SRG SSR

Il rapporto di gestione 2014 della SRG SSR è online

Bern (ots) - L'Assemblea dei delegati della SSR ha approvato il rapporto di gestione e il bilancio dell'esercizio 2014. I delegati hanno inoltre detto SÌ all'unanimità alla nuova legge sulla radiotelevisione, sottoposta a votazione popolare il prossimo 14 giugno, e si sono occupati della definizione di un servizio pubblico al passo con i tempi.

L'Assemblea dei delegati ha espresso il proprio assenso unanime alla revisione della legge sulla radiotelevisione (LRTV). Il disegno di legge sarà sottoposto a votazione popolare il 14 giugno 2015. Grazie a internet è ormai possibile captare radio e televisione tramite diversi dispositivi, motivo per cui un cambiamento di sistema diventa inevitabile. Nell'era digitale, la correlazione tra il canone e un apparecchio fisico è superata. Il nuovo sistema di riscossione sarà più semplice, più equo e più economico. Dal momento che quasi tutte le economie domestiche e le aziende pagheranno il canone, le ispezioni dell'autorità di riscossione saranno abolite. Per le economie domestiche, il canone diminuirà da 462 a 400 franchi circa. Anche per le imprese sono previsti sgravi: il 75 per cento di esse sarà esonerato mentre un altro 9 per cento pagherà meno di quanto ha fatto finora. La nuova legge gioverà anche e in particolar modo alle radio e alle TV private che riceveranno fino a 27 milioni di franchi in più all'anno.

A fine anno prenderà il via il dibattito sul servizio pubblico audiovisivo. Il Consiglio federale intende pubblicare un rapporto in merito e la SSR vuole fornire il proprio contributo. Conformemente allo statuto, l'Assemblea dei delegati, in qualità di massimo organo della SSR e parte integrante dell'associazione mantello, conduce e promuove il dibattito sul servizio pubblico. Come avvenuto più volte in passato, i delegati sono tornati ad occuparsi di servizio pubblico per elaborare, in vista dell'imminente discussione, un documento contenente valori di riferimento e condizioni quadro.

I 41 delegati provenienti da tutte le regioni svizzere hanno sbrigato celermente gli affari statutari. Il rapporto di gestione, incluso il rapporto sulla qualità e sul servizio pubblico, e il bilancio 2014 sono stati approvati. L'esercizio si è concluso con un'eccedenza di 4,8 milioni di franchi, malgrado i notevoli costi sostenuti per vari eventi sportivi di grande portata.

Più produzioni proprie e maggiori prestazioni di servizio pubblico Dal rapporto di gestione della SSR emerge che l'esercizio 2014 è stato tra l'altro caratterizzato da brillanti iniziative in campo culturale, grandi manifestazioni sportive, l'estensione dell'offerta per disabili sensoriali e un aumento delle produzioni proprie.

Cultura svizzera

La SSR sostiene la cultura svizzera con un contributo annuale di 40 milioni di franchi. Solo nel quadro del Pacte de l'audiovisuel sono state realizzate 158 opere (film per il cinema e la televisione, documentari, cortometraggi e film d'animazione) al cui finanziamento la SSR ha partecipato per 23 milioni di franchi. L'impegno ha dato i suoi frutti: nel 2014 sono state coproduzioni della SSR ad aggiudicarsi entrambi i premi messi in palio in occasione delle Giornate del cinema di Soletta («Spartiates» e «Usfahrt Oerlike») e il premio del pubblico del Festival del film Locarno («Schweizer Helden»), mentre il cortometraggio coprodotto «Parvaneh» è stato nominato per l'Oscar 2015. Anche il settore musicale nostrano non si può lamentare: lo scorso anno le emittenti SSR hanno trasmesso in media il 20 per cento di musica svizzera con picchi sulle onde di Radio SRF Virus (51%) e Radio Rumantsch (49,6%).

Solidarietà

Anche nel 2014 la SSR ha sottotitolato a beneficio dei disabili sensoriali un terzo del tempo d'antenna televisivo, tra cui tutti i programmi andati in onda tra le 19 e le 22 (prima serata) sulle prime reti. Ogni giorno, inoltre, un'edizione del «Tagesschau» è stata diffusa in contemporanea in lingua dei segni. Grazie poi all'audiodescrizione, la descrizione sonora contestuale delle immagini, anche ciechi e ipovedenti hanno potuto seguire complessivamente 188 film.

Sport

Lo scorso anno la SSR ha coperto interamente i giochi olimpici invernali, la coppa del mondo di calcio, i campionati europei di atletica leggera e altre importanti manifestazioni sportive. Per la produzione delle immagini di tutte gare di sci alpino di Sochi, diffuse nel mondo intero, la SSR è stata premiata con il «Golden Rings Awards» per «la migliore produzione dei giochi olimpici invernali». Le trasmissioni inerenti alla coppa del mondo di calcio svoltasi in Brasile hanno poi indotto i consigli del pubblico di tutte le regioni a esprimere l'opinione condivisa secondo cui la SSR è riuscita a combinare bene i reportage puramente sportivi con informazioni sul Paese ospitante, offrendo così al pubblico un valore aggiunto.

Retribuzioni del direttore generale

Il sistema salariale dei quadri della SSR consiste in uno stipendio di base (circa l'85%) e una componente di prestazione legata al raggiungimento degli obiettivi. In precedenza, la parte variabile dello stipendio era corrisposta nel mese di dicembre. Nel 2012 è stato deciso di spostare il versamento ad aprile dell'anno successivo, in modo da avere più tempo per una valutazione approfondita delle prestazioni. Il passaggio alle nuove modalità di versamento è avvenuto gradualmente: la componente variabile 2012 è stata liquidata in due tranche (il 60% a dicembre 2012 e il 40% ad aprile 2013), mentre quella relativa al 2013 è stata versata ad aprile 2014. Senza il cambiamento delle modalità di versamento, lo stipendio del direttore generale si sarebbe sviluppato nel modo seguente:

2008: 549 000 franchi (A. Walpen) 2009: 576 000 franchi (A. Walpen) 2010: 621 000 franchi (A. Walpen) 2011: 543 000 franchi (R. de Weck) 2012: 548 000 franchi (R. de Weck) 2013: 553 000 franchi (R. de Weck) 2014: 560 000 franchi (R. de Weck)

A causa dell'introduzione graduale delle nuove modalità di versamento, negli ultimi anni lo stipendio del direttore generale ha presentato un andamento irregolare. Come previsto dalle disposizioni di legge, le retribuzioni del direttore generale sono state pubblicate nel rapporto di gestione come segue:

2011: 543 000 franchi (R. de Weck) 2012: 510 000 franchi (R. de Weck)* 2013: 492 000 franchi (R. de Weck) 2014: 560 000 franchi (R. de Weck)**

* Nuove modalità di versamento (in parte nel 2013); non paragonabile all'anno precedente. ** Non paragonabile all'anno precedente (anno in corso invece che anno precedente).

Il rapporto di gestione, incluso il bilancio, è disponibile all'indirizzo www.srgssr.ch/gb2014.

Contatto:

Comunicazione aziendale SRG SSR
Daniel Steiner, portavoce, 079 827 00 66


Plus de communiques: SRG SSR

Ces informations peuvent également vous intéresser: