SRG SSR

Disavanzo superiore alle previsioni - L'aumento del canone non entra in discussione - Inevitabile la riduzione dell'offerta - Deciso il raggruppamento delle unità aziendali in ciascuna regione linguistica

    Bern (ots) - Berna, 19 marzo 2009. La SRG SSR idée suisse chiude l'esercizio 2008 con un deficit di 79 milioni di franchi, superiore alle aspettative. Fino al 2007, attraverso misure di risparmio ed efficienza l'azienda aveva saputo far fronte al rallentamento degli introiti, diminuiti dal 2000 in termini reali. Ora però le prospettive finanziarie sono tutt'altro che rassicuranti. Tenuto conto della crisi economica, per la SRG SSR un aumento del canone non è all'ordine del giorno: una riduzione dell'offerta dei programmi è dunque inevitabile. Le decisioni al riguardo saranno adottate in parallelo con il piano finanziario. Oltre a quello finanziario, sta mutando anche il contesto tecnologico ed editoriale. Il Consiglio d'amministrazione della SRG SSR ha pertanto varato gli obiettivi e le condizioni quadro della «convergenza», valide per tutta l'azienda. È previsto il raggruppamento delle unità aziendali in ciascuna regione linguistica e una maggior collaborazione tra Radio, Televisione e Online. Si terrà conto delle differenze tra mercati e culture, verrà garantito il pluralismo editoriale e le principali ubicazioni saranno mantenute.

    Il disavanzo 2008 è superiore alle previsioni La SRG SSR chiude l'esercizio 2008 con un disavanzo di 79 milioni di franchi (2007: -18.5 milioni). Il deficit era stato preventivato a 57 milioni, dovuti anche ai due grandi avvenimenti sportivi dell'anno (l'EURO2008 e i Giochi Olimpici di Pechino), non interamente rifinanziabili. Nell'anno in esame, inoltre, sono diminuiti gli introiti commerciali: la pubblicità TV, in particolare, ha perduto terreno a causa delle restrizioni giuridiche che, viceversa, hanno favorito un aumento del fatturato delle «finestre pubblicitarie» estere. La crisi economica tocca anche la Cassa pensioni (CPS), confrontata con una copertura insufficiente che necessita l'intervento del datore di lavoro per risanare altri costi non preventivati. Anche nel 2009, inoltre, bisognerà fare i conti con un disavanzo: complice un inaspettato rialzo del rincaro a fine ottobre 2008, quest'anno gli stipendi aumentano dell'1,9% e, insieme con i provvedimenti salariali individuali, la massa salariale della SRG SSR cresce complessivamente del 2,8%, mentre i proventi commerciali risentono della crisi economica.

    Un adeguamento del canone non è all'ordine del giorno Nel 2008 le risorse finanziarie, già scarseggianti negli ultimi anni, si sono ulteriormente assottigliate. Dal 2000, infatti, gli introiti reali sono andati diminuendo, mentre sono aumentate le esigenze del servizio pubblico audiovisivo. L'azienda, tuttavia, è riuscita a far fronte a questa situazione almeno fino al 2007, attuando misure di risparmio e di efficienza. Tenuto conto della crisi economica, per la SRG SSR un aumento del canone non è all'ordine del giorno. Questa realtà finanziaria, tuttavia, ha indotto il Consiglio d'amministrazione e il Comitato direttivo della SRG SSR a varare un ulteriore pacchetto di risparmi. In dicembre 2008 è stato deciso di congelare il numero di posti del 2009 ai livelli del budget 2008 e di innalzare il volume dei risparmi a circa 100 milioni di franchi fino al 2010.

    Inevitabile una riduzione dell'offerta di programmi Nonostante il pacchetto di tagli, e tenuto conto della reale diminuzione dei proventi e delle attuali prospettive finanziarie, una riduzione dell'offerta e delle produzioni proprie è inevitabile. Dove, quando e quanto semplificare nei prossimi tre, cinque anni? Sono questi gli interrogativi che la SRG SSR e i suoi organi direttivi dovranno porsi con forza per il piano a medio termine. In particolare, si tratterà di incidere il meno possibile sulla qualità, sulla rilevanza e sulla pluralità.

    La convergenza permetterà di aumentare la pluralità, la qualità e la produttività Digitalizzazione, abitudini del pubblico che cambiano e, soprattutto, maggiori aspettative nei confronti del giornalismo obbligano le emittenti europee pubbliche e private a reimpostare le proprie modalità di lavoro e le proprie strutture. La convergenza schiude nuove collaborazioni intermediali, a livello editoriale-giornalistico, per tutelare e migliorare la pluralità, la qualità e la produttività di tutte le proposte, ma anche per offrire al pubblico l'accesso a contenuti tematici, senza costrizioni spazio-temporali. Collaborando sistematicamente, le redazioni potranno sfruttare appieno il loro potenziale editoriale, incrementare la produttività e rispondere alle mutate abitudini del pubblico.

    Il presupposto della convergenza sono unità aziendali regional-linguistiche Il 18 marzo il Consiglio d'amministrazione SRG SSR ha deciso che nel 2009 sarà definito in ciascuna regione l'assetto strutturale di una convergenza sistematica a livello redazionale. A tale scopo le unità aziendali Radio e Televisione nella Svizzera romanda e tedesca, fino ad oggi separate, dovranno essere riunite in un'unica unità regional-linguistica, come nel caso di RSI e RTR. Nei progetti di convergenza regionali non dovrà esserci il predominio di un mezzo di comunicazione sull'altro. Al riguardo, i consigli d'amministrazione regionali istituiranno delle direzioni di progetto che terranno conto di questo vincolo; parimenti, anche la composizione delle squadre di progetto dovrà essere equilibrata. La nomina dei direttori avverrà non appena il Consiglio d'amministrazione SRG SSR avrà approvato i singoli progetti.

    Le principali ubicazioni saranno mantenute Le principali ubicazioni (Lugano Besso, Comano, Ginevra, Losanna, Berna, Basilea, Zurigo e Coira), ripartite sul territorio secondo criteri federalisti, rimarranno invariate. Per contro, saranno possibili dei trasferimenti all'interno dei siti e tra i siti stessi, con un approccio pragmatico che permetterà di rispettare le particolarità dei mercati e delle culture regionali, di avanzare a tappe e di sfruttare le sinergie. È possibile che, a seconda delle caratteristiche di una regione, l'attuazione avvenga con tempistiche e intensità diverse.

    I settori di supporto saranno ottimizzati Alla luce della situazione finanziaria, la SRG SSR deve puntare a una maggiore economicità e a un migliore sfruttamento delle sinergie. Grazie alla standardizzazione dei processi e dei sistemi, così come alla riorganizzazione dei processi di supporto, la produttività aumenterà di 10%, pari all'1%-2% circa del gettito del canone. I mezzi conseguiti grazie all'incremento della produttività andranno a coprire anche i costi di ristrutturazione della convergenza.

    Personale: i diretti interessati saranno coinvolti Gli obiettivi e le condizioni quadro varate dal Consiglio d'amministrazione della SRG SSR costituiscono la base sulla quale pianificare i progetti di convergenza regionali. Questo processo si protrarrà per diversi mesi; i dipendenti interessati e il partner sociale saranno coinvolti a seconda delle loro prerogative. La realizzazione dei progetti di convergenza regionali potrà partire non appena il Consiglio d'amministrazione SRG SSR avrà dato il nulla osta. Alla RSI la realizzazione è già in corso, in Svizzera romanda inizierà verosimilmente all'inizio del 2010; in Svizzera tedesca, tenuto conto delle dimensioni e della complessità delle strutture, nel secondo semestre 2010. La transizione da due unità aziendali separate a una sola azienda, così come le trasformazioni dei processi lavorativi, avverranno progressivamente.

    Il rapporto completo sulla convergenza presentato al Consiglio d'amministrazione SRG SSR è online (www.srgssrideesuisse), in tedesco e francese.

    Cifre importanti del consuntivo 2008 della casa madre   Tutte le cifre in milioni di CHF

                                    Consuntivo 2008                      Consuntivo 2007
  
Tasse di ricezione                    1'128.9                                  1'122.1
Proventi commerciali                    361.1                                      363.4
Altri proventi                                90.7                                        84.3
Diminuzioni dei proventi                 0.0                                        -0.6
  
  
Proventi d'esercizio                 1'580.7                                  1'569.2
  
Costi del personale                      693.9                                      667.1
Costi di programma e
produzione                                    666.5                                      636.8
Altri costi d'esercizio                217.5                                      216.1
Ammortamenti e rettifiche
del valore                                      75.0                                        67.8
  
  
Costi d'esercizio                      1'652.9                                  1'587.8
  
Risultato d'esercizio                  -72.2                                      -18.6
  
Risultato finanziario                    -6.9                                         0.1
  
  
Risultato aziendale                      -79.1                                      -18.5

    Il Rapporto di gestione 2008 della SRG SSR idée suisse potrà essere consultato online (www.srgssrideesuisse) il 30 aprile 2009 e sarà inviato per posta lo stesso giorno.

Contatto: Comunicazione aziendale SRG SSR idée suisse

Daniel Steiner, portavoce, 079 827 00 66



Plus de communiques: SRG SSR

Ces informations peuvent également vous intéresser: