HR Swiss- Schweizerische Gesellschaft für Human Resources Management

Votazione federale: HR Swiss si posiziona come segue nei confronti dell'iniziativa popolare "1:12 - per salari equi"

Zurigo (ots) - L'iniziativa chiede che il salario massimo versato da un'azienda non possa superare di oltre dodici volte il salario minimo versato dalla stessa azienda.

HR Swiss è dell'opinione che l'iniziativa si tramuti in un segnale molto negativo sia nei confronti della piazza economica che per gli impieghi in Svizzera, questo per le seguenti ragioni:

La maggioranza delle aziende ha già fissato vincoli nelle proprie politiche salariali rispettosi dei limiti posti dall'iniziativa. L'iniziativa preconizza uno scarto massimo arbitrario che non tiene contro della situazione specifica di ogni azienda, questo come previsto dai principi di flessibilità cari alla Svizzera. Compete agli azionisti e ai dirigenti di ogni azienda il vigilare che i principi di proporzionalità e di moderazione in materia salariale siano rispettati. Da questi dipendono la responsabilità sociale dell'azienda e la pace del lavoro.

Le aziende che esulano da questo quadro sono principalmente delle grandi strutture attive in un conteso di concorrenza internazionale. Il limitare il loro margine di manovra porterebbe a limitarne la competitività in termini d'attrattività dei talenti impiegati.

La Svizzera finanzia il proprio sistema d'assicurazione vecchiaia con principi basati sulla solidarietà. I salari elevati contribuiscono, senza un limite superiore, al finanziamento delle assicurazioni sociali pur considerato come le rendite siano plafonate. Occorre quindi evitare la messa in pericolo questa solidarietà incoraggiando il rispetto di tutti i salariati e lasciando una certa flessibilità e responsabilità alle aziende.

Questo quadro legale deve rimanere elastico alfine di preservare i nostri vantaggi competitivi e difendere il mantenimento degli impieghi in Svizzera. La perdita di competitività e di mano-d 'opera molto qualificata, causerebbe problemi di continuità a molte aziende. La partenza di persone chiave potrebbe condurre alla destabilizzazione delle organizzazioni incrementando la cautela sia da parte degli investitori che degli azionisti.

Inoltre, la perdita degli introiti fiscali generati dalle risorse con salario elevato, si tradurrebbe in conseguenze negative anche per le finanze dei comuni e dei cantoni del loro luogo di domicilio.

In conclusione le sproporzioni di alcuni beneficiari di salari molto elevati non giustificano una tale messa sotto tutela delle politiche salariali aziendali, già esistono mezzi per controllare le politiche salariali, questi sono il partenariato e il dialogo sociale.

HR SWISS: La Società Svizzera per la Gestione del Personale HR Swiss è l'organizzazione suprema degli specialisti in materia di personale e formazione che operano nei settori dell'economia e dell'amministrazione. I suoi undici membri associati sono società e istituzioni settoriali esclusivamente regionali che a loro volta raggruppano circa 5'500 fra specialisti del personale e della formazione.

Contatto:

Efrem Serio
Membro del comitato HR SWISS
Tel. 079 2231182
efrem.serio@hr-swiss.ch



Plus de communiques: HR Swiss- Schweizerische Gesellschaft für Human Resources Management

Ces informations peuvent également vous intéresser: