bonus.ch S.A.

bonus.ch: le complementari costituiscono più di tre quarti del portafoglio delle assicurazioni malattia

Losanna (ots) - Il portale di comparazione bonus.ch ha analizzato un campione di 50'000 richieste d'offerta effettuate tramite il comparatore dei premi malattia (base e complementari), al fine di determinare quali prodotti di assicurazione complementare siano più richiesti dagli assicurati.

Le assicurazioni complementari suscitano un interesse non trascurabile

Il portale rileva un interesse non trascurabile per le assicurazioni complementari rispetto all'assicurazione di base: gli assicurati con una o più complementari costituiscono in effetti più di tre quarti del portafoglio delle casse malati. Al momento di richiedere un'offerta per l'assicurazione malattia di base, più del 40% degli assicurati sollecita anche un'offerta per uno o più prodotti di assicurazione complementare. A suscitare maggiore interesse è la complementare ospedaliera, con il 21.1%. È da rilevare inoltre che più di quattro assicurati su cinque hanno base e complementari presso la stessa cassa malati. Un'interdipendenza che lascia prevedere un flop per la proposta di separazione base-complementari del consigliere federale Alain Berset, proposta già contenuta nel controprogetto alla cassa malati unica ormai affossato in sede di governo. Si osserva inoltre che sempre più assicurati giovani si interessano alle complementari: in primis la fascia d'età 26-35 anni, con il 21.3%, seguita dalla fascia 30-45 anni con il 19.9%.

In causa l'utilità di un'assicurazione ospedaliera in divisione comune

Per quanto riguarda le complementari ospedaliere, la più richiesta è l'assicurazione con "ricovero in divisione comune", con il 63.8% delle domande d'offerta; segue la "divisione semi-privata" con il 26.8% e la "divisione privata" con il 9.4%. A séguito dell'introduzione del nuovo finanziamento ospedaliero del 1° gennaio 2012 che consente l'ospedalizzazione fuori dal cantone di domicilio, l'utilità della copertura ospedaliera merita di essere messa in discussione: la copertura "divisione comune" ha perso in effetti molto del suo interesse. Il conseguente ribasso sul premio dovrebbe essere rilevante: fino al 50% sulla divisione comune e dal 10% al 25% sulle divisioni semi-privata e privata.

Aumento esponenziale dei premi con il passare degli anni

Per un certo numero di prodotti, il premio aumenta proporzionalmente all'età dell'assicurato arrivando, anno dopo anno, anche a più del quintuplo della cifra iniziale. Così, una complementare ospedaliera potrà costare a un ultrasettantenne, a seconda dei casi, anche più di CHF 350.-.

Disdetta e nuove assicurazioni: per le complementari, la prudenza è d'obbligo

Nel campo delle complementari, per una disdetta del contratto presso la cassa malati attuale è assolutamente indispensabile che l'assicurato abbia già in mano nuovo contratto firmato presso un'altra cassa malati. In effetti, il nuovo assicuratore non è tenuto ad accettare alcuna richiesta di adesione per una complementare; può dunque rifiutare tale richiesta o accettarla con riserve. Dal canto suo, la vecchia cassa, una volta constatata la disdetta, non ha alcun obbligo di riprendere l'assicurato. Il rischio di ritrovarsi sprovvisti di copertura è dunque reale.

Tabelle e grafici dettagliati:

http://www.bonus.ch/RDP-20131029_IT.pdf

Contatto:

bonus.ch SA
Patrick Ducret
Direttore
Avenue de Beaulieu 33
1004 Losanna
021 312 55 91
ducret@bonus.ch


Plus de communiques: bonus.ch S.A.

Ces informations peuvent également vous intéresser: