Schweizerische Herzstiftung / Fondation Suisse de Cardiologie / Fondazione Svizzera di Cardiologia

Rischi cardiovascolari - nessun cessato allarme per le donne

Berna (ots) - Molte donne ritengono che l'infarto cardiaco o l'ictus cerebrale siano un problema maschile. I fatti dicono invece che in Svizzera le malattie cardiovascolari sono la causa principale di decesso tra le donne. Chi fuma si espone al rischio maggiore. In occasione della giornata mondiale del cuore, che si celebra il 29 settembre 2014, la Fondazione Svizzera di Cardiologia lancia la sua campagna «Donna&Cuore», con cui intende sensibilizzare le donne sui rischi cardiovascolari e motivarle ad adottare uno stile di vita sano per il cuore.

Mediante il programma di informazione «Donna&Cuore», della durata provvisoria di quattro anni, la Fondazione Svizzera di Cardiologia desidera sottolineare che le donne sono colpite dalle malattie cardiovascolari ed esposte ai relativi fattori di rischio tanto quanto gli uomini. Particolare attenzione è rivolta al tabagismo. «Le donne sottovalutano in generale i pericoli del consumo di tabacco e l'aumento del rischio cardiovascolare provocato dal fumo non è percepito in misura esauriente. Tuttavia, una donna che fuma corre un rischio tre-quattro volte maggiore di morire per infarto cardiaco rispetto a una non fumatrice», spiega la Prof.ssa Elisabeth Zemp, ricercatrice di genere e presidente del gruppo specializzato «Donna&Cuore» della Fondazione Svizzera di Cardiologia. La campagna intende motivare le donne ad adottare modelli di comportamento sani nella loro vita di tutti i giorni. Oltre alla disassuefazione dal fumo si tratta soprattutto di adottare un'alimentazione equilibrata, svolgere regolarmente attività fisica, consumare alcol in modo moderato e assicurare un buon equilibrio psichico. In questo modo ci sono buone possibilità che anche il peso corporeo, la pressione sanguigna e i valori glicemici e del colesterolo rimangano nei limiti. Sono questi altri importanti fattori di cui tenere conto per prevenire le malattie cardiovascolari.

Pensate al vostro cuore

La campagna «Donna&Cuore» avrà inizio nelle prossime settimane con la distribuzione di un volantino alle donne presso i chioschi di tutta la Svizzera. Il volantino contiene suggerimenti per uno stile di vita sano per il cuore, fornisce informazioni sui rischi cardiovascolari e rimanda a offerte di supporto per la disassuefazione dal fumo. Alcune domande offrono un'occasione per riflettere sulla situazione della propria salute, mentre un concorso mette in palio bellissimi premi.

Rivolgersi alle donne nella loro vita quotidiana: la campagna «Donna&Cuore - Prevenzione del tabagismo» 2014-2017

Dei 9000 casi annuali di decesso provocati dal tabacco, il 41 percento è ascrivibile a malattie cardiovascolari. Con la campagna «Donna&Cuore» la Fondazione Svizzera di Cardiologia si rivolge in particolare alle donne di età superiore a 40 anni, poiché per esse non vi sono offerte informative specifiche nel settore della prevenzione del tabagismo che mettano in luce i loro peculiari fattori di rischio e gli ausili disponibili per smettere di fumare. Dopo l'iniziativa di quest'anno presso i chioschi con un volantino e un concorso, per il 2015 è prevista, in collaborazione con le farmacie, un'iniziativa con l'offerta di CardioTest. La Fondazione Svizzera di Cardiologia organizza a questo proposito conferenze e workshop in materia di Donna&Cuore/prevenzione del tabagismo, con cui si intende raggiungere anche le persone meno istruite. L'opuscolo "Donna&Cuore" e il sito www.donnaecuore.ch offrono inoltre informazioni complete sul tema salute cardiovascolare. Il progetto «Donna&Cuore» è cofinanziato dal Fondo di prevenzione del tabagismo.

Questo testo può essere scaricato da www.swissheart.ch/media

Contatto:

Peter Ferloni, responsabile Comunicazione
Fondazione Svizzera di Cardiologia, Berna
Telefono 031 388 80 85
ferloni@swissheart.ch



Plus de communiques: Schweizerische Herzstiftung / Fondation Suisse de Cardiologie / Fondazione Svizzera di Cardiologia

Ces informations peuvent également vous intéresser: