Allianz Suisse

Nuova sede principale Allianz Suisse a Wallisellen (ALLEGATO/IMMAGINE)

Nuova sede principale Allianz Suisse a Wallisellen (ALLEGATO/IMMAGINE)
Nuova sede principale Allianz Suisse a Wallisellen. / Testo complementare con ots e su www.presseportal.ch. L' utilizzo di quest'immagine è gratuito per scopi redazionali. Pubblicazione sotto indicazione di fonte: "OTS.photo/Allianz Suisse".

Un document

Zurigo (ots) -

   - La struttura di Wallisellen riunisce sotto lo stesso tetto le 
     sette sedi precedenti
   - Circa 1.900 collaboratori su 42.000 metri quadri
   - Il più grande trasloco di un'azienda svizzera nel 2013
   - Fino all'80% in meno di fabbisogno di energia da fonti esterne 

Dopo circa quattro anni di lavori, Allianz Suisse ha traslocato nella nuova sede principale. Da novembre, l'edificio ospita circa 1.900 dipendenti su una superficie per uffici di 42.000 metri quadri. L'operazione ha visto il coinvolgimento dei collaboratori di Allianz Suisse in diverse decisioni, dalla scelta del servizio di ristorazione a quella dei nomi delle sale riunioni.

È certamente il più grande trasloco dell'anno per un'azienda svizzera: tra ottobre e novembre Allianz Suisse ha trasferito nella nuova sede principale di Wallisellen circa 1.900 collaboratori da Zurigo, Berna e Volketswil, 12.000 scatoloni e quasi 10.000 elementi di arredo.

Una scelta che guarda lontano

Allianz Suisse aveva finora sette sedi amministrative dislocate nella Svizzera tedesca. «La concentrazione degli uffici in due sole sedi, Wallisellen e Ginevra, è una rivoluzione per noi», ha commentato il CEO Klaus-Peter Röhler, «che consente di migliorare i processi e la produttività e di mettere a disposizione dei collaboratori un ambiente di lavoro dotato delle più moderne infrastrutture.» Secondo Röhler, l'accorpamento rafforza inoltre la cultura aziendale.

"Boomtown" Wallisellen

Non è un caso che Allianz Suisse abbia scelto Wallisellen per la nuova sede principale: il centro alle porte di Zurigo sta vivendo ormai da anni una fase di boom per via dei vantaggi che la sua posizione offre, tra cui in particolare gli ottimi collegamenti dovuti alla prossimità ad aeroporto, autostrada, autobus, tram, metropolitana leggera e "Glattalbahn". Inoltre, Allianz Suisse ha potuto contribuire fin dall'inizio alla progettazione dell'edificio.

Un ambiente di lavoro flessibile

Il progetto nasce dall'idea di mettere a disposizione dei collaboratori un ambiente di lavoro stimolante e flessibile, con atmosfere diverse a seconda delle zone: l'accostamento di uffici open space ad aree relax, angoli per conversazione, stanze per progetti e sale riunioni, lounge, terrazze e sale per meeting facilita l'alternanza tra le attività lavorative più formali e quelle più socializzanti. Stessa finalità hanno anche gli spazi aperti in verticale, che garantiscono una continuità visiva tra i diversi piani dell'edificio. La flessibilità degli ambienti è evidente già nell'ingresso, dove la grande lobby funge anche da foyer per i visitatori dell'auditorium situato al piano terra. Una duplice funzione ha anche il ristorante per il personale, dove è possibile fare una pausa ma anche lavorare.

Un'architettura inconsueta

La nuova sede principale di Allianz Suisse si compone di due strutture - una torre di 17 piani con terrazza sul tetto e un edificio di 5 piani con giardino interno realizzati su progetto dell'architetto olandese Wiel Arets - collegate tra loro da una serie di ponti vetrati. Peculiarità dell'edificio è l'involucro in vetro, con i singoli elementi vetrati incorniciati a due a due da lamine con stampata la foto astratta di una superficie in marmo onice: il tutto dà comunque l'impressione che vi siano delle vere e proprie finestre e questo per rispondere ad una precisa esigenza urbanistica in tal senso.

Il progetto cromatico: che colori ha il mondo?

Gli uffici hanno colori neutri, scanditi però da accenti colorati negli arredi interni delle postazioni di lavoro individuali e in quelli delle zone di comunicazione e di passaggio e nelle sedie delle sale riunioni, note di colore che danno un tocco individuale ma discreto ai diversi piani. Per il progetto cromatico, gli architetti hanno studiato la longitudine di Zurigo su un planisfero, osservando i colori che la terra assume andando da Sud a Nord lungo questo meridiano, dall'Antartide alla Norvegia, passando per l'Africa occidentale. Il risultato è una gamma di 13 colori che donano un carattere diverso a ogni piano.

Dettagli creativi per le sale riunioni

La geografia ha ispirato anche il progetto delle sale riunioni. A protezione della privacy, sopra le pareti in vetro corre una lamina decorativa semitrasparente di 120 cm di larghezza che evoca il profilo dei tipici paesaggi che si incontrano lungo l'8° meridiano Est, come iceberg, coste tropicali o aree desertiche. La maggior parte delle sale riunioni è contrassegnata da un grado di latitudine e sedici di esse portano il nome di montagne svizzere come l'Eiger, il Cervino, il Pilatus, il Säntis e il Weisshorn.

Geotermia al posto delle fonti energetiche fossili

La nuova sede principale di Allianz Suisse risponde allo standard di costruzione MINERGIE. L'involucro dell'edificio è in vetro multistrato, materiale altamente isolante, con una pressione altissima tra gli strati per prevenire l'umidità. L'energia necessaria per il riscaldamento, il raffreddamento e per l'acqua calda proviene dall'impianto geotermico dell'area di Richti, il che consente di ridurre di circa l'80% il ricorso a fonti energetiche esterne. L'intero impianto permette il ricambio di 400.000 m3 d'aria in un'ora, un volume pari a un cubo di 70 metri per lato.

Negli uffici di Allianz Suisse, la climatizzazione è garantita da un sistema di riscaldamento e raffreddamento a soffitto che sfrutta la copertura nascosta in calcestruzzo grezzo per immagazzinare energia. È stato ridotto anche il consumo energetico legato all'illuminazione: i 1.700 punti luce, tra piantane e luci a soffitto, sono tutti alimentati a LED e azionati da timer e sensori di movimento per evitare gli sprechi. Alla climatizzazione dell'ambiente contribuiscono anche le tende solari con azionamento computerizzato.

Alimentazione elettrica in caso di blackout

Nonostante siano rari in Svizzera, i blackout sono ormai un tema di attualità per via delle rivoluzioni in atto nel panorama energetico europeo e dei continui attacchi informatici contro i fornitori di energia elettrica. Un'interruzione di corrente paralizzerebbe le attività o metterebbe se non altro a repentaglio il servizio per i clienti.

Per le emergenze, Allianz Suisse dispone di un gruppo di continuità che assicura corrente senza la minima interruzione. Non tutti i sistemi di alimentazione di emergenza funzionano in questo modo, dal momento che l'aggregato diesel ha spesso bisogno di 10-15 secondi per partire. Nel sistema Allianz Suisse, l'intervallo di tempo fino all'avvio dell'aggregato è coperto da energia elettrica proveniente da batterie. L'impianto di emergenza comprende due aggregati diesel di una potenza complessiva di 2.200 kW, pari circa a 20 Golf GTI Volkswagen.

Un quartiere vivace

L'area di Richti, che ospita la nuova sede principale di Allianz Suisse, è stata per anni una zona industriale. Il 23 giugno 2009, il Consiglio comunale di Wallisellen ha approvato il piano di trasformazione dell'area in un nuovo quartiere a destinazione mista, che ha portato alla realizzazione di circa 500 alloggi di proprietà e in affitto per circa 1.200 persone e di spazi per oltre 3.000 postazioni di lavoro. Il quartiere, facilmente raggiungibile con il traffico lento e abbellito da piazze pubbliche, viali, portici, corti interne e vie residenziali alberate, risulta decisamente gradevole. La presenza simultanea di abitazioni, attività produttive, negozi e servizi e la prossimità al centro commerciale di Glatt rendono l'area particolarmente vivace. Le attività commerciali occupano il piano terra degli edifici e anche la sede principale di Allianz Suisse ospita un ristorante e un asilo aperti al pubblico.

Contatto:

Comunicazione Allianz Suisse
Hans-Peter Nehmer
Telefono: 058 358 88 01
E-mail: hanspeter.nehmer@allianz-suisse.ch

Harry H. Meier
Telefono: 058 358 84 14
E-mail: harry.meier@allianz-suisse.ch



Plus de communiques: Allianz Suisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: