Migros-Genossenschafts-Bund Direktion Kultur und Soziales

Percento culturale Migros: assegnazione dei contributi alle opere di cultura digitale 2015
60 000 franchi di contributi di sostegno per otto progetti di cultura digitale

Percento culturale Migros: assegnazione dei contributi alle opere di cultura digitale 2015 / 60 000 franchi di contributi di sostegno per otto progetti di cultura digitale
Marc Dusseiller con un prototipo di CocoMake7 a Goa

Zürich (ots) - Nell'ottobre 2015, il Percento culturale Migros ha assegnato per la nona volta contributi alle opere nel settore della cultura digitale, per un importo complessivo di 60 000 franchi. La giuria, composta da cinque persone, ha premiato 8 dei 30 lavori complessivamente pervenuti. I progetti promossi mostrano che i media digitali non producono soltanto opere d'arte esteticamente pregevoli, ma che si occupano anche di questioni e sfide di carattere sociale. Tra i progetti premiati figurano un sistema di localizzazione per imbarcazioni di profughi, robot in grado di sviluppare una propria lingua e cultura nonché un'app che riproduce in modo ludico scenari scientifici visivi e acustici.

Per le opere dell'anno 2015 di cultura digitale, la giuria di cinque componenti ha esaminato 30 progetti. L'importo complessivo dei premi di 60 000 franchi è stato ripartito tra 8 progetti.

[] 18 000 franchi per «Open-Cospas-Sarsat»

Christoph Wachter e Mathias Jud, Wallisellen

«Open-Cospas-Sarsat» avvia un sistema già esistente di localizzazione, di chiamata d'emergenza e di salvataggio affinché possano accedervi anche imbarcazioni stracolme di profughi tramite radiotrasmettitori di emergenza liberamente disponibili. Il progetto analizza inoltre strutture di potere e meccanismi di esclusione.

[] 10 000 franchi per «Das Fremde»

Stéphane Noël, Berlino e Mica Spranger, Tokyo

«Das Fremde» è un'installazione interattiva con robot dotati di intelligenza artificiale in grado di sviluppare una propria lingua e cultura. I visitatori dell'installazione costringono questa microsocietà ad ampliare, adattare o mettere da parte la propria cultura.

[] 10 000 franchi per «CocoMake7»

Marc Dusseiller e Christoph Stähli, Zurigo; Michael Egger, Friburgo

«CocoMake7» è una piattaforma elettronica versatile che consente, tra l'altro, di produrre musica o videogiochi personalizzati. Lo scienziato zurighese Marc Dusseiller ha sviluppato questa piattaforma e l'ha testata con successo in India e Nepal.

[] 5000 franchi per «Horizons irrésolus»

Diego Blas, Vincent Hänni, Rudy Decelière e Robert Kieffer, Losanna

Fino a 1000 mini sintetizzatori disposti a esagono che insieme dischiudono un orizzonte sonoro originale. L'installazione acustica sarà presente all'Electron Festival, dal 24 al 27 marzo 2016, al centro di fisica nucleare CERN. Il progetto è stato sviluppato presso il CERN nell'ambito di una borsa di studio per artisti.

[] 5000 franchi per «Re:Public Domain Game»

Mario Purkathofer e Daniel Boos, Zurigo

«Re:Public Domain Game» raccoglie fonti digitalizzate di opere storiche divulgandole con tecnologie contemporanee di scrittura e lettura. Il gioco stimola gli utenti ad attingere ai contenuti utilizzando gli strumenti e i media digitali al fine di riscrivere la storia in un modo nuovo e interattivo.

[] 5000 franchi per «MIKMA»

Nadezda Suvorova, Ginevra

«MIKMA» è un'app che esplora in modo ludico scenari scientifici visivi e sonori su diversa scala, dall'infinitamente piccolo all'incommensurabilità dell'universo.

[] 4000 franchi per «Alode»

Michael Gianfreda, Berna

Il «Triadex Muse» è stato un leggendario sintetizzatore sequenziale in grado di produrre sonorità musicali con eventi innescati da algoritmi. L'«Alode» di Michael Gianfreda rappresenta una versione MIDI attualizzata che imita con risorse semplici questo leggendario dispositivo.

[] 3000 franchi per «Proteios»

Niculin Barandun, Basilea

Le opere di Niculin Barandun rendono sensorialmente esperibili temi complessi. La performance video e installazione «Proteios» si occupa dello stato di avanzamento della ricerca genomica e della complessità della sua visualizzabilità e leggibilità.

I componenti della giuria erano: Inke Arns, direttrice artistica dell'Hartware MedienKunstVerein Dortmund; Catherine Hug, curatrice del Kunsthaus di Zurigo; Laurent Schmid, HEAD di Ginevra; Dominik Landwehr e Raphael Rogenmoser, Settore Pop e nuovi media, Direzione affari culturali e sociali della Federazione delle cooperative Migros.

Il bando per i contributi alle opere nel settore della cultura digitale 2016 uscirà nella primavera del 2016.

L'impegno del Percento culturale Migros nel settore della cultura digitale

Il Percento culturale Migros si impegna dal 1998 nel settore della cultura digitale e dell'arte mediatica. Tra questi vi sono la serie di manifestazioni :digital brainstorming e bugnplay.ch, il concorso mediale e di robotica per ragazzi dagli 8 ai 20 anni di età. Il progetto di promozione "contributi per le opere di cultura digitale" del Percento culturale Migros esiste dal 2007.

Contatto:

Barbara Salm, Responsabile Comunicazione, Direzione affari culturali
e sociali, Federazione delle cooperative Migros, Zurigo, telefono 044
277 20 79, barbara.salm@mgb.ch

* * * * * *

Il Percento culturale Migros è l'espressione di un impegno volontario
di Migros, sancito dagli statuti, a favore della cultura, della
società, della formazione, del tempo libero e dell'economia.
www.percento-culturale-migros.ch



Plus de communiques: Migros-Genossenschafts-Bund Direktion Kultur und Soziales

Ces informations peuvent également vous intéresser: