Allianz Suisse

Allianz Suisse investe nella mobilità del futuro

Wallisellen (ots) -

- Allianz Suisse acquista quote dell'operatore di car sharing 
  «Catch a Car» 
- Riscontri positivi dalla fase pilota di Catch a Car 
- Allianz Suisse vuole contribuire attivamente a formare le future 
  soluzioni di mobilità 

Nel corso della fase pilota della soluzione di car sharing Catch a Car di Basilea, che ha già fornito riscontri positivi, Allianz Suisse amplia ulteriormente la partnership e unitamente ad AMAG fa il suo ingresso in qualità di investitore nell'affiliata lucernese di Mobility.

Lo studio «Jung und urban», condotto dal Centro Tecnologico Allianz (Allianz Zentrum für Technik, AZT) su circa 2200 persone di età compresa tra i 18 e i 24 anni in Germania, Austria e Svizzera, lo ha dimostrato chiaramente: sono in arrivo nuove tendenze nella mobilità. Già ora in Svizzera un giovane conducente su tre si dice pronto a utilizzare in futuro modelli di car sharing. In veste di partner di Catch a Car, il primo operatore di car sharing della Svizzera senza stazioni di noleggio fisse, negli ultimi due anni Allianz Suisse ha già potuto acquisire importanti esperienze in questo settore di tendenza. Alla luce dei dati positivi finora emersi dalla fase pilota di Catch Car, Allianz Suisse estende ulteriormente la partnership e unitamente ad AMAG fa il suo ingresso in qualità di investitore in Catch a Car, un'affiliata di Mobility. Sull'ammontare della partecipazione le parti hanno convenuto di mantenere assoluto riserbo.

Impegno visibile

«In veste di assicuratore innovativo intendiamo svolgere un ruolo attivo nella strutturazione delle future soluzioni di mobilità», così Thomas Wegmann, direttore della Gestione di mercato di Allianz Suisse. Un impegno che in futuro sarà anche ben visibile: i veicoli di Catch a Car saranno infatti contraddistinti dal logo Allianz. Inoltre Allianz Suisse continuerà ad assicurare i veicoli. «Per noi l'impegno è interessante sotto due punti di vista: primo, rafforziamo il nostro marchio presso un pubblico giovane, dinamico. Secondo, possiamo apportare la nostra esperienza quale compagnia leader nel settore dell'assicurazione veicoli a motore e acquisire informazioni di prima mano riguardo alle future tendenze che si profileranno nella mobilità», afferma con convinzione Wegmann.

Riscontro positivo

Che il car sharing sarà la forma di mobilità futura lo ha anche dimostrato la fase pilota in corso a Basilea. Negli ultimi due anni, oltre 5000 utenti registrati hanno utilizzato i 120 veicoli non vincolati ad alcuna stazione. Il riscontro è assolutamente positivo. E anche il politecnico federale di Zurigo, che durante la fase pilota ha valutato le ripercussioni su traffico e ambiente, ha tratto conclusioni incoraggianti. Poiché gli utenti del servizio di car sharing modificano la propria mobilità in modo stabile, Catch a Car non soltanto toglie 363 automobili dalle strade basilesi - secondo un calcolo effettuato in base all'attuale numero di utenti - ma riduce anche mediamente di 560'000 chilometri all'anno le distanze percorse con auto private. Ciò corrisponde a 2'240 volte la tratta Basilea Ginevra ovvero un risparmio di 45'000 litri di carburante all'anno.

«I riscontri positivi costituiscono, per un'azienda orientata alla sostenibilità come la nostra, un fattore determinante nella scelta di entrare in Catch a Car in qualità di investitore», precisa Wegmann.

Contatto:

Hans-Peter Nehmer
Direttore
Telefono: 058 358 88 01
e-mail: hanspeter.nehmer@allianz.ch

Bernd de Wall
Senior Spokesperson
Telefono: 058 358 84 14
e-mail: bernd.dewall@allianz.ch



Plus de communiques: Allianz Suisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: