Medi24

Un nuovo studio dell'impresa di telemedicina Medi24 e dell'Inselspital di Berna lo conferma: "La consultazione medica telefonica assistita da computer di Medi24 è sicura."

Berna (ots) - Chi fa ricorso alla consulenza medica telefonica non corre alcun rischio per la salute, purché il servizio di consulenza operi con personale medico qualificato e con adeguati programmi informatici, com'è il caso di Medi24. A questa conclusione giunge un nuovo studio realizzato dall'impresa di telemedicina Medi24 in collaborazione con l'Inselspital. Presumibilmente quest'autunno il Parlamento deciderà in merito all'offerta su scala nazionale di un servizio medico telefonico in Svizzera. Tra le proposte per la riduzione dei costi formulate dal Consigliere federale Pascal Couchepin rientra anche l'introduzione di un servizio medico telefonico. Questo servizio, in funzione 24 ore su 24, dovrebbe aiutare le persone che hanno bisogno di una consulenza a adottare tempestivamente una decisione adeguata al loro caso particolare: si tratta di un'urgenza? È possibile attendere che è disponibile il medico di famiglia per l'inizio della cura? È sufficiente l'automedicazione con i tradizionali rimedi casalinghi? In occasione della sua ultima seduta prima delle vacanze estive, la Commissione della sanità del Consiglio Nazionale ha sostenuto l'introduzione di un tale servizio di consulenza medica telefonica a condizione che sia indipendente dalle casse malati. "Triage telefonico" anche dal medico di famiglia Benché la validità della consulenza medica telefonica sia ampiamente riconosciuta, permangono nell'opinione pubblica e anche tra taluni medici certe incertezze. Talvolta si ritiene erroneamente che il servizio di consulenza medica abbia la presunzione di formulare una "diagnosi" a distanza. Il dott. med. Andrea Vincenzo Braga, direttore medico di Medi24, precisa che "in realtà, con un servizio di consulenza telemedica come proposto da Medi24, si tratta esclusivamente di stabilire, tramite un'interrogazione strutturata ed approfondita (teleconsultazione), l'urgenza di una terapia, se la cura deve essere effettuata da uno specialista e dove eventualmente esso è reperibile." Un'altra obiezione frequentemente mossa alla telemedicina è la presunta difficoltà a stabilire l'effettivo stato di salute del richiedente la consulenza senza che una persona qualificata visiti personalmente il paziente. Si trascura però il fatto che in realtà già oggi gran parte delle prime consultazioni avvengono telefonicamente: quando il paziente chiama il medico di famiglia, spesso è l'assistente di studio medico a stabilire, sulla scorta delle informazioni ottenute telefonicamente, se fissare immediatamente un appuntamento col medico o se il paziente può attendere il suo turno. Il parere di tre istituzioni a confronto Ma quanto è davvero sicura una consulenza medica telefonica e quali condizioni devono essere adempiute affinché i chiamanti non corrano rischi sanitari? L'impresa di telemedicina Medi24 ha voluto esaminare a fondo la questione. Il relativo studio è stato condotto in collaborazione con il centro di Pronto soccorso dell'Inselspital di Berna e con l'Istituto di statistica matematica e scienze assicurative dell'Università di Berna. Poiché ovviamente i partecipanti al progetto non dovevano essere esposti ad alcun rischio, la ricerca è stata limitata alle persone che durante un certo periodo si sono recate personalmente e di propria iniziativa al Pronto soccorso dell'Inselspital (pazienti "walk-in") e che non presentavano disturbi che avrebbero potuto mettere in pericolo la loro vita; i casi d'emergenza venivano curati immediatamente senza ulteriore interrogazione. Il progetto di ricerca era stato esaminato e approvato dalla Commissione di etica del Canton Berna. La ricerca prevedeva che dal centro di Pronto soccorso i pazienti si rivolgessero dapprima al Centro di consultazione telemedica di Medi24 e che successivamente l'urgenza di ogni caso venisse valutata dai medici dell'ospedale sul posto. In terza istanza il medico di famiglia esprimeva il suo parere su ogni caso. Delle 208 persone partecipanti allo studio, 153 sono state valutate dai tre servizi. In seguito, è stato esaminato in quale misura le raccomandazioni relative all'urgenza del caso espresse dai tre servizi differissero e se per una parte dei pazienti sarebbe sussistito un pericolo o un rischio per la salute in seguito alla raccomandazione di Medi24. L'impresa di telemedicina Medi24 opera con la dovuta prudenza Dall'analisi è risultato che nell'80 per cento dei casi le tre entità avevano espresso, nel quadro di un margine di variazione definito, la stessa valutazione dell'urgenza. In un quinto dei casi si sono riscontrate divergenze che in seguito sono state discusse in seno a un gruppo d'esperti. Si è così potuto constatare che nel 14 per cento dei pazienti il Centro di consultazione telemedica di Medi24 ha espresso un parere più prudente dei medici; in altre parole, che aveva tendenzialmente considerato il grado d'urgenza più elevato. Nel sei per cento dei casi, gli specialisti di Medi24 avevano considerato i casi come meno urgenti. Un possibile rischio teorico per la salute è risultato in un solo caso su 153, il che corrisponde a una percentuale dello 0,65. Questo significa che la sicurezza del paziente che si rivolge al Centro di consultazione telemedica di Medi24 è almeno pari a quella di chi si rivolge ad altre istituzioni mediche. Per Andreas Meer, autore dello studio, non c'è quindi alcun dubbio che nella telemedicina la sicurezza è garantita, a condizione tuttavia che siano adempiuti determinati presupposti: l'impresa di telemedicina deve disporre di una buona infrastruttura e di personale medico altamente qualificato, che usufruisca di un costante perfezionamento. Occorre inoltre un affidabile programma di assistenza tramite computer, che guidi gli specialisti lungo l'interrogazione telefonica in modo da escludere per quanto possibile ogni errore di valutazione. In questo modo, afferma l'esperto informatico e medico generico Meer, è possibile non solo ottimizzare la sicurezza, ma anche raggiungere gli obiettivi primari della telemedicina: fornire raccomandazioni telefoniche su come comportarsi a persone che accusano dei disturbi e che non possono valutare personalmente l'urgenza del caso. In molti casi è così possibile evitare consultazioni inutili e costose presso i servizi di pronto soccorso degli ospedali. Medi24 è con dieci anni d'esperienza e oltre un milione di consultazioni mediche telefoniche la prima impresa di telemedicina e leader in Svizzera nel settore. Tramite le assicurazioni malattia e le reti sanitarie, oltre due milioni di persone hanno acceso a Medi24. Nei giorni di punta l'impresa effettua oltre 3000 consultazioni. Nell'anno corrente le prestazioni raggiungeranno presumibilmente le 400'000 consulenze. Un team interdisciplinare di medici specialisti e di consulenti medici diplomati assicurano per 24 ore su 24 prestazioni in base a criteri medico-etici nelle lingue tedesco, francese, italiano e inglese. L'impresa ha sede a Berna e occupa 100 collaboratori. Dal 2007 Medi24 fa parte del Gruppo Mondial, il maggiore offerente a livello mondiale di prestazioni d'assistance. ots Originaltext: Medi24 Internet: www.presseportal.ch Contatto: Grazia Siliberti Head of Marketing and Communication Medi24 Tel. diretto: +41/31/340'05'09 Mobile: +41/79/616'86'32 Fax: +41/31/340'05'55 E-Mail:g.siliberti@medi24.ch Internet: www.medi24.ch Mondial Assistance Bolligenstrasse 54 3006 Berna

Ces informations peuvent également vous intéresser: