Winterhilfe Schweiz / Secours suisse d'hiver / Soccorso svizzero d'inverno

Soccorso d'inverno : Buona la situazione delle donazioni, riconfermato a presidente centrale l'ex consigliere federale Samuel Schmid e tre nuove nomine nel Comitato centrale
Assemblea dei delegati

Zurigo (ots) - Il Soccorso svizzero d'inverno sta per chiudere un anno di successo. Il risultato di gestione ammonta - grazie all'aumento dei legati e a una situazione sempre buona sul fronte delle donazioni pervenute - a un totale di oltre 6 milioni di franchi (anno precedente: 4,5 milioni di franchi). La differenza positiva delle entrate va a compensare l'incremento delle uscite, soprattutto nell'ambito dell'aiuto offerto alle persone in difficoltà finanziarie in Svizzera. Inoltre, per la seconda volta consecutiva è stato possibile aumentare i pagamenti straordinari alle sedi cantonali del Soccorso d'inverno. In occasione dell'Assemblea dei delegati è stato approvato il conto annuale 2013/2014, ovvero il 78° anno finanziario del Soccorso d'inverno. L'ex consigliere federale Samuel Schmid è stato riconfermato per un mandato di tre anni a presidente centrale del Soccorso d'inverno. Inoltre nelle nomine del Comitato centrale, sono stati votati tre nuovi membri: Monique Baud e François Dubois.

Per l'economia svizzera le previsioni continuano a non essere delle peggiori. Invece, per le persone colpite dalla nuova povertà del tipo working poor, il futuro non è affatto roseo. Il numero delle richieste di aiuti e sovvenzionamenti verificate dagli uffici cantonali del Soccorso d'inverno, nell'anno finanziario 2013/2014 è aumentato di quasi il 10 %, raggiungendo quota 8'634 (anno precedente: 7'948). Nel complesso, nel 78° anno contabile dell'organizzazione non profit, in tutta la Svizzera sono state aiutate 7'586 economie domestiche (anno precedente: 7'151) e progetti, devolvendo una somma di oltre 6,3 milioni di franchi (anno precedente: 6 milioni di franchi).

Più aiuti ai working poors

Bastano uscite impreviste, ad es. per i costi della salute, per portare le persone colpite dalla povertà al limite delle proprie possibilità finanziarie. Il Soccorso d'inverno si accolla in questi casi una tantum il pagamento di fatture o fornisce aiuto materiale (letti, vestiti, buoni acquisto). Nell'anno finanziario 2013/2014 abbiamo aiutato 2'896 persone sole, 636 coppie senza figli e 4'054 famiglie (con 7'587 bambini). In totale il Soccorso d'inverno è venuto in aiuto di 15'473 persone, un numero che corrisponde circa alla popolazione di una città come Locarno!

Va notato che il numero delle economie domestiche aiutate - il cui reddito lavorativo è inferiore alle linee guida COSAS - è cresciuto quasi del 5 %, passando dai 1'899 dell'anno precedente a 2'346: nell'anno contabile 2013/2014 esse hanno percepito circa il 31 % di tutte le prestazioni di sostegno erogate dal Soccorso d'inverno. Le cause delle situazioni di disagio economico spaziano da cambiamenti famigliari (come il decesso di un componente), a malattie e incidenti fino a una qualifica professionale insufficiente. Visto che il Soccorso d'inverno ci tiene a offrire un tipo di sostegno dall'effetto duraturo, nell'anno preso qui in considerazione anche il numero delle formazioni e dei perfezionamenti professionali finanziati ad adulti è aumentato del 4 %, arrivando a quota 629 (anno precedente: 605).

Nuovi volti nel comitato direttivo dell'organizzazione no profit

Il Soccorso d'inverno dà una mano in tutta la Svizzera ed è organizzato in maniera federalistica. Il Comitato centrale (composto da 9 membri) che dirige l'intera organizzazione continuerà a essere guidato dall'ex consigliere federale Samuel Schmid (riconfermato per un mandato di altri tre anni durante l'Assemblea dei delegati 2014). Nel Comitato centrale sono inoltre stati nominati tre nuovi membri: Monique Baud (direttrice amministrativa, Grand-Saconnex) e François Dubois (direttore Pro Senectute Arco Jura, Neuchâtel). I tre nuovi membri prendono il posto dei dimissionari Andreas Leisinger (Davos), Pierre Dubois (Neuchâtel) e Nicole Fatio (Ginevra).

Il conto annuale dettagliato figura in http://www.winterhilfe.ch/de/deutsch/portrait/publikationen/. La relazione annuale 2013/2014 sarà pubblicata a metà dicembre. Le informazioni sull'anno finanziario 2013/2014 delle sedi cantonali del Soccorso d'inverno possono essere ottenute presso i rispettivi responsabili.

Ritratto del Soccorso d'inverno:

Il Soccorso d'inverno è stato fondato nel 1936 ed è un ente caritatevole attivo solo in Svizzera, che si adopera per lenire le difficoltà finanziarie delle persone colpite dalla povertà. Sotto l'egida del Soccorso svizzero d'inverno (presidente centrale: l'ex consigliere federale Samuel Schmid) sono organizzate autonomamente in ogni regione linguistica le sedi di rappresentanza cantonale e regionale (con obbligo di rendicontazione), parzialmente responsabili anche della raccolta fondi. Il Soccorso svizzero d'inverno costituisce il quadro d'azione per l'attività complessiva dell'intero Soccorso d'inverno, copre i finanziamenti che travalicano le possibilità delle sedi cantonali e regionali e si occupa del fundraising. Gli introiti del fundraising tornano a beneficio delle sedi cantonali e regionali (pagamenti straordinari annuali). Gli indici finanziari citati nel presente comunicato stampa si riferiscono al Soccorso svizzero d'inverno, mentre le cifre riferite ai singoli casi di sovvenzionamento si riferiscono alle sedi cantonali e regionali del Soccorso d'inverno.

Contatto:

Soccorso svizzero d'inverno, Comunicazione, sig.ra Esther Güdel, tel.
044 269 40 51, es-ther.guedel@winterhilfe.ch oppure al segretario
centrale, sig. Daniel Frei, tel. 044 269 40 53,
daniel.frei@winterhilfe.ch.



Plus de communiques: Winterhilfe Schweiz / Secours suisse d'hiver / Soccorso svizzero d'inverno

Ces informations peuvent également vous intéresser: