bonus.ch S.A.

bonus.ch: il 5.6% degli assicurati in procinto di cambiare cassa malati per il 2013

Losanna (ots) - Il tasso di assicurati che cambieranno cassa malati per il 2013 è stimato al 5.6%. È il risultato dell'analisi delle comparazioni e delle richieste d'offerta sul portale di comparazione bonus.ch dal momento della pubblicazione dei premi delle casse malati per il 2013.

A seguito dell'annuncio di un aumento più moderato rispetto ad alcuni anni fa, l'interesse per il passaggio a una nuova cassa malati sembra diminuire: lo attesta anche il numero di ricerche sul motore Google in relazione con l'argomento, inferiore di metà rispetto al 2010 e di un quarto rispetto al 2011. Eppure, il 17% degli assicurati che si sono decisi a confrontare i premi su bonus.ch ha ricevuto la comunicazione di un aumento superiore al 5%. E aumenti di queste proporzioni toccano addirittura un terzo (il 32%) dei giovani adulti fino a 25 anni di età.

Per coloro che scelgono di richiedere un'offerta su bonus.ch, il risparmio possibile rispetto alla cassa attuale è, in media, di 373 franchi l'anno. Per il 28% di questi utilizzatori supera i 600 franchi, e può raggiungere punte di oltre 1800 franchi l'anno.

Sono gli assicurati di EGK Laufen a decidere più di frequente di richiedere un'offerta assicurativa dopo un confronto dei premi. Questa cassa malati aveva annunciato un aumento straordinario dei premi per il 1° maggio 2012, ma evidentemente una parte dei suoi assicurati ha atteso la fine del 2012 per cambiare. Frequenti richieste d'offerta provengono anche dagli assicurati di due casse del gruppo Sanitas e da quelli di Mutuel Assurances.

Sorprendentemente, a confrontare meno le tariffe sono gli assicurati di casse malati che addebitano premi piuttosto alti: Wincare, Sympany, Concordia, Swica. Si tratta di assicurati molto fedeli oppure non a proprio agio con l'uso di Internet. Ma anche la presenza di eventuali complementari può rappresentare un freno importante all'idea di cambiare.

Il controprogetto all'iniziativa sulla cassa unica, annunciato il 10 ottobre scorso dal consigliere federale Alain Berset, dovrebbe introdurre una separazione netta tra assicurazione obbligatoria e complementari. Gli assicurati potrebbero allora scegliere più facilmente di non stipulare base e complementari presso la stessa cassa, e ciò avrebbe l'effetto di favorire la libera concorrenza raccomandata dalla LAMal, eliminando un grosso ostacolo in questa direzione.

Tabelle e analisi dettagliata:

http://www.bonus.ch/RDP-20121113_IT.pdf

Rubrica assicurazione malattia su bonus.ch e premi 2013:

http://www.bonus.ch/zrHF5GZ.aspx

Contatto:

bonus.ch SA
Patrick Ducret
Direttore
Avenue de Beaulieu 33
1004 Losanna
Tel.: +41/21/312'55'91
E-Mail: ducret@bonus.ch


Plus de communiques: bonus.ch S.A.

Ces informations peuvent également vous intéresser: