SRG SSR

Mondiali di calcio: l'offerta SSR promossa a pieni voti

Bern (ots) - Nei mesi di giugno e luglio, in occasione del Campionato mondiale di calcio in Brasile, i cinque Consigli del pubblico (SRG.D, RTSR, Corsi, SRG.R e Swissinfo) hanno organizzato un osservatorio comune sulle trasmissioni e le offerte della SSR. Nel complesso l'operato di tutte le unità aziendali ha riscosso un generale consenso. Particolarmente apprezzate sono state la presentazione della Nazione ospitante alla vigilia del campionato, la quantità e la qualità delle immagini e dei video messi a disposizione e l'adozione dell'app ufficiale FIFA. Ma proprio il ruolo svolto dalla FIFA ha sollevato critiche.

Il gruppo di lavoro nazionale dei presidenti dei Consigli del pubblico, al termine di un giro di consultazioni con i responsabili di RSI, RTR, RTS, SRF, Swissinfo e della Business Unit Sport (BUS), conferma che l'eccezionale performance offerta al pubblico svizzero prima e durante il Campionato mondiale di calcio in Brasile è stata resa possibile soltanto grazie allo straordinario lavoro dei 99 collaboratori in loco (quasi un terzo in meno che nel 2010) e di quelli negli studi di Lugano, Zurigo, Ginevra, Coira e Berna. I responsabili hanno dimostrato che attraverso una stretta collaborazione tra le regioni linguistiche è possibile conseguire un notevole risparmio di risorse. I 10'000 giornalisti chiamati a comunicare un evento di portata mondiale necessitano di un buon coordinamento e di modalità operative creative. Tanto per fare un confronto, ARD e ZDF disponevano in Brasile di ben 500 corrispondenti per un'unica lingua.

Nel complesso le prestazioni di tutte le unità aziendali sono state valutate molto positivamente e i contenuti delle trasmissioni si sono contraddistinti per l'elevata qualità giornalistica. Per oltre due mesi il Brasile e i Mondiali sono stati l'argomento principale di varie trasmissioni radio-tv e online. Ciò ha consentito di veicolare, oltre a un resoconto completo e dettagliato di tutte le partite, anche numerose informazioni sul Brasile. Grande entusiasmo ha riscosso anche l'applicazione ufficiale. Nonostante le critiche della stampa le telecronache delle partite, corredate con informazioni approfondite di qualità, hanno ricevuto il plauso generale; ma con l'augurio di ritrovare, tra quattro anni, un team composto finalmente anche da telecroniste. Molto apprezzate l'offerta radiofonica di RSI, che ha saputo intrattenere anche un pubblico non particolarmente interessato al calcio e, per la prima volta, la telecronaca in romancio delle partite della Nazionale svizzera, organizzata da RTR in live stream su rtr.ch.

Materia di discussione è stato il ruolo svolto dalla FIFA, con diritti di trasmissione ogni quattro anni sempre più cari da un lato, e con l'offerta di servizi sportivi già confezionati dalla propria divisione di produzione dall'altro. Alla luce della forte propensione al risparmio dei media, ciò non fa che aumentare la tentazione di acquistare tali pacchetti e rinunciare sempre più al contributo dei giornalisti sportivi indipendenti in loco per la realizzazione di servizi propri. Anche la SSR si è lasciata tentare: l'app dei Mondiali e la rubrica della SRF "FIFA WM-Preview " sono state acquisite direttamente dalla Federazione internazionale di calcio. I Consigli del pubblico hanno intuito la volontà della SSR di allentare il cappio della FIFA sui diritti televisivi attraverso la produzione di contributi obiettivi e interessanti sul Paese ospitante e le sue tradizioni. Particolarmente apprezzato al riguardo è stato il ricorso a reporter al di fuori del settore sportivo.

Il Gruppo di lavoro conferma in linea generale che tra tutte le emittenti a contributo pubblico la SSR è quella che a livello mondiale offre la più ampia gamma di servizi dedicati allo sport. Tuttavia, la crescente tendenza alla privatizzazione degli eventi sportivi fa lievitare il prezzo dei diritti, e ciò potrebbe causare un taglio delle offerte da parte delle emittenti pubbliche. Il pubblico si vedrebbe così costretto ad acquistare le immagini e le telecronache da canali privati di pay-tv a costi di gran lunga superiori rispetto agli attuali canoni radiotelevisivi.

Gruppo di lavoro dei presidenti dei Consigli del pubblico SRG SSR

Contatto:

prof. Manfred Pfiffner, presidente, presidente del Consiglio del
pubblico SRG.D, 079 820 50 61



Plus de communiques: SRG SSR

Ces informations peuvent également vous intéresser: