JTI Japan Tobacco International

Il Gruppo JT International e la Commissione Europea firmano un accordo quindicennale per la lotta contro il contrabbando e la contraffazione di sigarette

Ginevra, Svizzera (ots) - Il Gruppo JT International (JTI) ha annunciato oggi la firma di un accordo quindicennale con la Commissione Europea e Stati membri dell'Unione Europea, con il quale viene sancita la cooperazione tra le parti allo scopo di combattere il commercio illegale di sigarette nell'Unione europea. "La lotta contro il contrabbando e la contraffazione di sigarette è una priorità assoluta per JTI," è quanto ha affermato Pierre de Labouchère, presidente e amministratore delegato del Gruppo JT International. "L'unica soluzione esistente è rappresentata dall'unione delle risorse e dal coordinamento degli sforzi operati dai governi e dal mondo delle imprese," ha spiegato. Nel 2006 le sigarette di contrabbando sequestrate nell'Unione europea sono state quasi 5 miliardi, e ciò rappresenta solo quanto è stato ufficialmente denunciato, mentre si stima che il 65% di tale cifra sia costituito da sigarette contraffatte. Secondo l'Organizzazione mondiale delle dogane, l'Europa nel suo insieme rappresenta il 75 per cento di tutte le sigarette sequestrate nel mondo. Anche se è difficile stabilire la cifra esatta di sigarette contraffatte, è chiaro che la produzione di sigarette false è aumentata in modo drammatico nel corso degli ultimi tre anni. Sempre secondo de Labouchère, "questa attività massiccia, che agisce in modo sofisticato e a livello globale, penalizza sia i nostri legittimi distributori e i nostri consumatori - che a volte non ricevono il prodotto per cui hanno pagato - che i governi, i quali vengono privati dei loro legittimi introiti." L'accordo annunciato oggi è orientato al futuro e costituisce un complemento e una conferma di una serie di iniziative attuate da JTI nel corso degli anni. Secondo quanto stipulato, il Gruppo manterrà ed amplierà gli attuali programmi interni di compliance relativi alla fabbricazione, la vendita, la distribuzione e lo stoccaggio delle sigarette; agevolerà le inchieste che possano nascere dalla denuncia di violazioni e da transazioni sospette; continuerà ad applicare la certificazione dei committenti e dei clienti e garantirà procedure di pagamento trasparenti per tutte le transazioni. L'accordo prevede precisi procedimenti di sequestro, nonchè una stretta collaborazione con la Commissione Europea, l'Ufficio Europeo per la lotta antifrode (OLAF) e le autorità preposte nei singoli Stati membri. Nel campo dei sistemi di tracking and tracing (T&T), o tracciatura elettronica, nel quale nascono sempre nuovi strumenti e nuove soluzioni, JTI ha adottato un approccio sistematico nell'identificare la soluzione ottimale che possa essere di beneficio per tutte le parti coinvolte. Gli obiettivi iniziali del Gruppo sono di poter etichettare le casse di imballaggio delle sigarette in maniera che i funzionari governativi possano facilmente ottenere le informazioni chiave riguardanti la fabbricazione, lo stoccaggio e la vendita dei propri prodotti. In un secondo tempo, JTI estenderà la marcatura alle stecche di sigarette e, se necessario, ai pacchetti. Nel caso in cui i prodotti dovessero essere dirottati verso il mercato illegale, un'opportuna soluzione T&T permetterà a JTI e ai governi di collaborare in modo più stretto nell'individuazione della fonte di tali dirottamenti e nell'immediata adozione dei correttivi necessari. L'accordo prevede che il Gruppo JT International versi nel periodo di 15 anni 400 milioni di dollari US alla Commissione Europea e agli Stati membri partecipanti all'accordo. Tale importo potrà essere usato come sostegno supplementare alle attività anticontrabbando e anticontraffazione e contribuire cos" ad affrontare questi problemi sul territorio europeo. Nel rispetto di questo spirito di collaborazione, il presente accordo preclude la possibilità di qualsiasi futura azione civile contro JTI a seguito di presunti comportamenti passati relativi ad attività commerciali illecite. Le parti ritengono che questo sia il modo migliore per affrontare un problema che nessuna di esse è in grado di risolvere da sola. Il 18 aprile 2007 il Gruppo JT ha acquisito la Gallaher Plc. Uno degli obiettivi dichiarati da JTI è di operare come un unico gruppo, motivo per il quale sono stati concordati un ambito di applicazione e un calendario al fine di includere nell'accordo le precedenti entità Gallaher. Gli obblighi generali di compliance saranno applicati immediatamente. Altri, come i sistemi tracking and tracing (T&T) o "know your customer" (conosci il tuo cliente- (KYC), saranno introdotti in tempi realistici ma ravvicinati. "Il nostro obiettivo comune è stato di creare un rapporto continuo di collaborazione fattiva nella lotta contro il commercio illegale di sigarette verso o attraverso l'Unione europea," è stato il commento di de Labouchère, che ha concluso: " sono lieto che cos" facendo non ci siamo limitati ad affrontare i problemi del passato o del presente, ma più significativamente abbiamo gettato le basi per una solida partnership orientata verso il futuro." JT International is a subsidiary of Japan Tobacco, Inc. (JT), the world's third largest international manufacturer of tobacco products. JT's portfolio includes top cigarette brands such as Winston, Camel and Mild Seven; as well as Benson & Hedges, Silk Cut, LD, Sobranie and Glamour. The JT Group's total tobacco net sales (excluding taxes) amount to USD 14.4 billion (USD 1 = JPY 118.05) in the fiscal year ended March 31, 2007. With headquarters in Geneva, Switzerland, JTI has 23'000 employees and operations in 120 countries. Documenti riguardanti l'Accordo e altro materiale connesso sono disponibili su www.jti.com ots Originaltext: JT International Internet: www.presseportal.ch Contatto: JTI Press Office Joelle Jost Tel: +41/22/703'02'91 E-Mail: Jti.press.office@jti.com

Ces informations peuvent également vous intéresser: