bonus.ch S.A.

bonus.ch: scelta di una nuova cassa malati - concentrarsi sul premio non basta

Losanna (ots) - Siamo in pieno nel periodo del cambio di cassa malati: gli assicurati hanno ricevuto la comunicazione dei nuovi premi già a fine ottobre o a inizio novembre. Un annuncio di aumenti piuttosto moderati ha frenato molti clienti elvetici dal cambiare cassa malati. Eppure, passare a una nuova cassa malati può far risparmiare cifre anche ragguardevoli. Per la scelta di una nuova assicurazione, il premio rappresenta certo il fattore essenziale. Ma non è l'unico. La piattaforma di confronto bonus.ch offre diversi indicatori pertinenti nella scelta di una cassa malati, quali ad esempio la stabilità dei premi, il tasso di riserve, i costi amministrativi o il punteggio di soddisfazione per ogni assicuratore. Indicatori appena aggiornati sul sito web del portale.

Ogni anno, un numero sempre crescente di assicurati si rivolge a portali di confronto quali bonus.ch per verificare quanto è possibile risparmiare sui premi dell'assicurazione malattia. Ma focalizzarsi soltanto sul premio è un errore. Anno dopo anno, i premi troppo bassi di casse malati "a buon mercato" non hanno retto il passare del tempo, e i relativi assicuratori non hanno potuto garantire tali premi per più di un anno. La stabilità dei premi delle casse malati si rivela un fattore di fondamentale importanza nella scelta di una nuova assicurazione. Un'informazione che la piattaforma di confronto bonus.ch mette a disposizione per ogni cassa malati nel suo calcolatore di premi. Ciò consente agli assicurati di verificare se l'assicurazione cui sono interessati ha presentato premi stabili in questi ultimi anni. Attualmente, è Assura a presentare il miglior valore relativamente alla stabilità del premio, un criterio per il quale si rilevano disparità a livello cantonale. La cassa malati Supra, ad esempio, mostra un tasso di stabilità molto più favorevole nel Canton Vaud rispetto al Canton Argovia.

L'indicatore del tasso di riserve delle casse è uno strumento indispensabile per verificare il grado di solvibilità di un assicuratore. Il livello delle riserve è infatti determinante nella determinazione dei premi di una cassa malati, in tutti i cantoni, ed esercita dunque un influsso evidente sul livello dei premi. Dal 2012, l'UFSP ha modificato il sistema di analisi del livello di riserve delle casse malati, che risulta poco accessibile ai non specialisti. Su bonus.ch, i tassi di riserve restano invece accessibili e facili da consultare. Tra le grandi casse malati, le vincitrici per quanto riguarda il tasso di riserve sono al momento Assura, Aturpi, Helsana, Intras, KPT/CPT e Supra.

In questi ultimi anni, i costi amministrativi degli assicuratori non hanno mancato di suscitare polemiche. Circa tre quarti delle compagnie mostrano costi amministrativi annui superiori a CHF 120.- per assicurato. E i costi possono salire anche fino a CHF 430.-. Per garantire ulteriormente trasparenza e imparzialità, bonus.ch ha integrato nel comparatore anche un indicatore relativo a questo parametro. Da oggi, il comparatore indica anche i quindici assicuratori dai costi amministrativi più bassi.

Gli assicurati possono da ora scegliere consapevolmente la propria cassa malati ancora più facilmente, evitando per quanto possibile gli effetti negativi dell'instabilità finanziaria di alcune tra le casse. Ricordiamo che la disdetta deve giungere all'assicuratore attuale entro e non oltre il 30 novembre 2013.

Tabelle e analisi dettagliata:

http://www.bonus.ch/RDP-20131112_IT.pdf

Contatto:

bonus.ch SA
Patrick Ducret
Direttore
Avenue de Beaulieu 33
1004 Losanna
021 312 55 91
ducret@bonus.ch



Plus de communiques: bonus.ch S.A.

Ces informations peuvent également vous intéresser: