bonus.ch S.A.

Casse malati e cambiamento, è il boom del Managed Care

Losanna (ots) - La comunicazione dei premi per il 2011 è stata una sorpresa per molti assicurati. In vista di un nuovo aumento, si esplora ogni mezzo che possa consentire di ridurre le spese di assicurazione malattia: nuovo modello, adattamento della franchigia, scelta dell'assicuratore.... Ma un numero ancora troppo esiguo di assicurati coglie e sfrutta appieno il proprio potenziale di risparmio. Sono in tanti gli assicurati che si adoperano per ridurre il premio dell'assicurazione malattia. In forte crescita le sollecitazioni nei confronti dei siti che favoriscono la comparazione tra casse, quali bonus.ch e compara.ch. I risultati statistici registrati dai portali in un periodo di due settimane a séguito dell'annuncio dei premi 2011 sono inequivocabili: è il boom dei modelli di Managed Care. All'origine di un tale entusiasmo per questi modelli, detti "alternativi", il risparmio possibile: fino al 25% rispetto al modello tradizionale di assicurazione. Dal 2007 bonus.ch studia le tendenze di cambiamento nell'ambito delle casse malati. L'analisi delle richieste d'offerta effettuate sul portale dopo la pubblicazione dei premi ufficiali mostra una tendenza inequivocabile: l'interesse per i modelli di tipo HMO, medico di famiglia e telemedicina è in costante aumento. Quest'anno, il 72.2% delle richieste di offerta registrate sul portale riguarda proprio questi modelli di Managed Care. Un tasso triplo rispetto a quanto registrato nel 2006 (24.6%). Il maggior volume di richieste di offerta è stato rilevato per il modello medico di famiglia, con il 31.9%. Rispetto al 2009, tuttavia, l'interesse per questo modello è in calo (-6.9%). Al contrario, il modello HMO conosce un autentico "boom" con il 25.8%, che significa un aumento del 9.2%. L'interesse per il modello telemedicina risulta essere del 14.4%: un aumento contenuto, ma costante. Il più forte calo di interesse, -30% si osserva per il modello di base (libera scelta del medico). Con un tasso di richieste di offerta che supera il 79%, i cantoni di Appenzello Esterno, Berna, Sciaffusa, Turgovia e Uri registrano il più forte interesse per questi modelli. Gli assicurati dei cantoni di Ginevra e Glarona risultano maggiormente divisi, con un tasso che si situa tra il 51% e il 60%. Mentre i cantoni di Basilea città, Giura, Sciaffusa, Uri e Vallese registrano il maggior aumento dell'interesse, nei cantoni di Zugo, Soletta, Glarona, Lucerna, Ginevra, San Gallo e Argovia l'entusiasmo è in calo. In media, l'80% degli assicurati in media mantiene la propria franchigia attuale anche l'anno successivo. Per i giovani adulti e gli adulti, la franchigia che suscita maggior interesse è quella da 300 franchi, con un tasso del 34% e un aumento più importante dell'interesse presso gli adulti. La franchigia da 2'500 franchi suscita a sua volta forte entusiasmo da parte dei giovani adulti (26%) e adulti (22%), con il maggior aumento di interesse presso i giovani da 19 a 25 anni (+3%). In aumento l'interesse degli assicurati per le assicurazioni complementari. Quando richiede un'offerta per l'assicurazione di base, un assicurato su due ricerca informazioni anche sui prodotti complementari. La tendenza al rialzo di questi ultimi anni (+4.2% rispetto al 2009) mostra che non pochi assicurati auspicano una copertura più estesa rispetto al minimo legale offerto dall'assicurazione obbligatoria. Il maggior interesse si osserva in Ticino. Gli adulti tra i 41 e i 50 anni sono i più rappresentati tra gli utilizzatori (21.3%). Rispetto al 2009, si osserva un interesse crescente da parte dei giovani adulti (+2%) e degli anziani di 71 anni e oltre (+1%). La maggioranza delle richieste di offerta viene registrata per la fascia d'età tra gli 0 e i 20 anni (20.8%), seguita da quella degli adulti tra i 41 e i 50 anni (17.8%). Le richieste d'offerta inviate per giovani tra i 21 e i 30 anni e per anziani dai 61 anni in poi risultano in crescita (+1%). Quest'anno, il passaggio a una nuova cassa malati è stimato a un tasso del 10%. È un tasso piuttosto basso: il 90% degli assicurati rischia dunque di continuare a pagare troppo care prestazioni identiche, in quanto prescritte dalla LAMal. Cambiando per la cassa malati che risulta la più economica nel cantone di residenza, l'insieme degli assicurati potrebbe risparmiare globalmente ben 4.5 miliardi di franchi svizzeri. Il comparatore di premi malattia di bonus.ch è il più completo attualmente sul mercato: premi e indicatori di qualità permettono agli assicurati un migliore orientamento. La trasmissione elettronica delle richieste di offerta equivale spesso a un trattamento più rapido della pratica da parte dell'assicuratore e permette inoltre di abbassare il costo del cambiamento - attualmente stimato tra CHF 100.- e 200.- per assicurato - a una somma inferiore a CHF 100.-! Tabelle e grafici dettagliati: http://www.bonus.ch/RDP-20101111_IT.pdf ots Originaltext: bonus.ch S.A. Internet: www.presseportal.ch Contatto: bonus.ch S.A. Eileen-Monika Schuch Marketing and Sales Manager Av. de Beaulieu 33 1004 Losanna Tel.: +41/21/312'55'91 E-Mail: schuch@bonus.ch

Plus de communiques: bonus.ch S.A.

Ces informations peuvent également vous intéresser: