Allianz Suisse

Analisi Allianz dei danni da parcheggio: urti soprattutto in retromarcia

Wallisellen (ots) -

- Quasi un danno su due si verifica durante una manovra di 
  parcheggio 
- La causa principale: dimensioni dei veicoli e visuale 
  ridotta 
- VAN e SUV le auto più soggette a incidenti da parcheggio 

Il 40% circa degli incidenti automobilistici con danni materiali sono da ricondurre a manovre di parcheggio: in otto casi su dieci gli urti si verificano in retromarcia (84%) mentre sono molto più rari durante la marcia in avanti (16%). Lo rivela una ricerca condotta in Germania dal Centro Tecnologico Allianz (Allianz Zentrum für Technik, AZT) in collaborazione con Continental AG. All'analisi, condotta su un campione di quasi 3'500 incidenti stradali, hanno partecipato anche l'università (Hochschule München) e il politecnico (Technische Universität München) di Monaco di Baviera.

Forte aumento dei danni da collisione in Svizzera

Si tratta di cifre che valgono anche per la Svizzera dove negli ultimi anni, come ha dimostrato un'analisi di Allianz Suisse, il numero dei danni da parcheggio è sensibilmente aumentato. Se nel 2010 Allianz Suisse contava ancora circa 15'500 danni da collisione connessi a manovre di parcheggio, alla fine del 2014 questa cifra era salita a oltre 23'800 registrando un incremento di oltre il 50%. "In Svizzera la tendenza ad acquistare veicoli sempre più grossi, più larghi e più lunghi, come i SUV, è inarrestabile. E di conseguenza cresce enormemente il rischio di causare o subire un danno da parcheggio", sottolinea Jörg Zinsli, direttore Sinistri di Allianz Suisse. Nelle statistiche sui sinistri condotte da Allianz Suisse, gli incidenti da parcheggio rappresentano circa il 52% di tutti gli incidenti da collisione, con danni mediamente da circa CHF 2'000.

La nuova conformazione geometrica dei veicoli la causa principale degli incidenti

Secondo gli esperti Allianz, il crescente numero di incidenti da parcheggio e manovra sono da ricondurre alla nuova conformazione geometrica dei veicoli e alla sempre maggiore urbanizzazione. Mentre le dimensioni dei parcheggi sono rimaste pressoché le stesse, le auto sono diventate negli ultimi anni sempre più larghe e sempre più lunghe. I dati mostrano che i veicoli più spesso coinvolti in incidenti da parcheggio e manovra sono VAN e SUV, con una quota di circa il 30% superiore rispetto a quella dei segmenti A, B e C. Le nuove tendenze stilistiche dell'industria automobilistica, soprattutto per quanto riguarda la struttura di lunotto e finestrini, comportano inoltre per il conducente un'elevata riduzione della visuale di guida.

Nuovi sistemi di parcheggio automatico per evitare collisioni

La ricerca di Allianz ha anche messo in evidenza che molti degli attuali sistemi di parcheggio assistito dotati di funzioni di allarme sono solo parzialmente in grado di evitare urti durante le manovre di parcheggio. Nonostante il supporto della tecnica, sono molti gli ostacoli che restano invisibili al conducente, in particolare sui lati della vettura che non dispongono di sensori. Molti automobilisti, inoltre, si affidano eccessivamente ai sistemi di parcheggio assistito e spesso non riescono a reagire in tempo. "Per attenuare il problema ci vorranno sistemi di parcheggio automatico e dispositivi di frenata d'emergenza autonomi in grado di assistere le manovre", dichiara Zinsli. Ma perché questo diventi realtà quotidiana dovremo attendere ancora un po'.

Contatto:

Hans-Peter Nehmer
direttore Comunicazione aziendale
Telefono: 058 358 88 01
hanspeter.nehmer@allianz.ch

Bernd de Wall
Senior Spokesperson
Telefono: 058 358 84 14
bernd.dewall@allianz.ch



Plus de communiques: Allianz Suisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: