Nissan Switzerland

Nissan registra un profitto operativo a primato: 11.3%

Per il primo semestre utili di esercizio per 401,1 miliardi di yen, pari a un incremento  del 15,2%

    Tokyo (ots) - Nissan Motor Company ha annunciato oggi che prevede di registrare un margine di profitto operativo dell'11,3% per il primo semestre dell'esercizio 2003 e un incremento del 15,2% negli utili di esercizio, saliti a 401,1 miliardi di yen (3,4 miliardi di dollari USA, 3,05 miliardi di euro).  A metà strada del NISSAN 180, il piano di sviluppo triennale della casa automobilistica, questi utili di esercizio da record sono attribuibili all'incremento delle vendite di nuovi prodotti unitamente alla riduzione dei costi. L'azienda presenterà la relazione ufficiale certificata il 6 novembre 2003.

    "Abbiamo incontrato avversità su diversi fronti - dal calo dei volumi dell'industria ai livelli record degli incentivi, dalla fluttuazione dei tassi di cambio alle incertezze sui mercati mondiali. Nonostante questo, Nissan registra nuovamente utili di esercizio da primato," ha dichiarato il Presidente e CEO Carlos Ghosn. "Continueremo a concentrarci sui nostri obiettivi, perseguendo sistematicamente il nostro piano NISSAN 180 per ottenere livelli di crescita redditizi e duraturi."

    Ghosn ha anche accennato a due progetti di investimento, annunciati in precedenza e diventati operativi nel primo semestre dell'esercizio 2003. Il nuovo stabilimento automobilistico di Canton, Mississippi, ha prodotto il suo primo modello a maggio, soltanto venticinque mesi dall'inizio dei lavori di costruzione dell'impianto. A luglio, Dongfeng Motor Co. Ltd., la "joint venture" al 50% tra Nissan e Dong Feng, ha avviato la propria attività come prima "joint venture" automobilistica sino/straniera in Cina, con una gamma completa che spazia dalle autovetture ai veicoli commerciali leggeri, agli autobus e agli autocarri.

    A fronte di entrate previste per 3,56 trilioni di yen (30,14 miliardi di dollari USA, 27,09 miliardi di euro) per il primo semestre dell'esercizio 2003, Nissan prevede un reddito di gestione pari a 401,1 miliardi di yen (3,4 miliardi di dollari USA, 3,05 miliardi di euro), ovvero un incremento del 15,2% rispetto alla prima metà dell'anno finanziario 2002. Il profitto operativo sarà, secondo le proiezioni, pari all'11,3 % del fatturato netto, un risultato ottenuto grazie alla crescita dei volumi e alla riduzione dei costi. L'utile al netto delle imposte dovrebbe ammontare a 237,7 miliardi di yen (2,01 miliardi di dollari USA, 1,81 miliardi di euro), una cifra inferiore rispetto ai 287,7 miliardi di yen dello scorso anno. Tra i fattori che influiscono sul reddito netto vi sono il pagamento di imposte correnti maggiori per via del ritorno dell'azienda alla normale imposizione fiscale in Giappone, e il ricavo una tantum dalla vendita dello stabilimento Murayama realizzata nella prima metà dell'esercizio 2002.

    L'impatto dei cambi di valuta straniera sui risultati del primo semestre è stato trascurabile, in quanto l'effetto negativo di un dollaro indebolito è stato compensato dai tassi più favorevoli per le altre valute, soprattutto l'euro e la sterlina.

    Nissan ha inoltre fatto sapere che l'azienda è vicina al raggiungimento dell'obiettivo di un rendimento annuale del capitale investito pari al 20%.

    A livello mondiale, Nissan ha venduto un totale di 1.467.000 veicoli nella prima metà dell'esercizio, con un incremento del 5,9% rispetto allo stesso periodo dell'anno finanziario 2002. Tali risultati di vendita sono anche frutto della pianificazione dei prodotti Nissan, che prevede l'introduzione di 28 prodotti inediti nel corso del piano NISSAN 180. Dieci di questi prodotti saranno lanciati nell'esercizio corrente; a oggi, sono già stati lanciati otto nuovi prodotti a livello globale.

    In Giappone, il volume delle vendite Nissan è salito dello 0,9%, a 387.000 unità (comprese le mini auto) nella prima metà dell'esercizio. Negli Stati Uniti, le vendite sono salite a 420.000, registrando un rialzo dell'11%. In Europa, le vendite sono aumentate a 267.000 unità, ovvero del 6,6%, da gennaio a giugno. I mercati esteri in generale hanno visto un incremento del 5,3%, con 393.000 unità vendute. In Cina, i volumi di vendita sono aumentati del 33%, a 48.000 unità.

    Previsioni finanziarie:

    Prendendo atto del recente andamento sul mercato dei cambi, Nissan intende modificare per la seconda metà dell'anno finanziario il tasso yen/dollaro presunto, portandolo da 120 a 110 yen per un dollaro, mentre il cambio presunto yen/euro rimarrà a 125 yen per un euro.

    L'azienda ha presentato alla borsa di Tokyo una previsione finanziaria invariata per l'intero anno.

    Si prevedono per l'esercizio completo entrate per 7,45 trilioni di yen (63,08 miliardi di dollari USA, 56,70 miliardi di euro) e utili di esercizio per 820 miliardi di yen (6,94 miliardi di dollari USA, 6,24 miliardi di euro). Il margine operativo ammonterà, secondo le proiezioni, all'11%. Le previsioni indicano anche utili ordinari per 781 miliardi di yen (6,61 miliardi di dollari USA, 5,94 miliardi di euro) e utili al netto delle imposte per 495 miliardi di yen (4,191 miliardi di dollari USA, 3,767 miliardi di euro).

    Nota: Gli importi sono riportati anche in dollari e in euro esclusivamente per comodità del lettore, al tasso di 118,1 yen/dollaro e 131,4 yen/euro, ovvero il tasso medio per i primi sei mesi dell'esercizio 2003.

ots Originaltext: Renault Nissan (Suisse) SA
Internet: www.newsaktuell.ch/f

Contatto:
Communication Nissan
Tel.      +41/1/736'56'91
Fax        +41/1/736'57'88
mailto: communications@nissan.ch



Plus de communiques: Nissan Switzerland

Ces informations peuvent également vous intéresser: