Schweizerische Zahnärzte-Gesellschaft SSO

La SSO sostiene il referendum contro il Managed Care

Berna (ots) - La Società svizzera odontoiatri SSO sostiene il referendum contro la revisione parziale della LAMal relativa al Managed Care adottata dal Parlamento. Il modello di Managed Care limita la libera scelta del medico e rappresenta un ulteriore passo verso una medicina di Stato.

Durante la sessione autunnale, le due camere del Parlamento hanno approvato una revisione parziale della Legge sull'assicurazione malattie, che prevede l'introduzione del cosiddetto modello di Managed Care. Il sistema vorrebbe indurre i pazienti, sulla base di incentivi finanziari, ad aderire ad una rete di cure integrate.

Scegliendo il modello di Managed Care, i pazienti avrebbero sempre l'obbligo di rivolgersi in via prioritaria ai medici che fanno parte di questa rete, il che implica una chiara limitazione della libera scelta del medico e del dentista. La SSO si oppone a questa restrizione del diritto di autodeterminazione del paziente. Inoltre, l'imposizione di un sistema di reti di cure integrate rappresenta un ulteriore passo verso una medicina di Stato.

Per questi motivi, la SSO sostiene fattivamente il referendum contro questa decisione del Parlamento e invita i suoi membri a raccogliere firme nei loro studi medici e tra i loro conoscenti contro la revisione della LAMal.

Contatto:

Felix Adank
Servizio stampa e d'informazione SSO
Tel.: +41/31/310'20'80


Plus de communiques: Schweizerische Zahnärzte-Gesellschaft SSO

Ces informations peuvent également vous intéresser: