Allianz Suisse

Bilancio annuale 2012: Allianz Suisse in gran forma

Bilancio annuale 2012: Allianz Suisse in gran forma
Klaus-Peter Röhler, CEO, Allianz Suisse. / Testo complementare con ots e su www.presseportal.ch. L' utilizzo di quest'immagine è gratuito per scopi redazionali. Pubblicazione sotto indicazione di fonte: "OTS.photo/Allianz Suisse".

Un document

Zurigo (ots) - - La raccolta premi supera per la prima volta i 4 miliardi.

- L'utile operativo aumenta del 15,3% portandosi a CHF 331,2 milioni.

- Il combined ratio (rapporto uscite/premi) di Allianz Suisse Assicurazioni scende attestandosi al livello record di 91,9%.

Nel suo 10° anno di vita, il Gruppo Allianz Suisse procede in controtendenza rispetto alle sfavorevoli condizioni di mercato: con 4.105,6 milioni di franchi la raccolta premi di Allianz Suisse Assicurazioni, Allianz Suisse Vita e CAP Protezione giuridica - tutte società chiave del Gruppo - supera per la prima volta la soglia dei 4 miliardi, con un incremento del 4% circa rispetto al 2011 (3.943,1 milioni). Inoltre il risultato operativo del Gruppo Allianz Suisse mette a segno un netto balzo in avanti (+15,3%) portandosi a 331,2 milioni di franchi (2011: 287,4 milioni). Tali dati fanno del 2012 l'anno migliore per Allianz Suisse dallo scoppio della crisi finanziaria. "Sono risultati che ci soddisfano molto. A dispetto di un quadro macroeconomico che permane difficile, siamo riusciti a conquistare nuovi clienti e ad aumentare la redditività. Abbiamo fatto un salto di qualità, sia in termini di volume premi che di utile operativo" sintetizza Klaus-Peter Röhler, CEO di Allianz Suisse, l'andamento del 2012.

Alla crescita ha contribuito in particolare il comparto Vita con un +7,3% (2.294,8 milioni di franchi; 2011: 2.138,9 milioni). Ma anche i rami danni e infortuni, nonostante la sistematica rifocalizzazione sui nuovi contratti data la loro maggiore redditività, hanno visto l'incremento della raccolta premi di un buon +0,4% (1.810,8 milioni di franchi; 2011: 1.804,2 milioni).

Il costante aumento delle performance di Allianz Suisse Vita ha portato a una rivalutazione fiscale del valore contabile della partecipazione detenuta da Allianz Suisse Assicurazioni e le conseguenti maggiori imposte hanno penalizzato l'utile di esercizio del 5,6%, frenandolo a 243,5 milioni di franchi (2011: 257,8 milioni).

I segnali per Allianz Suisse permangono comunque positivi: "Le nostre iniziative strategiche stanno esplicando i loro effetti in tutti i settori. Siamo riusciti a migliorare ulteriormente qualità dei servizi e valore per i clienti, e questi ultimi sono anche aumentati. Contemporaneamente abbiamo investito sulla qualità della consulenza e ampliato le capacità della rete di vendita: le nuove misure introdotte - il nuovo approccio globale alla consulenza e una sistematica strategia multicanale che dà al cliente un più facile accesso ai nostri prodotti e servizi tramite tutti i canali distributivi - non fanno altro che ribadire il nostro impegno in tal senso. A livello di offerta, con i prodotti Balance Invest e Conto sicuro, le soluzioni telematiche per i veicoli a motore e la polizza Mobilia domestica "All Risk" proponiamo ai clienti prodotti interessanti ed unici sul mercato. E ovviamente poniamo le basi per continuare a crescere all'insegna della redditività", conclude Röhler.

Allianz Suisse Assicurazioni: loss ratio a livelli record

Nel 2012, in una situazione caratterizzata da saturazione del mercato e competizione serrata sui prezzi, i rami danni e infortuni hanno ottenuto risultati più che soddisfacenti. La raccolta premi lorda di Allianz Suisse Società di Assicurazioni SA è aumentata dello 0,3% portandosi a 1.747,3 milioni di franchi (2011: 1.741,8 milioni). Soprattutto l'introduzione di una nuova tariffa ha spinto la stipula di nuovi contratti di assicurazione per veicoli a motore. Continua l'andamento positivo del loss ratio: nonostante le forti gelate di inizio anno e le conseguenti maggiori uscite, il loss ratio è diminuito di ben 4,1 punti percentuali portandosi al 69%. "Applicando un maggiore rigore in ambito Underwriting e procedure più efficaci siamo riusciti ad aumentare ancora la redditività delle assicurazioni danni e infortuni e di conseguenza anche la nostra competitività. In particolare ci fa piacere constatare una riduzione degli oneri per sinistri veicoli a motore in corso d'anno", continua Klaus-Peter Röhler. L'expense ratio è aumentato (+0,7%) anche a causa degli investimenti fatti nella rete distributiva portandosi al 22,9%, per un combined ratio 2012 del 91,9%: si tratta di un miglioramento di 3,3 punti percentuali e quindi di un nuovo record per Allianz Suisse Assicurazioni. "Una tendenza che va nella giusta direzione", sottolinea Röhler.

La redditivizzazione dei rami danni e infortuni si mostra in particolare nel risultato operativo di Allianz Suisse Assicurazioni che nel 2012 si è attestato su 225,5 milioni di franchi, con un aumento quindi del 23,7% rispetto al 2011 (182,3 milioni). A seguito della rivalutazione fiscale della partecipazione in Allianz Suisse Vita, l'utile di esercizio è sceso dell'8,9% portandosi a 158,6 milioni di franchi (2011: 174,0 milioni).

Il capitale proprio è diminuito del 28% a seguito della distribuzione dei dividendi straordinari ottenuti dalla vendita delle società Alba e Phenix. In realtà, al netto di tale effetto, negli ultimi due anni il capitale proprio è salito. La forte capitalizzazione è stata riconosciuta anche da Standard & Poor's, che ha confermato il rating di AA-.

Allianz Suisse Vita: redditività anche nel lungo periodo

Anche nel 2012 Allianz Suisse Società di Assicurazioni sulla Vita SA ha confermato la tendenza positiva aumentando sensibilmente la raccolta premi lorda del 7,3%, portandola a 2.294,8 milioni di franchi (2011: 2.138,9 milioni). Il +11,5% registrato nella raccolta premi Vita collettiva ha consentito di raggiungere i 1.884 milioni di franchi (2011: 1.689,9 milioni), dimostrando che la richiesta di soluzioni assicurative LPP complete, soprattutto da parte delle Pmi, permane elevata. "Grazie all'ottima capitalizzazione e a una politica di investimento equilibrata, i nostri clienti LPP continueranno a ottenere buoni interessi che superano nettamente le prestazioni garantite", sottolinea Stefan Rapp, CFO di Allianz Suisse.

La depressione dei tassi continua a mettere in difficoltà il segmento Vita individuale, dove la raccolta premi ha accusato un calo dell'8,5% attestandosi a 410,8 milioni di franchi (2011: 448,9 milioni). Ancora Rapp: "In considerazione della perdurante stagnazione dei tassi, nel segmento Vita continueremo a spingere su quei prodotti del portafoglio che coniugano sicurezza e possibilità di rendimento". Un esempio in tal senso è Balance Invest a premio periodico: il prodotto - un abbinamento riuscito tra garanzia e assicurazione legata a fondi - costituisce da solo oltre il 20% delle nuove stipule e ha consentito di compensare in parte il calo dei contratti a premio unico, superando nettamente le nostre attese. A dispetto dei tassi bassi il comparto Vita continua ad essere redditizio, con Allianz Suisse Vita che vede crescere il risultato operativo dello 0,9% (94,1 milioni di franchi; 2011: 93,3 milioni) e l'utile di esercizio dell'1,5% (75,6 milioni di franchi; 2011: 74,5 milioni).

Contatto:

Hans-Peter Nehmer
Tel.: +41/58/358'88'01
E-Mail: hanspeter.nehmer@allianz-suisse.ch

Bernd de Wall
Tel.: +41/58/358'84'14
E-Mail: bernd.dewall@allianz-suisse.ch



Plus de communiques: Allianz Suisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: