AXA Winterthur

Crash test 2015
Furgoni - un carico di rischi

Crash test 2015 / Furgoni - un carico di rischi
Tamponamento, da parte di un furgone, di una colonna di mezzi fermi / Crash test di Wildhaus / Furgoni - un carico di rischi / Testo complementare con ots e su www.presseportal.ch/it/pm/100015096 / L' utilizzo di quest'immagine è gratuito per scopi redazionali. Pubblicazione sotto indicazione di fonte: "obs/AXA Winterthur"

Winterthur (ots) - I circa 330 000 piccoli transporter in circolazione sulle strade svizzere provocano grosso modo il 50 percento di incidenti in più rispetto alle autovetture. Come emerge dai più recenti crash test condotti da AXA Winterthur, i problemi principali sono costituiti dalle inusuali dimensioni di questi mezzi e dall'altezza del cofano. Il maggiore assicuratore svizzero di veicoli a motore chiede che sul fronte della prevenzione vengano presi concreti provvedimenti istituendo un obbligo di istruzione e perfezionamento.

Ovunque presenti sulle nostre strade, i furgoni fino a 3,5 t sono molto pericolosi: basti pensare che, rispetto alle autovetture, provocano circa il 50 percento di incidenti in più. È quanto emerge dalle cifre in possesso di AXA Winterthur. «Dal 2011 in poi gli incidenti che hanno per protagonisti dei furgoni sono andati aumentando. A provocarli sono tanto i conducenti meno esperti quanto quelli più rodati» spiega Bettina Zahnd, responsabile del reparto Infortunistica e prevenzione di AXA Winterthur.

Generalmente i conducenti occasionali si servono di piccoli transporter per effettuare traslochi o trasportare mobili dal negozio a casa. Le inusuali dimensioni - altezza, larghezza e lunghezza nonché massa del veicolo - e l'ampio angolo morto costituiscono un grave ostacolo per molti. Anche il volume rappresenta un pericolo generalmente sottovalutato - veicoli sovraccarichi o caricati in modo errato possono causare incidenti o peggiorarne le conseguenze. «Un obbligo di informazione per le imprese di noleggio e un giro di prova sono quindi indispensabili», richiede Bettina Zahnd.

Anche chi guida furgoni per lavoro e vanta dunque una maggiore dimestichezza con questi mezzi provoca un numero di incidenti superiore alla media. L'esperta di infortunistica Bettina Zahnd: «La maggioranza degli incidenti si verifica in fase di manovra e parcheggio. Non va inoltre dimenticato che i conducenti professionali lavorano spesso a ritmi serrati. Scarsa attenzione, distrazione, stanchezza ed errori nell'assicurare il carico possono avere conseguenze disastrose. Chiediamo pertanto che per gli utilizzatori professionali di piccoli transporter venga istituito l'obbligo di prendere parte a periodici corsi di perfezionamento».

In caso di incidenti, il cofano alto e la parte frontale piatta dei furgoni sono inoltre molto pericolosi, in particolare per i bambini. In caso di investimento da parte di un furgone, infatti, verranno centrati dalla parte frontale piatta del mezzo proprio in corrispondenza della testa. Ciò provocherà lesioni gravissime, se non addirittura letali.

«Gli incidenti con il coinvolgimento di furgoni possono avere conseguenze disastrose. È perciò fondamentale che le misure preventive da noi rivendicate vengano poste in atto al più presto» conclude Zahnd.

Ulteriori informazioni, foto, video e statistiche sugli attuali crash test: http://crashtests-wildhaus.net/

Download gratuito di filmati high-speed e immagini (utilizzare FileZilla):

   Server FTP: ds.screenpro.ch
   Nome utente: axa_ftp 
   Password: ScR@PrO5 
   Cartella: Filestation 

Ulteriori informazioni:


AXA Winterthur, Media Relations, +41 58 215 22 22, media@axa.ch



Ces informations peuvent également vous intéresser: