bonus.ch S.A.

Casse malati: grazie alla concorrenza, il 90% degli assicurati ha potuto risparmiare sui premi!

Losanna (ots) - Che cosa induce gli assicurati a cambiare cassa malati? Come si è svolto il passaggio da un'assicurazione all'altra? Il cambiamento di assicurazione ha davvero consentito un risparmio? bonus.ch, importante portale di confronto in Svizzera, funge da intermediario imparziale tra assicurati e assicurazioni. Il sito conduce regolarmente inchieste con l'obiettivo di approfondire le conoscenze sulle opinioni e le motivazioni degli assicurati. L'ultimo sondaggio da noi condotto, a proposito del cambiamento di assicurazione malattia nel 2009, ha visto la partecipazione di 1600 persone. Dal sondaggio risulta che il 90% dei partecipanti ha indicato di aver potuto effettuare il cambiamento di assicurazione senza problemi, e di aver ottenuto un risparmio individuale anche di CHF 1000.-! Ecco tutti i dettagli in cifre: 1. Qual è la ragione principale che l'ha indotta a cambiare cassa malati? Il 60% dei partecipanti al sondaggio ha cambiato assicurazione malattia per il 2010. Per un assicurato su due la ragione principale consisteva nella maggiore convenienza del premio proposto da un'assicurazione concorrente. Soltanto il 4% di chi ha risposto al sondaggio ha deciso di scegliere un'altra cassa per la qualità dei servizi offerti da quest'ultima. 2. Qual è la ragione principale che l'ha indotta a restare fedele al vostro assicuratore attuale? Il 48% di coloro che non hanno cambiato assicurazione malattia nel 2009 risponde di essere stato indotto a restare dall'ammontare del premio dell'attuale cassa malati. La qualità dei servizi proposti dalla loro assicurazione attuale è stata invece la ragione principale per poco più del 20% degli assicurati. Più del 4% degli assicurati sostengono di non aver cambiato assicurazione perché la loro richiesta di un'offerta presso l'assicuratore al quale erano interessati non ha mai ricevuto riscontro! 3. Come si è svolto il passaggio da una cassa a un'altra? Secondo il 65% dei partecipanti, passare da un'assicurazione a un'altra è stato "facile", per il 26% invece si è trattato di un processo "mediamente facile". La gestione del proprio fascicolo da parte della nuova assicurazione è stata giudicata "ottima" dal 43% delle persone da noi interrogate e "buona" dal 34%. Soltanto il 3% indica un passaggio "molto difficile" tra un'assicurazione e l'altra e un trattamento "insufficiente" del proprio caso da parte della nuova cassa malati. 4. Il cambiamento di assicurazione le ha permesso di risparmiare? Il 93% di coloro che hanno risposto al nostro sondaggio lo dimostra, risparmiare cambiando assicurazione malattia è possibile! Il 43% dei partecipanti al sondaggio ha potuto risparmiare tra i CHF 500.- e i CHF 1000.- a persona. Per la maggior parte delle famiglie da due a cinque persone, l'ammontare del risparmio sull'assicurazione malattia nel 2010 è persino superiore ai CHF 2000.-. Abbiamo interrogato gli assicurati sulla loro intenzione di cambiare cassa malati quest'anno nel caso di aumenti dei premi: per il 20%, la risposta è sì! Per l'86% delle persone interrogate, il canale privilegiato per il passaggio da un'assicurazione all'altra è Internet. Un assicurato su due sostiene che la prospettiva globale offerta dai siti di confronto come bonus.ch e compara.ch rende il processo di cambiamento più facile. Tuttavia, la nuova legge proposta dal Parlamento è in opposizione con la legge attuale che incoraggia la politica della concorrenza tra casse malati. In effetti, qualora queste ultime non potessero più pagare commissioni agli intermediari per i consigli agli assicurati, i procedimenti amministrativi quali il cambiamento di cassa malati potrebbero venire ulteriormente complicati. Tabelle e grafici: http://www.presseportal.de/go2/bonus.ch/Donnees/News-Sources/2010/Pdf/ ots Originaltext: bonus.ch S.A. Internet: www.presseportal.ch Contatto: bonus.ch S.A. Servizio attuariale Eileen-Monika Schuch Ch. de Rovéréaz 5 1012 Lausanne Tel.: +41/21/312'55'91 E-Mail: schuch@bonus.ch

Plus de communiques: bonus.ch S.A.

Ces informations peuvent également vous intéresser: