e cultura del luogo: per esempio il restauro dell'Albergo Bauhaus, il progetto del tè, la creazione di un cartellone di manifestazioni, la costituzione di un forum dedicato ai diritti umani, i gemellaggi sul tema dell'utopia e la collaborazione con le Isole di Brissago.

    Nel 2005 gli architetti Bruno Reichlin e Gabriele Geronzi hanno sottoposto alla Fondazione una prima valutazione selle necessità e le modalità d'intervento. A partire dall'inizio del 2009 si è aggiunto lo storico Andreas Schwab con il mandato di seguire, in collaborazione con l'Archivio di Stato, il processo di catalogazione e gestione dei materiali esposti del Fondo Szeemann. Schwab ha pure redatto un concetto preliminare di riallestimento della mostra storica di Harald Szeemann con l'introduzione di un nuovo percorso di mediazione della storia, nonché l'implementazione del concetto di forum culturale. Il futuro sarà quindi caratterizzato dal progetto "Monte Visione" che vuole raggruppare gli interventi di restauro a quelli di comunicazione e 'messa in rete'.

    Il risultato è un progetto che sia in grado, basandosi sulle indelebili testimonianze del passato, di preparare il terreno a nuove visioni. Per finanziare gli investimenti che ammontano complessivamente a 5,6 milioni di franchi (1,2 già concessi per i lavori preliminari) sarà necessario coinvolgere sia l'ente pubblico che il settore privato. Il gruppo di lavoro sarà coadiuvato da un comitato di patrocinio al quale aderiscono personalità del mondo politico, imprenditoriale e culturale.

    Foto tramite: www.photopress.ch/image/aktuell/oktober+09

ots Originaltext: Fondazione Monte Verità
Internet: www.presseportal.ch

Contatto:
Claudio Rossetti
Tel.:    +41/91/785'40'40
E-Mail: claudio.rossetti@monteverita.org



Plus de communiques: Fondazione Monte Verità

Ces informations peuvent également vous intéresser: