bonus.ch S.A.

Assicurazione malattia: la molla del cambiamento scatta a partire da un aumento del 10%

Losanna (ots) - Qual è l'aumento di premio che induce l'assicurato a pensare a un cambiamento e a sollecitare un'offerta presso una nuova cassa malati? A quanto deve ammontare il risparmio previsto sui premi perché ci si decida a richiedere un'offerta online? Un'inchiesta di bonus.ch fa il punto della situazione...

Il portale di confronto online bonus.ch ha analizzato le richieste d'offerta dell'assicurazione malattia registrate dalla pubblicazione dei premi per il 2012. La proporzione diretta tra il tasso di aumento dei premi e la percentuale di richieste d'offerta registrate non è un mistero: più alto è l'aumento dei premi annunciato, più alta sarà la percentuale di richieste d'offerta. Ma l'indagine evidenzia altre importanti tendenze di comportamento.

A far scattare la molla del cambiamento è un risparmio potenziale di CHF 300.-

L'UFSP ha annunciato quest'autunno un aumento dei premi del 2.2% per il 2012. Si tratta di un aumento assai moderato rispetto agli ultimi due anni. L'annuncio di queste cifre, nonché la minore risonanza mediatica dell'argomento, hanno senz'altro contribuito al calo d'interesse per il confronto e per un eventuale passaggio a una nuova cassa malati. Molti assicurati sono dunque stati colti di sorpresa dalla comunicazione di un aumento effettivo del 5% e oltre. Ciò spiega il grande afflusso sul portale di utenti intenzionati a confrontare i premi del proprio assicuratore con quelli della concorrenza. Soltanto il 9% dei confronti, tuttavia, si è concluso con una richiesta di offerta presso una nuova cassa malati. L'analisi dei dati registrati mostra che la maggior parte di questi assicurati potrebbe risparmiare almeno CHF 300.- l'anno cambiando cassa.

Un numero di assicurati ancora troppo esiguo realizza il proprio potenziale di risparmio

bonus.ch ha analizzato il tasso di richieste d'offerta in rapporto con quello di confronti sui premi sul proprio portale. Tra gli assicurati per i quali l'aumento del premio per il 2012 è inferiore al 5%, soltanto il 7.3% ha concluso la propria ricerca con una richiesta d'offerta. La percentuale di richieste d'offerta più alta, ovvero l'11.3%, riguarda gli assicurati che hanno subìto un aumento superiore al 10%. Questi dati mostrano che un numero ancora troppo esiguo di assicurati approfitta del proprio potenziale di risparmio. Considerato che le prestazioni per l'assicurazione malattia di base sono stabilite per legge e sono dunque identiche per tutte le casse malati, non può non sorprendere che quasi il 90% degli assicurati rinunci a un risparmio annuo che ammonterebbe in media a CHF 560.- a persona*.

Per giovani adulti e adulti, un aumento del 10% è il limite di tolleranza

L'analisi dell'età degli utenti che hanno richiesto un'offerta sul portale mostra che gli assicurati di età compresa tra 0 e 19 anni, per i quali sono spesso i genitori a pagare le spese di assicurazione malattia, sono i meno attivi nel richiedere offerte. Per questi utilizzatori, più del 90% dei confronti effettuati sul portale si sono conclusi senza richieste di offerta, anche nel caso in cui si prospettava un aumento del premio superiore al 10%. Gli assicurati dai 19 anni in su mostrano generalmente maggiore flessibilità nel concretizzare il confronto dei premi con una richiesta d'offerta. La più alta percentuale di richieste d'offerta tra gli assicurati che hanno dovuto far fronte a un aumento di più del 10% concerne infatti proprio le categorie giovani adulti (12.5%) e adulti (10.7%).

Gli assicurati esplorano attentamente le alternative possibili

Sebbene la maggior parte degli assicurati (il 57%) prediliga un confronto dei premi che comprenda sia il modello assicurativo tradizionale sia i modelli alternativi, quasi il 30% di essi si interessano unicamente al confronto di premi per i modelli alternativi. bonus.ch registra una considerevole percentuale di richieste d'offerta provenienti da persone che hanno esplorato le possibilità di ridurre il premio ottimizzando i parametri che possono avere un impatto su quest'ultimo, quali, appunto, scelta del modello e franchigia. Più dell'80% delle richieste d'offerta registrate concerne modelli alternativi, in particolare il modello "medico di famiglia" (46%). Per quanto riguarda le franchigie, la percentuale più alta di richieste d'offerta (più del 30%) è stata osservata per la franchigia da CHF 2'500.-. Sono ancora una volta soprattutto gli assicurati giovani e in buona salute a poter beneficiare del maggior potenziale di risparmio.

Gli abitanti del canton Berna vittime dell'effetto yo-yo

Tra i cantoni da cui proviene il maggior numero di assicurati che hanno effettuato un confronto di premi su bonus.ch, in ordine decrescente si registrano Vaud, Zurigo, Berna, Ginevra, Argovia e Ticino. I più attenti al livello del premio sembrano essere gli assicurati del canton Berna: un aumento inferiore al 5% è stato sufficiente a indurre più del 10% di loro a richiedere un'offerta. Globalmente, il numero di assicurati bernesi che hanno visitato il portale è elevato, se rapportato ad altri cantoni, e particolarmente sorprendente se si considera che proprio per Berna era stato annunciato quest'autunno un possibile ribasso dei premi assicurativi per il 2012. La spiegazione è almeno in parte da ricercarsi nei forti aumenti dei premi dell'assicuratore EGK Laufen per l'anno prossimo.

L'analisi delle visite e delle richieste d'offerta registrate sul portale di bonus.ch mostra che, non appena l'aumento del premio supera quanto annunciato dai media - quest'anno il 2.2% - gli assicurati si rivolgono al nostro comparatore per calcolare il proprio potenziale di risparmio. Se il risparmio possibile è intorno al 10%, la maggior parte degli assicurati conclude il confronto dei premi con una richiesta d'offerta.

È ancora possibile cambiare assicurazione malattia: il termine è il 30 novembre per l'assicurazione di base. Il caso del canton Berna rivela tutta l'importanza di una riflessione a medio termine nella scelta di una cassa malati: è indispensabile confrontare l'evoluzione dei premi di una cassa rispetto alle casse concorrenti e verificarne la solidità finanziaria. Per facilitare questo tipo di analisi, bonus.ch ha aggiunto al motore di confronto indicatori che forniscono informazioni su questi parametri, facendo così del proprio comparatore il più completo tra quelli attualmente presenti online.

*Studio sul cambiamento di cassa malati previsto per il 2012: 
http://www.bonus.ch/zrQ5NYD.aspx 
Tabelle e grafici dettagliati: 
http://www.bonus.ch/RDP-20111124_IT.pdf 

Contatto:

bonus.ch SA
Eileen-Monika Schuch
Marketing and Sales Manager
Av. de Beaulieu 33
1004 Losanna
Tel.: +41/21/312'55'91
E-Mail: schuch@bonus.ch



Plus de communiques: bonus.ch S.A.

Ces informations peuvent également vous intéresser: