proTELL

Assemblea generale proTELL: 3 x SI!
SI al diritto liberale sulle armi!
SI ad un esercito di milizia forte!
SI ai GRIPEN!

Olten/Greppen (ots) - "Non chiederti cosa può fare il tuo Paese per te, ma cosa puoi fare TU PER IL TUO PAESE!" In riferimento a queste famose parole di Kennedy il Presidente Willy Pfund è dell'opinione che "la nostra democrazia diretta è la base e il correttivo del potere tra cittadino e governo e ingloba anche la detenzione privata di armi. In una dittatura il cittadino non ha armi, o vi sembra che in Russia i soldati o i cittadini detengano delle armi private a casa? NO!"

Di fronte a un vasto pubblico è stato fatto l'appello di lottare eventualmente anche con un referendum contro ulteriori inasprimenti della legge sulle armi e registrazioni (a posteriori).

La Svizzera ha dunque bisogno di un esercito di milizia credibile e forte. L'alleanza verde-rossa degli oppositori all'esercito vorrebbe distruggere l'esercito ed evitare l'implementazione di forze aeree moderne. L'ex capo delle forze aeree, Markus Gygax, ha presentato in una brillante conferenza i motivi per i quali, in assenza di forze aeree moderne, il nostro esercito non può adempiere ai suoi compiti. L'assemblea generale di proTELL esprime un SI unanime ai GRIPEN!

Pfund ha criticato aspramente l'interpretazione del concetto di democrazia da parte degli oppositori alle armi e del ministro di giustizia Sommaruga. "A seguito di ogni votazione persa quest'ultimi chiedono subito nuovi inasprimenti del diritto sulle armi, rispettivamente l'indebolimento o l'abolizione dell'esercito di milizia. In questo modo inflazionano e mettono in pericolo la nostra democrazia diretta". CN Büchler ha potuto godere del ringraziamento del pubblico per il suo continuo impegno in Parlamento in merito alle questioni legate al diritto sulle armi. ProTELL si aspetta da parte della maggioranza borghese del Consiglio nazionale e del Consiglio degli Stati un chiaro rifiuto a tutti gli ulteriori tentativi di inasprimenti del diritto sulle armi. Allo stesso tempo ci si aspetta dagli organi di giustizia un'applicazione conseguente del diritto vigente - notabene uno dei diritti sulle armi più severi al mondo! "Tuttavia stando alle statistiche i registri statali sulle armi così come i divieti della detenzione privata di armi non evitano i casi di abuso. Si tratta semplicemente di foglie di fico populiste, nascondono semplicemente il vero obiettivo ideologico e populista degli oppositori alle armi".

Le attività secondo statuto sono state trattate senza intoppi e il comitato resterà in seno per i prossimi 4 anni, tuttavia, il vero tema dell'assemblea generale è stato il brillante intervento del'ex comandante di corpo Markus Gygax. "Annualmente la popolazione mondiale aumenta di 80 milioni, la mobilità aumenta in modo esponenziale, gli alimentari, le materie prime, il consumo di acqua e il fabbisogno energetico aumentano a loro volta e simile è il destino della produzione mondiale di armi. Va ribadito che l'instabilità della situazione di sicurezza mondiale aumenta giornalmente. La Svizzera è colpita direttamente da questo scenario e nessuno è in grado di prevedere lo sviluppo futuro. Sulla base di queste prospettive pericolose è necessario avere delle forze aeree efficienti. Il moderno GRIPEN E è la soluzione più economica e più corretta poiché tecnologicamente ottimale e in grado di adempiere alle nostre richieste. Per questi motivi il 18 maggio 2014 esprimiamo un chiaro SI ai GRIPEN!

Il Presidente Willy Pfund ha concluso l'assemblea generale con le seguenti parole: "Il 'Gruppo per una Svizzera senza esercito' (GSsE), sostenuto dal PSS, dai verdi e dai verdi liberali, non è interessato ad un esercito di milizia improntato sulla nostra sicurezza. "Per la difesa della libertà, della sicurezza e dell'indipendenza abbiamo bisogno di un esercito di milizia credibile con sufficienti mezzi e attrezzature per ogni evenienza. A tale proposito necessitiamo di forze aeree pronte all'intervento e efficienti."

Contatto:

Hermann Suter, Vizepräsident
Lohrihof 2, 6404 Greppen
041 - 390 33 66 / 079 - 415 50 05
E-Mail: hermann.suter@bluewin.ch



Plus de communiques: proTELL

Ces informations peuvent également vous intéresser: