Allianz Suisse

Allianz Suisse: bene il primo semestre 2011

Zurigo (ots) - Il Gruppo Allianz Suisse chiude positivamente il primo semestre dell'anno: buona la crescita della raccolta premi, che con un + 2,6% raggiunge i 2.897 milioni di franchi (2.824 milioni nel 2010) e netto il miglioramento dell'utile operativo che tocca i 174,8 milioni di franchi, facendo segnare un incremento del 17,7% sul 2010 (148,5 milioni). Continua soprattutto l'ascesa del comparto Vita, mentre rimane stabile il comparto Non vita grazie anche all'andamento favorevole della sinistrosità.

"Questo primo semestre ci ha confermato che siamo in grado di continuare a crescere", questo il commento di Manfred Knof, CEO di Allianz Suisse, sul risultato semestrale. "Le misure di ristrutturazione intraprese si sono rivelate efficaci sul fronte dell'abbattimento dei costi, abbiamo lanciato una serie di prodotti innovativi come Allianz Helpbox, Conto sicuro, Previdenza figli e Assicurazione All risk di economia domestica e lavoriamo per migliorare ulteriormente la qualità dei servizi offerti ai nostri clienti. Saranno proprio contenimento dei costi, innovazione e qualità dei servizi a consentirci di conquistare nuove quote di mercato".

Se per il primo semestre del 2011 l'andamento favorevole della sinistrosità ha contribuito all'ottimo risultato d'esercizio, nella seconda metà dell'anno il loss ratio subirà l'effetto dei danni provocati dalla recente ondata di maltempo. Sull'esito complessivo dell'esercizio 2011 potrebbe poi ripercuotersi, come sottolinea Knof, anche la situazione finanziaria ancora caratterizzata da instabilità dei mercati, tassi bassi e apprezzamento del franco svizzero.

Allianz Suisse conquista nuove quote di mercato

Nel comparto Vita i numeri parlano chiaro: la raccolta premi è passata dai 1.477 milioni di franchi del 2010 a 1.553 milioni, con una crescita del 5,1%. Bene la Vita individuale che segna un + 3,5% soprattutto grazie a un incremento della domanda dei prodotti a premio unico per le assicurazioni miste sulla vita. "A settembre l'immissione sul mercato di un nuovo prodotto che coniuga in modo ideale rendimento e sicurezza ci permetterà di corroborare ulteriormente questo comparto", dichiara Knof. La Vita collettiva ha visto un incremento del 5,4% che ha portato la raccolta premi a 1.341 milioni di franchi (2010: 1.272 milioni). Grazie alla persistente situazione di sottocopertura di molte casse pensioni si conferma forte, tra le piccole e medie imprese, il modello di assicurazione completa per la previdenza professionale. Sotto il profilo dei costi è buono il bilancio tracciato sui programmi di ristrutturazione adottati da Allianz Suisse lo scorso anno: rispetto al 2010 i costi del comparto Vita sono diminuiti dell'8,1% scendendo da 79 a 72,6 milioni di franchi, con un calo dell'expense ratio dello 0,5% (dal 5,3% del 2010 all'attuale 4,7%). Sfavorito dalla svalutazione dell'euro il risultato degli investimenti di capitale che per i primi sei mesi del 2011 si ferma a 197,9 milioni di franchi (primo semestre 2010: 209,2 milioni). Nonostante le svalutazioni valutarie e l'incremento delle riserve contro i rischi dei mercati finanziari rimane stabile sul 2010 il risultato operativo di Allianz Suisse che si attesta a 46,5 milioni di euro (2010: 46,2 milioni). Pressoché immutato anche l'utile semestrale che con 36,8 milioni di franchi raggiunge il valore del 2010.

Allianz Suisse Assicurazioni: utile semestrale in forte crescita

Sull'andamento semestrale del comparto Non Vita di Allianz Suisse ha inciso soprattutto l'andamento favorevole della sinistrosità accompagnato da una raccolta premi stabile (1.307 milioni di franchi rispetto ai 1.311 dell'anno precedente) da ricondurre a una politica di sottoscrizione orientata alla redditività. L'assenza di grandi danni e catastrofi naturali e la flessione delle spese per i danni base nel comparto Veicoli a motore hanno determinato una netta diminuzione del loss ratio che è passato dal 75 al 69,8%. Lieve incremento dei costi che aumentano da 182,6 a 183,2 milioni di franchi per via del maggior numero di nuove stipule e dell'intensificazione delle attività di acquisizione nuovi clienti. Ottimo l'expense ratio (21,3%), frutto delle misure di ristrutturazione adottate, e in calo di cinque punti il combined ratio, che passa dal 96,1 al 91,1%. "Sotto il profilo dei sinistri la nostra politica di sottoscrizione orientata alla reddittività si dimostra vincente. Ed è nostra intenzione renderla ancora più efficace", sottolinea Knof. In probabile ascesa l'incidenza dei sinistri sul secondo semestre: l'onere netto per i danni provocati dalle inondazioni e dalle grandinate che hanno colpito recentemente l'intera Svizzera potrebbero attestarsi a circa 49 milioni di franchi solo per Allianz Suisse.

Favorito dagli elevati utili delle azioni, il risultato degli investimenti di capitale per i primi sei mesi raggiunge i 76,2 milioni di franchi (2010: 70,5 milioni), mentre il risultato operativo degli investimenti finanziari si attesta a 63,1 milioni di franchi (2010: 65,1 milioni).

Complessivamente, Allianz Suisse Assicurazioni chiude il primo semestre 2011 con un risultato operativo di 121,2 milioni di franchi, facendo registrare un incremento del 47,3% rispetto all'anno passato (85,4 milioni). A questo si aggiunge un utile in forte ascesa che con un eccellente + 58,1% balza da 66,8 a 105,6 milioni di franchi.

Contatto:

Hans-Peter Nehmer
Tel.: +41/58/358'88'01
E-Mail: hanspeter.nehmer@allianz-suisse.ch

Bernd de Wall
Tel.: +41/58/358'84'14
E-Mail: bernd.dewall@allianz-suisse.ch


Plus de communiques: Allianz Suisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: