Verein fair-fish

Fair-Fish: L'impatto ambientale dell'offerta ittica - Verso una pesca più sostenibile

    Winterthur (ots) - Circa un terzo dei prodotti ittici venduti in Svizzera è pescato in maniera non sostenibile per l'ambiente, secondo un'analisi condotta da tre organizzazioni ecologiste Friend of the Sea, OceanCare e fair-fish, su dati forniti da Migros, Coop, Manor, Denner, Aldi e Volg, McDonald's, Mövenpick, Pizoler e Duport-Aberlé. In occasione di un incontro con le tre organizzazioni, le aziende si sono impegnate a rendere ancora più sostenibile il loro assortimento, con il supporto delle organizzazioni, che ne documenteranno annualmente il progresso.

    In Svizzera, specie ittiche in pericolo e minacciate dalla pesca intensiva sono tuttavia offerte sul mercato: il tonno rosso, l'halibut, il merluzzo del Mare del Nord, l'haddock, il dentice pagro, lo storione ed il suo caviale.

    Numerose anche le specie sovrappescate presenti sul mercato, come le acquadelle, l'anguilla e il pesce spada cos" come i pesci di fondale: il nasello, l'hoki, il merluzzo nero, la platessa, la sogliola, il rombo (se non allevato) e l'hoplostethus atlanticus. I pesci di fondale sono spesso pescati a strascico di fondale. Il fondo del mare viene in questo modo arato, distruggendo qualsiasi forma di vita si trovi sul cammino delle reti, incluse specie non commercializzate, rigettate in mare morte o morenti: centinaia di migliaia di squali, razze, migliaia di tonnellate di coralli e spugne. In poche settimane un peschereccio a strascico di fondale può distruggere un habitat sviluppatosi in migliaia di anni.

    In generale, il pesce in conserve proviene da una pesca meno dannosa consistendo prevalentemente in specie resistenti alla pesca intensiva (sardine, alici, sgombro e alcune specie di tonno). Inoltre, vivendo vicino alla superficie ed in branchi, queste specie sono pescate con metodi più selettivi senza impatto sul fondale.

    Ulteriori informazioni: www.fair-fish.ch/, www.friendofthesea.org, www.oceancare.org

ots Originaltext: Verein Fair-Fish
Internet: www.presseportal.ch/fr

Contatto:
Verein fair-fish
Heinzpeter Studer
Fachstellenleiter
Grüzenstr. 22
8400 Winterthur
Tel.: +41/52/301'44'35
Fax:  +41/52/301'45'80
Mobile: +41/79/545'35'39
Internet: www.fair-fish.ch



Plus de communiques: Verein fair-fish

Ces informations peuvent également vous intéresser: