Allianz Suisse

Statistiche sui sinistri Allianz Suisse
BMW, Audi e Volkswagen le marche preferite dai ladri di automobili

Wallisellen (ots) -

- In generale, agosto-novembre è il periodo con più furti d'auto 
- Subaru la marca meno colpita dal fenomeno 
- In aumento i furti di pezzi di automobili 

Da un'analisi delle pratiche interne di Allianz Suisse sui furti d'auto, sono 396 le auto rubate negli ultimi cinque anni e nel 64% circa dei casi si è trattato di marche tedesche.

Tra il 2009 e il 2013, i clienti di Allianz Suisse hanno denunciato in totale 396 furti di automobili. Le cinque marche rubate più frequentemente sono risultate, nell'ordine, BMW, Audi, VW, Mercedes e Porsche, che insieme rappresentano circa il 62% dei furti. Se si considera anche Opel, casa molto meno soggetta a furti rispetto alle altre concorrenti tedesche, tale percentuale sale al 64% circa. Tra la quinta e la decima posizione troviamo Honda, Volvo, Mazda, Opel e Toyota.

Particolarmente amate BMW e Audi

Le BMW e le Audi sono le auto più rubate non solo in termini assoluti ma anche, secondo le analisi condotte da Allianz Suisse, relativamente rispetto alla maggior parte delle altre marche. Questo significa che chi possiede una BMW o un'Audi è più a rischio di furto rispetto a chi guida una VW o una Mercedes, tanto per fare due nomi. Per quanto riguarda la frequenza dei furti rispetto alle altre marche, BMW e Audi sono seconde solo ad alcune marche di lusso, ossia Bentley, Maserati, Porsche, Ferrari e Lexus. Può dormire invece sonni più tranquilli chi possiede un'automobile Subaru, Hyundai, Toyota, Opel, Ford, Nissan, Peugeot e Renault, marche con la più bassa incidenza di furto.

Agosto-novembre il periodo più caldo

Particolarmente attivi sembrano i ladri d'auto tra agosto e novembre, probabilmente per lo stesso motivo per cui, nello stesso periodo dell'anno, salgono anche i furti in casa: il fatto che fa buio prima. Jörg Zinsli, direttore Sinistri di Allianz Suisse, ipotizza anche un altro motivo: «Probabilmente la refurtiva proveniente da appartamenti e villette viene trasportata non di rado proprio con i veicoli rubati.»

Aumentano i furti di pezzi di automobili

Un fenomeno che non emerge dalla statistica ma che è noto agli esperti veicoli Allianz Suisse è che i ladri non rubano soltanto intere automobili ma anche singoli pezzi come ruote, parafanghi e spoiler.

16'000 furti di oggetti dagli autoveicoli

Molto più frequente del furto d'auto è il furto di oggetti dall'abitacolo, come dimostrano i 16'000 casi registrati negli ultimi cinque anni da Allianz Suisse. Molti automobilisti, infatti, continuano a lasciare incustoditi in auto oggetti come cellulari, portafogli, valigie e navigatori satellitari. La prevenzione più efficace in questo caso è anche la più semplice, ossia non lasciare niente in auto e chiudere sempre sportelli e finestrini.

Le misure più efficaci contro il furto d'auto

Prendere i ladri di automobili non è facile: secondo le statistiche della Confederazione, il furto d'auto è il reato che resta maggiormente impunito (nel 2013, solo nel 2,9% dei casi gli autori sono stati individuati). Alcune misure di sicurezza, se adottate e soprattutto se combinate tra loro (bloccasterzo, asta di acciaio tra volante e pedale del freno, allarme antifurto e immobilizer, ecc.) potrebbero però rendere la vita più difficile ai malintenzionati. Per una maggiore sicurezza c'è anche Allianz Helpbox®, il dispositivo elettronico che consente alla polizia, via GPS, di localizzare l'auto rubata.

Le marche rubate in percentuale

Circa tre quarti (74,4%) di tutti i furti di autovetture denunciati ad Allianz Suisse tra il 2009 e il 2013 riguardano le seguenti 10 case automobilistiche su un totale di 60:

BMW 18,48% 
Audi 16,46% 
VW 12,91% 
Mercedes 8,61% 
Porsche 5,06% 
Honda 3,04% 
Volvo 2,78% 
Mazda 2,53% 
Opel 2,28% 
Toyota 2,28% 

Il comunicato stampa e altre informazioni media Allianz Suisse sono disponibili sul portale Internet www.allianz.ch/news

Contatto:

Comunicazione Allianz Suisse
Hans-Peter Nehmer, telefono: 058 358 88 01; e-mail:
hanspeter.nehmer@allianz.ch



Plus de communiques: Allianz Suisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: