GastroSuisse

La locanda Zum Hirschen a Oberstammheim riceve il riconoscimento di "Albergo storico dell'anno 2014"
L'albergo Paxmontana a Flüeli-Ranft ottiene il premio speciale 2014

L'esteriore del Gasthof zum Hirschen. / Testo complementare con ots e su www.presseportal.ch. L' utilizzo di quest'immagine è gratuito per scopi redazionali. Pubblicazione sotto indicazione di fonte: "OTS.photo/GastroSuisse".

Zurigo (ots) - La locanda Zum Hirschen a Oberstammheim (ZH) premiata come "Albergo storico dell'anno 2014". Questo riconoscimento viene conferito da ICOMOS Suisse, la delegazione locale del Consiglio Internazionale per i monumenti e i siti storici, in collaborazione con GastroSuisse, hotelleriesuisse e Svizzera Turismo. Il premio speciale 2014 va all'albergo Stile Liberty Paxmontana a Flüeli-Ranft (OW).

Fritz Wehrli, proprietario della locanda Zum Hirschen, e Diego Bazzocco, direttore dell'albergo Stile Liberty Paxmontana, saranno premiati durante una cerimonia che si svolgerà mercoledì, 18 settembre presso la locanda Zum Hirschen a Oberstammheim. Con il premio la giuria intende conferire ai proprietari un'onorificenza per lo straordinario impegno e il risultato ottenuto nella conservazione di questi patrimoni d'altri tempi.

Conservazione esemplare di una locanda storica del Weinland zurighese

La locanda Zum Hirschen a Oberstammheim viene premiata per la cura sensibile e continua del suo carattere storico. "Si tratta di una struttura tramandata in modo autentico, in un complesso sorprendentemente intatto, e fortemente radicata nel territorio", così la giuria motiva la decisione presa.

La locanda Zum Hirschen è strettamente legata alla famiglia zurighese Wehrli, che nel 1684 l'ha costruita e ancora oggi la gestisce. Negli ultimi decenni la locanda è stata tenuta e curata con molta dedizione. Passo dopo passo sono stati restaurati le facciate, in particolare le finestre, e gli interni. Da fuori, pertanto, l'edificio ha mantenuto pressoché inalterato il suo aspetto originario.

La locanda Zum Hirschen e gli edifici circostanti insieme formano un complesso intatto che è assolutamente da vedere. Il bovindo, l'altezza dei piani e le dimensioni dell'edificio contraddistinguono la casa a graticcio, tipica della regione, come dimora rappresentativa della famiglia e locanda. Questa rivendicazione è supportata dall'arredamento sfarzoso delle camere e degli ambienti di rappresentanza. Particolarmente degne di considerazione sono le cinque porte rinascimentali dipinte con immagini locali del 18esimo secolo e le sei stufe di maiolica ancora in uso. La sostanza ricca e intatta, che conferisce alla struttura il suo fascino, è costituita dall'effetto complessivo esercitato dall'insieme dei singoli pezzi di arredamento.

La locanda Zum Hirschen è fortemente radicata nel territorio e integrata in modo esemplare nella vita di paese. Molti prodotti dell'invitante offerta culinaria provengono dai dintorni. I lavori vengono affidati agli artigiani locali e il personale viene reclutato nel paese. La vivacità del tavolo dei clienti abituali denota l'importanza della locanda nel posto. Cultura alberghiera d'epoca con il comfort dei giorni nostri.

L'albergo Stile Liberty Paxmontana a Flüeli-Ranft (OW) ottiene il premio speciale 2014 per il coraggioso investimento a lungo termine, nonché la coerenza e sicurezza dei metodi che il costruttore e gli architetti hanno dimostrato nella laboriosa ristrutturazione dell'hotel. "Le esigenze odierne riguardanti il comfort, la sicurezza sismica, la protezione antincendio e l'ottimizzazione dei processi aziendali sono state esaudite conservando la sostanza presente, ovvero grazie ad un recupero sostenibile dello stato originario eroso", riconosce la giuria.

Per incarico dell'albergatore Franz Hess, il costruttore Josef Windlin nel 1895/96 realizzò l'hotel estivo "Kurhaus Nünalphorn" in cima a una collina orientata verso sud-ovest, tra Ranftschlucht e Flüeli. L'albergo in stile legno, tipico svizzero, era costituito da un corpo di due piani coperto da un tetto piano. Il successo della struttura nel 1906 indusse il proprietario ad allargare e rialzare l'edificio considerevolmente in direzione sud. Dopo il 1933 l'hotel era sempre più spesso orientato sulle esigenze dei pellegrini Bruder Klaus. Nel 1953 la struttura fu rilevata dalla Fondazione Bruder Klaus e nel 1956 ribattezzata con il nome Paxmontana. Dal 1966 l'albergo è di proprietà della Hotel Paxmontana SA, che si occupa anche della gestione.

Tra il 2010 e il 2012 è stata effettuata una ristrutturazione totale, che ha riguardato anche il ripristino dei giardini con la storica pergola, grazie ai quali la struttura si mimetizza perfettamente nel paesaggio. L'esterno dell'edificio è rimasto pressoché identico. Le finestre e gli abbaini sono stati ricostruiti e le scandole sostituite. La struttura portante di legno è stata scrupolosamente restaurata e rinforzata per motivi di sicurezza sismica. I bagni delle camere sono stati installati osservando la ripartizione storica degli ambienti. Superfici originali, quali i soffitti, gli stucchi e in parte anche i pavimenti sono ancora oggi visibili.

Insieme alle sale di ricevimento al piano terra, già dal 1994 sottoposte a un accurato restauro sotto osservazione del Consiglio per i monumenti storici, l'hotel offre uno straordinario spaccato della cultura alberghiera intorno al 1900 con lo standard tecnologico del 2012.

Il riconoscimento

Il riconoscimento "L'albergo/il ristorante storico dell'anno", conferito dal 1997, incentiva la conservazione del patrimonio edilizio e rafforza la consapevolezza pubblica dell'importanza di conservare e curare gli alberghi e ristoranti d'epoca. La premiazione è di competenza della delegazione locale Svizzera di ICOMOS in collaborazione con GastroSuisse, hotelleriesuisse e Svizzera Turismo. Una giuria composta da esperti di monumenti storici, architettura, storia, albergheria e restauri valuta le candidature ricevute e seleziona il vincitore/i vincitori. Il premio viene assegnato sempre in autunno e vale come riconoscimento per l'anno successivo, affinché i premiati possano utilizzare questo omaggio per la pubblicità della loro struttura.

Contatto:

ICOMOS Suisse
Gruppo di lavoro alberghi e ristoranti storici
Gerold Kunz, responsabile del gruppo di lavoro e presidente di giuria
c/o Cura dei monumenti storici Nidvaldo
Mürgstrasse 12
6370 Stans
jury.hotels@icomos.ch
www.icomos.ch


Fichiers multimédias
4 fichiers

Plus de communiques: GastroSuisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: